Presentazione della Stagione Teatrale 2006/2007 del Teatro La Fenice di Senigallia

26/set/2006 18.10.00 Ufficio Stampa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Teatro La Fenice di Senigallia

Stagione 2006/2007

Teatro, musica, danza nel segno del contemporaneo e delle esclusive

 

 

COMUNICATO STAMPA

 

 

Questo pomeriggio nella Sala Giunta del Comune di Senigallia è stata presentata ufficialmente in conferenza stampa la stagione Teatrale 2006/2007 del Teatro La Fenice di Senigallia. Ad illustrare i dettagli del programma l'Assessore alla Cultura Velia Papa e l'Assessore Provicniale Luciano Montesi.

"Danza, teatro, musica, video, performance di contaminazioni tra le arti, sempre agganciati dal filo del contemporaneo, sono gli ingredienti della stagione teatrale 2006-2007 del teatro La Fenice di Senigallia - ha spiegato l'Assessore alla Cultura Velia Papa -. Stagione organizzata dal Comune di Senigallia, assessorato alla cultura, in collaborazione con Provincia di Ancona Assessorato alla Cultura e Amat. Già l’anno scorso, il teatro di Senigallia è stato tra quelli che hanno saputo distinguersi per la qualità delle proposte non necessariamente commerciali, ma comunque di richiamo per un vasto pubblico proveniente anche da fuori regione. La tipologia e la capienza della sala hanno inoltre permesso l’allestimento di spettacoli altrove non rappresentabili. Anche quest’anno, la stagione della Fenice presenta titoli che soddisfano gusti ed esigenze diverse. Ma che soprattutto si distinguono sul territorio nazionale. Pochi gli spettacoli condivisi con altri teatri della regione. Diverse le esclusive di livello e artisti internazionali come Michael Nyman e Jan Fabre. Interpreti carismatici amati dal pubblico come Gabriele Lavia, Marco Paolini, Carlo Cecchi, Francesca Reggiani, Moni Ovadia. Spettacoli per famiglie come il “Buchettino” della Societas Raffaello Sanzio. L’anteprima della tournée di David Anzalone, artista locale già individuato dall’ambiente milanese. Il balletto di Natale".

"Mi complimento con l'Assessore Papa per la qualità della programmazione. Come Provincia - ha spiegato l'Assessore Luciano Montesi - siamo fermamente intenzionati a rilanciare la nostra presenza nel settore teatrale e culturale, per questo abbiamo istituito dei tavoli di concertazione con tutti i comuni della provincia che hanno un cartellone. Una proposta accolta favorevolmente da tutti gli assessorati alla cultura a cui abbiamo inoltre suggerito una specializzazione attraverso competenze specifiche in ogni città. Questo per diversificare ed identificare le istanze culturali di ognuno sul territorio. Senigallia in questo è stato sicuramente uno dei comuni più disponibili con un bagaglio di competenze tali da poter scegliere una programmazione forte nel panorama regionale."

La stagione si apre il 21 e 22 ottobre con “Sei personaggi in cerca d'autore”, regia di Carlo Cecchi che ne è anche interprete, al suo terzo anno di tournée dopo aver calcato anche palcoscenici internazionali come quello di Berlino. Il 5 novembre in esclusiva Michael Nyman, compositore e pianista popolarissimo, le cui musiche hanno contribuito alla magia di molti film di Peter Greenaway. Domenica 12 novembre, il palco della Fenice accoglie l’anteprima nazionale di “Targato H” del senigalliese David Anzalone, spettacolo sull’handicap già passato in Tv su “Glob”, che spazza via i pregiudizi e che sarà ospitato anche al Ciak di Milano prima di partire in tournée con prima data alla Fenice. Il 23 novembre arriva a Senigallia Moni Ovadia con la Moni Ovadia Stage Orchestra per “Le storie del signor Keuner” di Bertold Brecht, raccolta di parabole e racconti, in parte ancora inediti in Italia, tradotta per l’occasione, in cui il signor Keuner alter ego di Brecht mostra la sua condizione di esule prima come oppositore del regime nazista, poi da se stesso nel comunismo in cui aveva creduto, ma che applicato si fa ottuso e autoreferenziale. Doppia replica 5 e 6 dicembre per le “Memorie dal sottosuolo” di Fedor Dostoevskij, nell’adattamento e nell’interpretazione di Gabriele Lavia in esclusiva regionale. Testo fondamentale nella storia della letteratura, in cui l’800 scopre la prospettiva soggettiva dei protagonisti, lo sguardo sul sé del personaggio. L’appuntamento di Natale è per il 28 dicembre con il più classico dei balletti che per l’atmosfera incantata tra dolci e fiori e principi e fatine, nonché per il lieto fine, ben si presta alle feste sotto l’albero: “Lo Schiaccianoci” con le musiche di Tchaikovsky e il Siberian State Ballet. Il teatro La Fenice si riapre il 10 febbraio con Francesca Reggiani diretta da Gabriele Vacis in “Controtempo” di Christian Simeon. La storia di Jeanne, musicista che abita a New York e che resta bloccata in casa la mattina dell’11 settembre 2001. Il 23 febbraio, Marco Paolini in esclusiva regionale di nuovo insieme con il gruppo folk acustico I Mercanti di Liquore con cui ha realizzato Song n.32, arriva a Senigallia in esclusiva regionale con “Miserabili - Io e Margaret Thatcher”, parole e musica per raccontare storie di ieri, di oggi e di domani. L’appuntamento di 2, 3 e 4 marzo è con uno degli artisti più seguiti e apprezzati della scena internazionale, ovvero Jan Fabre. “The Angel of Death” in esclusiva nazionale è una piéce in cui si incontrano tre artisti emblematici del nostro tempo: Andy Warhol, William Forsythe e lo stesso Jan Fabre. Così come si incontrano sul palco musica, performance dal vivo, immagini, video, danza e recitazione. L’11 marzo torna nelle Marche uno degli spettacoli più affascinanti e suggestivi della Societas Raffaello Sanzio, tratta dalla fiaba di Perrault  “Buchettino”.

 

I prezzi si mantengono quelli della stagione precedente:

biglietti intero 1° settore 23,00 euro,

biglietto intero 2° settore 20,00 euro,

biglietto intero 3° settore 13,00 euro. 

 

Ufficio Stampa

Alessandro Piccinini Comunicazione

338.4169263 - 071.7922244

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl