“Lavorare con le emozioni”. In partenza a settembre l’unico seminario residenziale in Italia che unisce bioenergetica e mindfulness

25/lug/2014 11:26:18 BIZCOMIT.IT Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

A Settembre ritorna il “ritiro di bioenergetica e mindfulness”, organizzato da Nicoletta Cinotti, la prima professionista, in Italia, a unire la potenza della bioenergetica alla dolcezza consapevole della mindfulness.

L’incontro sarà l’occasione per conoscere, o approfondire, durante un fine settimana in uno scenario naturale, Giaiette, come lavorare in modo diverso con le proprie emozioni. Infatti, sia la mindfulness che la bioenergetica offrono la possibilità di percorrere una strada che va al di là delle interpretazioni. Una strada saldamente radicata nell’esperienza presente, nella consapevolezza e nella sincerità di un viaggio all’interno di se stessi e all’esterno, nel proprio modo di vivere le relazioni con gli altri.

Unire insieme bioenergetica e mindfulness in un ritiro significa offrire la profondità dell’esperienza del silenzio e della compagnia, la ricchezza e la dolcezza della meditazione e la forza della bioenergetica.

Durante il ritiro verrà sperimentata un’alternanza di lavoro corporeo, pratica formale, pratica informale, spazio di riflessione e spazio di condivisione. L’obiettivo è creare una dimensione ampia e protetta di incontro con se stessi. Per raccogliere risorse ed energia, per radicarsi in se stessi, nel corpo e nella mente, per sintonizzarsi e autoregolare le proprie emozioni, accogliendole, senza farsi trascinare. Per potersi riconnettere con l’energia emotiva, senza esserne preda.

Lavorare con le emozioni è il titolo di questo ritiro – commenta la dottoressa Nicoletta Cinotti psicoterapeuta, analista bioenergetica e istruttore di mindfulness – ed è anche il fattore che renderà questa esperienza unica e interessante per moltissime persone. Spesso rifiutiamo le emozioni che ci spaventano o che sono troppo intense. Ogni parte rifiutata costruisce dentro di noi una storia. Probabilmente, proprio perché non ha voce, tesse una trama che viene ripetutamente raccontata, o sotto forma di dialogo interiore o di previsione sul futuro o di narrazione sul passato. Le forme che le storie prendono dentro di noi sono molteplici. In ogni caso non dobbiamo dimenticare che la narrazione, nella storia dell’umanità, è stata la prima fonte di apprendimento e che, quindi, il suo effetto è davvero potente nel conformare le nostre attitudini mentali.

Lasciare il filo della storia – per radicarci nell’esperienza così com’è- richiede tre passaggi precisi, che possono essere definiti come precisione, gentilezza e presenza. Questo è il lavoro che proveremo a fare, nel laboratorio del ritiro.

Il ritiro di bioenergetica e mindfulness è indicato per chi già conosce la mindfulness o la bioenergetica, per chi svolge la professione di terapeuta, ma anche per chi non sa nulla di questi argomenti e desidera solo regalarsi un’esperienza indimenticabile in una cornice di grande bellezza e purezza come Giaiette, un luogo in cui il raccoglimento e il contatto con la natura sono semplici e immediati.

Info e approfondimenti:
nicoletta.cinotti@gmail.com
http://nicolettacinotti.net/eventi/ritiro-di-bioenergetica-e-mindfulness-lavorare-con-le-emozioni/

Quando:
12 –14 Settembre 2014

Dove:
Giaiette, Genova

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl