Otto tonnellate di sabbia per 14 metri di pista su spiaggia. Nell'ambito del "Summer Jamboree" i bagni Apapaia ospitano la moda del momento: il Cheecoting

Giovedì 24 agosto ai Bagni 64 Apapaia di Marco Tamburini si svolge infatti la gara nell'ambito del "Summer Jamboree".

22/ago/2006 12.20.00 Ufficio Stampa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
COMUNICATO STAMPA

 

 

Otto tonnellate di sabbia per 14 metri di pista su spiaggia. Nell'ambito del "Summer Jamboree" i bagni Apapaia ospitano la moda del momento: il Cheecoting. Nuovo nome per un gioco antico: le biglie. La pista è realizzata dall’artista Karin Pedrona. Mercoledì 23 la realizzazione. Giovedì 24 agosto alle 10,30 la gara. Iscrizioni allo 071.7921306

 

Scaldate le dita e preparatevi alla gara di biglie o meglio al Cheecoting, come è stato ribattezzato questo gioco antico e sempre magico. Giovedì 24 agosto ai Bagni 64 Apapaia di Marco Tamburini si svolge infatti la gara nell'ambito del "Summer Jamboree". La pista di circa 14 metri articolati in un circuito tutt’altro che semplice sarà realizzata mercoledì 23 agosto da Karin Pedrona della Mosca Bianca (moscabianca.net). L’artista, nota anche grazie alle gigantesche sculture di ghiaccio e più ancora grazie alle deliziose sculture in cioccolato realizzate a Pasqua riproducendo il Giardino dei dolci del film “La Fabbrica di cioccolato”, inizierà a lavorare al disegno originale sulla spiaggia dell’Apapaya alle 6 di mercoledì mattina. Otto tonnellate circa che saranno plasmate e modellate lungo un percorso inedito che ricorda i grandi circuiti della Formula Uno con curve, ponti e altri ostacoli che rendano interessante la gara. Per la sera, il lavoro sarà terminato e il giorno dopo, giovedì 24 agosto, sarà tempo di competizione a colpi di schicchere calibrate. Ma non chiamatela gara di biglie. Oggi si chiama cheecoting. Sembra infatti che il gioco sia stato riscoperto di recente sulle spiagge di Acapulco e poi esportato in California come gioco dei “chicos”, i ragazzini. Da lì, è tornato a essere una vera e propria moda anche in Italia, specie sulle spiagge romagnole dove la tradizione era già di casa. A Cesenatico la locandina spiega che può partecipare chi ha "polso fermo, mira infallibile, ginocchia d'acciaio e ... un bel didietro". Le piste infatti si creano trascinando per i piedi qualcuno che presti il suo didietro. Anche se le palline colorate sono simili e il principio del gioco è lo stesso del vecchio caro passatempo da spiaggia che ha ammaliato generazioni di bambini e adulti italiani, non chiamatele dunque biglie, chiamatele cheecoting. Se nelle biglie di un tempo rotolava l’immagine di Bartali, oggi ci sono invece quelle delle monoposto Ferrari o MacLaren, piccoli bolidi sferici che corrono su tracciati sabbiosi. Il torneo di giovedì ai bagni Apapaia prevede 3 vincitori che potrebbero portarsi a casa un volo per 2 persone in una città europea, percorsi benessere, orologi in oro e altri premi che saranno comunicati alla fine della competizione. Per iscriversi al torneo è necessario contattare i Bagni 64 Apapaia, lungomare Alighieri, Senigallia, info 071.7921306.

 

Summer Jamboree

Ufficio Stampa e Relazioni Esterne

Alessandro Piccinini Comunicazione

Tel 338.4169263 - 071.7922244

alessandro@summerjamboree.com

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl