ì

07/nov/2006 10.20.00 Anomalia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
All’attenzione di: Redazione spettacoli
Da: FAB FOETUS

Con preghiera di pubblicazione
Vi prego per quanto possibile di dare il massimo risalto


BARAONDA discobar new born.....

Via Stradella, 547

Poveromo di Cinquale, (MS)

Info 0585/807245

http://www.baraondadiscobar.it/

myspace addiction!!!   http://www.myspace.com/baraonda
Per i chattaroli
http://javachat.azzurra.org/index.php?channel=baraonda


Visitate il nostro sito e lasciate sul forum le vostre impressioni sul locale, i dj, le serate etc.

Grandi news al Baraonda........

Il Baraonda è anche shot/chupito bar con una scelta di chupiti tra le più ampie della Versilia, ASSENZIO point, ben 6 varietà di ASSENZIO, il liquore tanto decantato dai poeti maledetti dell’800, indubbiamente l’ASSENZIO point più fornito della Toscana.


Il BARAONDA non ha bisogno di presentazioni, da almeno tre generazioni è meta di ritrovo dei giovani di Toscana e Liguria, tempio della miglior musica alternativa, sempre a ingresso libero, consumazione facoltativa è riuscito a restare per oltre 15 anni un punto di riferimento.
Il programma di questa settimana:


Importante: a novembre il BARAONDA resta aperto solo VENERDI’ e SABATO
Inoltre la serata METAL MASSACRE NIGHT si terrà di sabato mentre DARK AGE NIGHT di venerdì




Ven 10 novembre

Baraonda presenta:

FUZZTONES in concerto supporter STRANGE FLOWERS ATTENZIONE: inizio concerto ore 23

I paladini del Garage rock tornano a infiammare il palco del Baraonda con le loro emanazioni lisergiche, se amate i White Stripes & Co. Non perdete l’esibizione dei loro ispiratori!!!

http://www.fuzztones.net/

pista Priveé:
Baraonda & Enemy records presentano:
Ogni
venerdì
DARK AGE

La notte oscura del “Bara”


In consolle:

Komakino (Postpunk – Dark wave)
MDK
(EBM – Industrial)

pista centrale:

In consolle MGZ + RICCA dj’s


FUZZTONES:
THE FUZZTONES Fuzztones sono i figli della New York dei primi anni 1980, quando la città era alfiere incontrastato del revival garage-rock (quei tempi sono tornati, vedi The White Stripes). Negli stessi anni in cui la musica elettronica diventava una cosa seria, vedi Suicide, e si tramutava poi in un affare per le masse, Rudi Protrudi con un'immagine perversa e teppista guidava la sua band tra le oscure sonorità del sound rock, post MC5. Il suono dei Fuzztones è storico e inconfondibile, dall'ultima reunion è stato modellato su un suono più hard rock, di chiara matrice californiana, mantenendo sempre quell'appeal horror che li caratterizza. nel loro show italiano presenteranno i pezzi che hanno reso grande il loro ultimo album, Lysergic Ejaculations, album live del 1994 che raccoglieva i brani migliori della band.

Fuzztones sul web: www.fuzztones.net


STRANGE FLOWERS:
Strani fiori, all'incrocio tra la psichedelìa dei primi Pink Floyd (quelli di Syd Barrett) e il garage punk, sbocciati in quel di Pisa nei tardi anni '80, si sciolgono a metà dei '90 per fiorire di nuovo nel 2003. Hanno una ricca discografia alle spalle, l'ultimo album (pubblicato nel 2005 dalla tedesca beyondyourmindrec) porta l'insolito nome di Ortoflorovivaistica. E' un pò che Radio Dissident li manda in onda, quindi non abbiamo resistito alla tentazione di fargli dieci domande. Ecco quello che ci hanno risposto:
Vi siete formati nel 1987, sciolti nel 1996, poi ricostituiti nel 2003 dopo sette anni di silenzio. Dal vostro punto di vista, quali sono le differenze, in senso musicale, fra la prima e la seconda parte del vostro percorso artistico? E, più banalmente, cosa vi ha spinto a ricostruire la band?
Le differenze sostanziali tra il primo e il secondo periodo sono maturità e consapevolezza, decisamente a favore del secondo. Quando abbiamo iniziato non avevamo in mente un progetto ben definito. Eravamo solo 4 persone con interessi musicali più o meno comuni, ma con molte differenze. Io (MM) e il batterista Maurizio Falciani provenivamo da un gruppo progressive (i Chroma), benché le mie preferenze fossero sempre state per la psichedelia. Giovanni Bruno (il chitarrista) e il nostro primo bassista Alessandro Pardini, provenivano da un gruppo new wave (Marylin Faith). Ci accomunavano affinità, più che stilistiche concettuali, ma davvero quando abbiamo iniziato a suonare insieme non sapevamo molto bene cosa ne sarebbe derivato. Col tempo abbiamo sviluppato uno stile abbastanza personale (o almeno lo spero…) e abbiamo preso una strada molto meglio definita, che ora è a mio avviso nel suo punto più… luminoso. Un momento chiave è stato l’ingresso nel gruppo di Stefano Montefiori al posto di Alessandro, avvenuto nel 1989. Come me Stefano era molto propenso verso la musica di fine anni ’60, e probabilmente questo è stato l’evento che più ci ha indirizzati. Di fatto, dall’89 in poi siamo diventati un gruppo con una struttura ben definita e un’idea molto più chiara di quello che volevamo fare. Ed è così che sono nate le nostre due anime, quella più psichedelica, con le lunghe improvvisazioni e che ci ha maggiormente caratterizzato dal vivo, e quella più pop, maggiormente presente nei nostri dischi, almeno quelli della prima parte. Verso la fine del primo periodo, intorno al 93-94, il nostro suono ha iniziato ad indurirsi naturalmente, ed è venuta fuori la nostra terza anima, quella garage-punk, che oggi ha uno spazio considerevole nelle nostre performance dal vivo.
Sinceramente dal punto di vista artistico (se di arte si può parlare…) e umano non ci sono grandi differenze tra il primo e il secondo periodo, nel senso che il nostro spirito e il nostro entusiasmo sono gli stessi, così come la nostra ispirazione. Non ci eravamo fermati per contrasti, ma solo per opportunità. Io ho vissuto negli Stati Uniti per qualche anno e quindi era impossibile continuare durante quel periodo. Ma quando sono tornato, riprendere è stata una cosa ovvia e naturale e sinceramente la migliore che ci sia capitata negli ultimi 5 anni.
I vostri "padri spirituali" sono sicuramente i primi Pink Floyd (diciamo fino ad Ummagumma), nella biografia rendete omaggio agli Electric Prunes, qualcuno ha sentito nei vostri brani echi dei Rain Parade. Sono davvero questi i riferimenti a cui vi ispirate o c'è un eccesso di semplificazione?
Quelli da te citati sono sicuramente dei riferimenti importanti, soprattutto i Pink Floyd, ma ce ne sono moltissimi altri, e non basterebbe un giorno per farne la lista. Ne citerò solo alcuni: Beatles (moltissimo!), Stones, Kinks, Who, 13th Floor Elevetor, Beach Boys (moltissimo!), King Crimson (moltissimo!), Stooges (il cui ascolto è stato primario nell’indurimento del nostro suono), Black Sabbath degli inizi, Tim Buckely, Nick Drake, e potrei andare avanti per ore… E non solo artisti anni ’60, ma anche molti contemporanei (o quasi…): Radiohead, Stone Roses, Teenage Fun Club, Fuzztones, insomma una lista infinita alla quale, udite udite, vanno aggiunti anche alcuni italiani, come l’Alan Sorrenti di Aria (disco meraviglioso e irripetibile), gli Area o i Saint Just. In vario modo e in vari periodi tutti questi e molti altri sono stati la colonna sonora di serate infinite passate a parlare di musica, e hanno indubbiamente influenzato i nostri suoni, il nostro stile, il nostro modo di intendere la musica. Come chiunque altro, siamo solo dei nani sulle spalle dei giganti (anzi, più probabilmente sui piedi dei giganti…).
Trovo bellissimo il sottotitolo dell'ultimo disco (An Essential Guide For The Modern Psychedelician). Potreste spiegarlo un pò? E' solo una cosa messa lì per incuriosire o ambisce a diventare un manifesto programmatico?
Quando abbiamo iniziato a fare le prove per questo disco è stato subito chiaro che sarebbe stato un disco di psichedelia “estrema”, come spesso sono state le nostre esibizioni dal vivo. Ortoflorovivaistica è una delle poche parole in italiano che il nostro manager tedesco Joachim Friedmann sa pronunciare (credo l’abbia letta su un cartello pubblicitario) e che per anni abbiamo ripetuto in modo scherzoso come una nenia. Contenendo in sé elementi floreali ci sembrava adeguata e abbastanza spiritosa per il titolo di questo disco, oltre ad essere caratterizzante della nostra nazionalità. Il sottotitolo ha la finalità di dare un’idea immediata di cosa ci sia nel disco e in effetti dà un che di “epicità” al titolo e potrebbe essere considerato come una specie di manifesto programmatico. Durante la registrazione era sempre più chiaro che si sarebbe trattato del nostro disco più rappresentativo (almeno fino ad ora) e volevamo in qualche modo che questo apparisse nel titolo, senza prenderci troppo sul serio.
L'etichetta che vi ha pubblicato il CD è tedesca e voi siete reduci da una tournee in Germania. Nessuno è profeta in patria?
Ad eccezione dell’EP del 2004, tutti i nostri dischi sono stati pubblicati in Germania. Ed è vero, il nostro successo in Italia è stato molto più limitato. Ci sono 3 possibilità per spiegarlo: 1) noi facciamo schifo, in Germania (ma anche nel resto d’Europa e negli USA) non capiscono niente, mentre gli italiani sono degli intenditori; 2) il contrario; 3) (più probabilmente), non abbiamo fatto abbastanza per essere visibili in Italia, con tutte le implicazioni che questo comporta….(sorriso ironico e allusivo….)
Ricollegandomi alla domanda precedente, trovate che qui in Italia ci sia (ancora?) scarso interesse per il rock psichedelico (scusate la definizione troppo sbrigativa) o è la solita, cronica, mancanza di strutture (dove suonare, dove incidere) che rende la vita difficile alle band emergenti del nostro paese?
In linea di massima credo che il problema principale sia non la mancanza di interesse, ma piuttosto la scarsa diffusione di questo tipo di musica. In realtà ci sono moltissime persone a cui piace e che vorrebbero che ci fossero molte più occasioni per ascoltarla. Il 18-3 abbiamo suonato a Firenze come supporto ai Fuzztones e c’erano più di 1000 persone, che si sono divertite e sembravano visibilmente felici di essere lì, ma il 50% di loro non sapeva chi fossimo, semplicemente perché non avrebbero potuto saperlo. In merito alle strutture, ai soldi etc., io sono fortemente convinto che in Italia ci siano le risorse per questo ed altro. Il problema è che vengono sistematicamente gettate nel cestino….
Banalissima domanda di rito. Avete un nuovo album in preparazione?
Si. A dire il vero è praticamente quasi finito. Il titolo provvisorio è The imaginary space travel of the naked monkeys, conterrà 10 canzoni e dovrebbe uscire nel 2007 per beyondyourmindrec. Rispetto al precedente è un disco meno estremo, più inclinato verso una psichedelica sognante e lirica. Le registrazioni sono quasi terminate e durante la seconda parte dell’anno ci sarà la fase di editing. Nel frattempo usciremo con un EP (insieme al gruppo argentino BabyScream)contenente un inedito e due cover (dovrebbe uscire a giorni), e con un singolo su vinile che conterrà due canzoni rimaste fuori da Ortoflorovivaistica, e che probabilmente uscirà a Settembre.
Torniamo ad Ortoflorovivaistica. Personalmente trovo che il brano più interessante sia la lunghissima Strange Girl. E' un segnale che avete in mente di realizzare una suite o qualcosa del genere?
In realtà Strange Girl è una delle nostre canzoni più antiche, praticamente l’abbiamo sempre suonata dall’88 in poi, ed è sempre stata la spina dorsale del nostro repertorio live, oltre ad averci caratterizzato per le improvvisazioni. La sua natura “libera” e forse anche lo scarso coraggio ci aveva sempre indotto a non registrarla in studio. Ora siamo molto felici di averlo fatto e che i riscontri siano positivi, malgrado i 16’. Tuttavia non abbiamo in mente per il momento di registrare cose simili, e il prossimo album conterrà canzoni decisamente più brevi, ma non escludiamo che possa accadere in futuro.
Questa è per GB. Mi sembra di capire che più o meno condividiamo le stesse passioni politiche. Mai suonato o mai pensato di suonare nel circuito dei centri sociali?
Soprattutto nei primi anni 90 abbiamo suonato molto nei Centri Sociali e nelle Facoltà occupate (periodo Pantera). Tuttavia voglio precisare per onestà (risponde MM! Meglio specificare altrimenti GB mi uccide!) che le eventuali finalità politiche e sociali non siano mai state una priorità, benché, ovviamente, non abbiamo mai avuto nè avremmo alcuna preclusione a che la nostra musica dovesse funzionare in tale senso. Peraltro, devo dire che la psichedelia non è esattamente il tipo di musica più apprezzata nei centri sociali.
Sempre in tema di rock e politica. Roger Waters, che in verità non ha mai nascosto la sua contrarietà all'edificazione del Muro nei territori palestinesi, ha annunciato un grande concerto per arabi e israeliani in
un villaggio della Cisgiordania. Come vedete questo genere di operazioni?
Risponde MM (per le ragioni di cui sopra). Personalmente non ho nulla in contrario a questo tipo di operazioni e senz’altro ne condivido le basi politiche e sociali. Sono solo un po’ scettico sulla genuinità di chi le fa… ma poiché credo anche che sia sempre meglio credere al buona fede degli essere umani, il mio giudizio è nel complesso favorevole (PS. Roger Waters non mi sta simpaticissimo…io sono un Barrettiano!)
Ora basta con le domande serie. E' vero che dopo aver suonato a Livorno, appena usciti dal locale avete trovato una scritta sul muro che diceva: meglio un morto in casa che gli Strange Flowers all'uscio? :)))
No, a Livorno i gruppi pisani non li fanno suonare nemmeno! Ovviamente scherzo! Abbiamo suonato a Livorno 3 o 4 volte e ci siamo sempre molto divertiti. Peraltro solo il 50% di noi è pisano, ma per ragioni di sicurezza personale non dirò chi…

Sab 11 novembre

Baraonda & Enemy records presentano:

Ogni sabato METAL MASSACRE NIGHT
La metal night del “Bara”


In consolle:

Christian (Hard rock – Heavy metal)
Asesino
(Thrash – Black metal)

Pista centrale:

In consolle FAB FOETUS + RICCA dj’s



PROSSIMAMENTE.........


VEN 17 NOVEMBRE

Baraonda presenta:

GARBO in concerto

Arriva al Baraonda il grande interprete di: A berlino.... Va bene, uno degli alfieri del miglior sound anni 80 italiano.... Mancare sarebbe da pazzi!!!!

http://www.garbo.net/garbolabs2.html

pista Priveé:
Baraonda & Enemy records presentano:
Ogni
venerdì
DARK AGE

La notte oscura del “Bara”


In consolle:

Alelleb (Dark wave – Neofolk)
Seele in not
(EBM – Futurepop)

pista centrale:

In consolle MGZ + RICCA dj’s

Sab 18 novembre

Baraonda & Enemy records presentano:

Ogni sabato METAL MASSACRE NIGHT
La metal night del “Bara”


In consolle:

Christian (Hard rock – Heavy metal)
Richard
(Stoner – Heavy metal)

Pista centrale:

In consolle FAB FOETUS + RICCA dj’s

Gio 23 novembre

Baraonda presenta:

ROCK TARGATO ITALIA

6 gruppi sul palco si sfideranno per la vittoria della prima semifinale toscana:


Bleeding Shadows
Martino Fantasma
Bohemia
Evera
Full
Stem


A SEGUIRE: I WANNA ROCKKKKKKKKKKK by Richard dj




VEN 24 NOVEMBRE

ROCK FM PARTY!!! ARIEL & MAX DE RIU dj

SECONDO APPUNTAMENTO AL BARAONDA PER IL PARTY DELLA RADIO PIU’ ROCKKKKKK D’ITALIA!!!


pista Priveé:
Baraonda & Enemy records presentano:
Ogni
venerdì
DARK AGE

La notte oscura del “Bara”


In consolle:

Komakino (Postpunk – Dark wave)
MDK
(EBM – Industrial)

Sab 25 novembre

Baraonda & Enemy records presentano:

Ogni sabato METAL MASSACRE NIGHT
La metal night del “Bara”


In consolle:

Asesino (Thrash – Black metal)
Richard (Stoner – Heavy metal)

Pista centrale:

In consolle FAB FOETUS + RICCA dj’s

VEN 1 dicembre

R.F.C. in concerto

Il miglior Ska punk partenopeo in un concerto al fulmicotone

pista Priveé: Baraonda & Enemy records presentano:
Ogni
venerdì
DARK AGE

La notte oscura del “Bara”


In consolle:

Bone idol (Wave – Postpunk)
MDK
(EBM – Industrial)

pista centrale:

In consolle MGZ + RICCA dj’s



Sab 2 dicembre

Baraonda & Enemy records presentano:

Ogni sabato METAL MASSACRE NIGHT
La metal night del “Bara”


In consolle:

Christian (Hard rock – Heavy metal)
Richard (Stoner – Heavy metal)

Pista centrale:

In consolle FAB FOETUS + RICCA dj’s



FEBBRAIO 2007

Baraonda presenta:

UK SUBS in concerto
+
VIBRATORS

Due dei gruppi fondamentali del primo punk inglese arrivano ad infiammare il palco del BARAONDA!!!
Un concerto assolutamente da non perdere!!!

http://www.uksubs.co.uk/
http://www.thevibrators.com/


Questo messaggio ti viene inviato in osservanza della legge 675/96 sulla tutela dei dati personali. Se non sei interessato a riceverlo (o la consideri un'invasione per la tua privacy), ti basterà inviare una e-mail avente come oggetto la dicitura cancella. Non riceverai più alcun messaggio. Ricordati di usare lo stesso nome e la stessa e-mail con cui risulti iscritto.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl