Esxence 2014

28/feb/2014 11.57.58 BIZCOMIT.IT Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Esxence 2014
20-23 marzo 2014 Triennale Milano
Quattro giorni profumati di eccellenza con la profumeria artistica francese

A fronte della crisi generalizzata dei consumi, c’è un comparto che rappresenta ancora un’isola felice: quello della profumeria artistica. Un mondo fatto di tante piccole aziende artigianali che affondano le loro radici nella storia o che sono nate in seno alla modernità e all’innovazione, aziende antiche e nuove tutte accumunate dalla passione per le fraganze eleganti, dalla cura nella selezione degli ingredienti e dall’assoluta esclusività delle loro creazioni.

L’arte francese in questo è storicamente maestra e l’edizione 2014 di Esxence, la più importante vetrina della profumeria artistica in Europa, non può che confermare tale eccellenza indiscussa. Sono ben 19 i profumieri d’oltrealpe coordinati da Ubifrance, l’Ufficio Commerciale dell’Ambasciata di Francia in Italia, presenti a questa nuova edizione che ha adottato per l’occasione una cornice di assoluto prestigio: la Triennale di Milano.

Tra questi artigiani profumieri alcuni  sono ormai  dei fedeli della  manifestazione Esxence come Rania J che sviluppa fragranze ispirate alla natura e all’universo mediorientale; Empire of Scents che ha riesumato il marchio storico Rallet, i profumi delle corti reali di Russia, Persia e Montenegro; Les Parfums de Rosine, erede di una dinastia che ha creato profumi a base di rosa per grandi personaggi della storia come Napoleone III; The Different Company, capostipite della modernità nell’Alta Profumeria Contemporanea; The Olfactive Studio, tra l’occhio e il naso, nata dell’incontro tra un’artista fotografa ed un profumiere per racconatare attraverso i profumi le fotografie; Au Pays de la Fleur d’Oranger, che propone fragranze al fiore di arancio elaborato tra Grasse e Saint Paul de Vence; Neela Vermeire Créations Paris con profumi ispirati alla storia, alla cultura e la modernità dell’India, elaborati con eccellenti e costose essenze e resine naturali e infine Jean-Charles Brosseau, creazioni di una rinomata maison parigina dell’alta moda, elaborati da nasi francesi di talento ed esperienza con la stessa attenzione e cura nei dettagli con i quali si cuciono i capi di alta sartoria, al di là delle mode passagere con discrezione e raffinatezza.

Accanto a loro, molte nuove proposte interessanti come Candora con i suoi “profumi à la carte” da comporre secondo i propri gusti assemblando varie essenze e scegliendo il proprio packaging; CFFC Fragrances, che ha ricreato il profumo “Promenade à Versailles” rielaborando un’antica formula ritrovata negli archivi del Palazzo di Versailles; utilizzando raffinate selezioni di materie prime della regione di Grasse, Chabaud Maison de Parfum ha elaborato eleganti profumi per l’ambiente e per la persona capaci di far rivivere ricordi e sensazioni che aprono le porte al mondo dei sogni e della poesia; David Jourquin un profumiere che elabora le proprie creazioni ispirate al cuoio, ciascuna immaginata come un gioiello unico e prezioso, emozionante ed elegante.

E ancora: il profumo della Maison Detaille ha una storia che risale al 1905, quando il famoso chimico Berthaulaut creò il Baume Automobile per la Contessa di Prescle, un balsamo in grado di proteggere la pelle dalle aggressioni della velocità e del vento. Profumi e ciprie della Maison Detaille diventarono un must per la nobilità di mezza Europa; Ego Facto maison fondata nel 2009 da Pierre Aulas, naso di talento che collabora anche con Azzaro, Fendi, Pucci e Balenciaga, propone fragranze “in cui ci si possa riconoscere ma che non si possano riconoscere sugli altri”.

Eutopie, “il luogo del buono”, raccoglie i ricordi olfattivi dei viaggi della sua creattrice, Elodie Pollet, già collaboratrice di Hermés: Medio Oriente, Mediterranneo e Russia ispirano le 5 fragranze di Eutopie, pluripremiate a Parigi e a Berlino.

Evody è prima di tutto una profumeria artistica, la prima a Parigi nel Quartiere Latino a selezionare e proporre fragranze rare e preziose. E’ lì che nasce, tra gioco e passione, la prima linea di profumi di Evody, denominata Collection Autobiografique ispirata alle due creatrici, Régine e Cérine, madre e figlia, che diventano presto i best seller del negozio.

“Con Parfums d’Empire, ho voluto risalire al significato originale del profumo, comune a tutte le culture: l’erotismo e il sacro, poiché da tempo immemorabile seduzione e spiritualità sono l’intima natura del profumo”, ecco da dove Antoine Corticchiato, nato e cresciuto tra Marocco, Corsica e Parigi, trae la propria ispirazione.

I profumi Pozzo di Borgo traggono la loro origine dalla Corsica e dalla storia. Storia dell’Isola e Storia di una grande famiglia di diplomatici e intrepidi avventurieri. Date e profumi che richiamano epoche gloriose, misteriose ed avventurose.

Parfums Volnay a sua volta richiama la storia, storia romantica questa volta, per questa maison che risale al 1919, la golden age della profumeria. Oggi Volnay ha rielaborato in chiave moderna 5 profumazioni dell’inizio del ‘900, epoca dello splendore di Parigi, la Ville Lumière, dove le donne stupivano per la loro audacia. Tutte sono elaborate con la stessa base, numero 4092, fatta di polvere di rose, vaniglia e chiodo di garofano.

Per maggiori informazioni e appuntamenti con le società:

Responsabile Partecipazione Francese: Alberto Frescura
Tel : 02 48 547 342
alberto.frescura@ubifrance.fr
Relazioni giornalisti : Barbara Galli
Tel : 02 48 547 310
Barbara.galli@ubifrance.fr
www.ubifrance.com/it 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl