MEDITAGGIASCA: una grande oliva non solo per un grande olio - Chiusura

14/mag/2014 17:49:07 Cooking for Art 2012 Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

L’edizione 2014 di “Meditaggiasca” è stata un successo di pubblico, ma soprattutto un passo importante unione di intenti tra produttori locali, associazioni di categoria e pubblica amministrazione. In questi giorni si è dibattuto sull’effettiva utilità di presentare e in futuro sviluppare progetti sulla Valle Argentina, cercando unione tra tutte le parti in causa. L’oliva di Taggia, prodotto di assoluta eccellenza nel panorama italiano e non solo, è il legante naturale e ottimale di questa strategia che ha visto quest’anno l’evento Meditaggiasca integrarsi nell’evento Expò Valle Argentina come cuore di una manifestazione che vuole abbracciare tutto il territorio.

 

Protagonista della manifestazione “Meditaggiasca 2014” è l’oliva taggiasca, resa preziosa dai contributi live degli chef Althea Lattuada de “Santi Poeti e Navigatori”, Matteo Badaracco di “Al Giardino degli Indoratori” di Genova, Davide Zunino del “Restaurant de Paris”, Giorgio Servetto de “La Locanda dell’Asino” di Alassio, Delio Viale di “Da Delio” di Apricale (IM), Igor Macchia de “La Credenza” di Torino, Andrea Sarri Presidente Italia dei Jeunes restaurateurs d’Europe, Ugo Alciati grande chef e responsabile della ristorazione della Tenuta di Fontanafredda, Antonio Ietto della “Locanda Miramonti” di Frabosa Soprana (CN), Massimo Viglietti dell’”Enoteca al Parlamento” e de “Il Palma”, Davide Cannavino de “La Voglia Matta” di Genova e Giacomo Ruffoni de “La Conchiglia” di Arma di Taggia.

 

Le giornate sono state coordinate e commentate da Luigi Cremona che, con il consueto ritmo, ha alternato momenti culinari didattici alla presentazione degli artigiani e dei piccoli produttori di qualità presenti: gli oli di Boeri Giuseppe, Boeri Franco, Garino Vincenzo, Orengo Giovanna, Vane Fabrizio, Armato Cristina, Lupi Angelo, Santamaria Massimo, Parodi Sonia, Fagnani Monica. I vini di Mammoliti Michele, Lombardi Alice. I formaggi di Pucci Fiorenzo e di Iaria Nino. Inoltre: Novella Andrea, Genduso Gabriele, Sabatini Valentino, Due Merli SAS, Associazione L’Oro di Taggia, l’Organizzazione Assaggiatori Olio ed il consorzio Valle Argentina.

Ci sono stati alcuni importanti eventi collaterali: la premiazione dei migliori produttori di olive taggiasche a cura dell’Associazione Oro di Taggia, la premiazione di Mauro Olivieri, food designer per il suo contributo alla crescita dell’immagine della Valle e uno straordinario concerto eseguito nella cappella del Convento dei Domenicani, sede ormai stabile dell’evento.

 

Con orgoglio e soddisfazione Vincenzo Genduso, Sindaco di Taggia, e Ivan Lombardi Assessore, hanno lanciato in chiusura dell’evento la prossima edizione, che si preannuncia più intensa e spettacolare e che si svolgerà sempre nella stessa sede il 9 e 10 maggio 2015

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl