Formare gli istruttori macchine per ridurre gli infortuni

08/mag/2014 22.14.56 BIZCOMIT.IT Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Formare gli istruttori macchine per ridurre gli infortuni
Dal 19 al 29 maggio si terrà un corso per formare gli istruttori che si occuperanno della formazione dei lavoratori nell’uso di alcune particolari attrezzature di lavoro.
Gli incidenti che avvengono in relazione all’utilizzo di varie macchine e attrezzature di lavoro – ad esempio carrelli elevatori, piattaforme di lavoro elevabili, escavatori e trattori – non solo sono numerosi, ma hanno conseguenze spesso estremamente gravi. Queste tipologie di macchine impiegate nel mondo del lavoro possono essere infatti molto complesse per la tecnologia utilizzata e la peculiarità del contesto in cui i lavoratori sono chiamati ad operare.

La normativa, con riferimento all’accordo Stato-Regioni del 22 febbraio 2012, richiede per l’uso di queste attrezzature una specifica abilitazione e la formazione per conseguirla dovrebbe essere effettuata da personale specificatamente addestrato. Ma – come più volte ricordato da Rocco Vitale, presidente di AiFOS – ci sono in Italia ancora “troppi formatori che strutturano percorsi formativi di scarso valore o non pienamente rispondenti ai requisiti di legge, e non sono pochi gli infortuni avvenuti in questi anni in cui l’imperizia dei lavoratori risulta essere una concausa determinante”.

Convinti che una formazione di qualità ed efficace sia un formidabile strumento per migliorare la prevenzione degli infortuni, l’Associazione Italiana Formatori ed Operatori della Sicurezza sul Lavoro (AiFOS) ha dunque progettato per il 19, 20 e 29 maggio un nuovo corso di formazione per istruttori dal titolo “Istruttori macchine ed attrezzature di lavoro”.

Tale innovativo percorso formativo si differenzia da altri perché parte dall’assunto che il corsista conosca già approfonditamente la macchina di cui vuole diventare istruttore: è infatti previsto quale prerequisito essenziale di partecipazione avere maturato almeno tre anni di esperienza pratica nelle tecniche di utilizzo delle attrezzature.

In particolare il corso è progettato per rispondere alle esigenze di coloro che – pur essendo in possesso dei requisiti di cui all’accordo Stato-Regioni del 22 febbraio 2012 – non hanno tuttavia esperienza di formazione, non conoscono i requisiti dell’Accordo e desiderano apprendere le corrette metodologie per poter operare con le attrezzature di lavoro.
Il corso della durata complessiva di 20 ore, realizzato con una metodologia che prevede una reale alternanza tra sapere trasmesso e sapere sperimentato, presuppone:
- un percorso teorico sulla formazione di 16 ore in aula;
- un percorso pratico che comprende 4 ore differenziate a seconda dell’attrezzatura specifica (in questo caso carrelli industriali semoventi o piattaforme di lavoro elevabili).

In particolare nei moduli formativi pratici, che consentono di ottenere il completamento del percorso formativo per Istruttori di macchine ed Attrezzature di Lavoro, verrà valutato da parte dei docenti e degli istruttori il raggiungimento dei seguenti obiettivi:
- conoscenze dell’Accordo Stato-Regioni sulla conduzione della prova pratica;
- utilizzo corretto degli strumenti didattici;
- competenze tecniche nell’utilizzo della macchina in sicurezza;
- conduzione della prova pratica e dell’esame finale sia dal punto di vista metodologico che tecnico;
- capacità di individuazione degli “errori” eseguiti dai partecipanti durante la prova pratica.

Riguardo poi al riconoscimento della formazione e in relazione alla richiesta delle aziende di garanzie in merito ai docenti ed agli istruttori dei corsi di formazione per i lavoratori, si ricorda che AiFOS è un’associazione professionale riconosciuta dal Ministero dello Sviluppo Economico e in base alla Legge 4/2013 sono stati istituiti dei Registri professionali che consentono di attribuire un attestato di qualità al professionista.

La partecipazione al corso “Istruttori macchine ed attrezzature di lavoro” ed il superamento dell’esame pratico finale, consente al partecipante di essere esonerato dall’effettuazione del “colloquio finale” previsto dalle procedure dei Registri nonché dal pagamento della quota per il suo sostenimento.

Concludiamo ricordando i dettagli, le date e gli appuntamenti relativi al corso di formazione per istruttori.

I moduli teorici (16 h) si terranno il 19 e 20 maggio 2014 a Brescia presso la sede di AiFOS, Via Branze, 45 e comprenderanno quattro diversi moduli:
- Modulo 1 (4 ore): Modulo giuridico-normativo;
- Modulo 2 (4 ore): Gestione delle emergenze;
- Modulo 3 (8 ore): Comunicazione e gestione dell’aula.

Il modulo pratico finale (4h) si terrà il 29 maggio 2014 a Trebaseleghe (PD), in Via Malcanton, 21 e sarà diviso in due diversi momenti a seconda dell’attrezzatura specifica:
- CARRELLI INDUSTRIALI SEMOVENTI – ore 08.50 – 13.00;
- PIATTAFORME DI LAVORO ELEVABILI – ore 13.50 – 18.00.

Ricordiamo infine che la frequenza dei moduli è utilizzabile come aggiornamento RSPP e ASPP per tutti i macrosettori ATECO. È valida 12 ore per la frequenza dei moduli teorici e 2 ore per la frequenza del modulo pratico.
Si ricorda che le iscrizioni verranno accettate in ordine cronologico, previa conferma tramite mail.

A questo link è possibile avere informazioni più dettagliate e accedere alle schede di iscrizione:

http://www.aifos.eu/news/AiFOS_presenta_il_corso_Istruttori_macchine_ed_attrezzature_di_lavoro/556/view/44/718/1232/index.htm

Per informazioni e iscrizioni al corso:
AiFOS, via Branze n. 45 – 25123 Brescia – tel. 030.6595031 – www.aifos.it – formarsi@aifos.it
08 maggio 2014

Ufficio Stampa di AiFOS
ufficiostampa@aifos.it

http://www.aifos.it/

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl