Scossa, la mostra di Dario Grassetti

11/set/2014 21.32.39 BIZCOMIT.IT Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

SCOSSA

Venerdì 19 settembre si inaugura a Forte Marghera, Osteria Il Bagolaro, “SCOSSA” foto di Dario Grassetti (1958-1998)

In occasione della mostra si esibiranno sul palco del Gatto Rosso i SAKA RED, storico gruppo rock-blues di Sacca Fisola.

Tokyo, Kyoto, Sapporo, Dublino sono solo alcune delle mete dei viaggi di Dario Grassetti, detto “Scossa” per quella capigliatura elettrica. Dario vive in bilico tra la Venezia più autentica e ruvida e quella patinata da proporre ai turisti di passaggio. Nasce e trascorre la maggior parte della sua vita a Sacca Fisola, porzione della Giudecca tra le più popolari, mentre il suo lavoro di fotografo lo porta ad immortalare la “città da cartolina”, fatta di tavoli affollati di ristoranti, gondole e maschere, immagini destinate a diventare piccoli souvenir.
Il contrasto gli rende difficile accettare le sue radici proletarie, che raffinatezza e costante ricerca del bello lo portano a rifiutare, ma che gli danno la sensibilità per ritrarre altri mondi cercando il “vero”, l’umanità che li sottende. Forse per mantenere questa capacità sceglie comunque di vivere in “Sacca”, che però non fotografa mai.
La Venezia “bella” era quindi altro: la sua città è quella delle calli silenziose ma anche quella dei Pink Floyd (di cui fotografa il “day after” dello storico concerto), dei “piccioni parlanti”, delle storiche vetrerie. Proprio in una vetreria lavorava Dario, la “Vecchia Murano” vicino a Piazza San Marco ed è qui che conosce persone provenienti da tutto il mondo, di passaggio in città.

Sarà l’incontro con i turisti – da sempre croce e delizia della città lagunare – che gli permetterà di viaggiare: a loro Dario faceva conoscere la sua Venezia, per poi venire accolto nei loro paesi, come amico.
La sua altra passione per le lingue straniere lo porta ad essere uno tra i pochi veneziani a cimentarsi con il giapponese, e gli rende facile un contatto più profondo con le persone.
Succedeva, così, che capitasse in Giappone, tra le sculture di ghiaccio di Sapporo, tra i palazzi incantati di Kyoto, oppure a cena nella capitale, ad un tavolo con amici a cui, inaspettatamente, si aggiungono un cordiale esponente della Yakuza e il sindaco di Tokyo.
Oppure lo si poteva trovare in Irlanda, dove si fa conoscere per la fotografia e l’apprezzamento per la birra scura, tanto da guadagnarsi il titolo di Mr Guinness, mentre le sue foto dell’Italia adornano tutt’oggi le scure pareti dei pub di Dublino. Curiosamente, grazie a questo fitto network fatto di scambi, viaggi e amicizie, le foto dei pub irlandesi hanno trovato casa, invece, in diversi locali italiani.

E poi, ovviamente, c’è la sua Venezia, immortalata da mille prospettive. La città dove, alla fine, ha fatto sempre ritorno. Le fotografie di Dario ritraggono eventi quotidiani, importanti o comuni, assieme a paesaggi vivi, reali: a renderli straordinari sono sempre gli incontri, la gente. Di fondo, c’è uno sguardo curioso e attento che si ferma ad osservare i riflessi su una superficie, gli oggetti, le persone, le architetture. Dario indaga, gioca con le immagini, se ne prende cura. Stampa la stessa foto più di volte per realizzare formati diversi, per ottenere dalla stessa foto suggestioni differenti. Un gusto per la sperimentazione e la manualità dimenticato, reso inutile dall’avvento del digitale, fatto di scatti compulsivi e filtri preimpostati.

Sperimentazione e “manualità”, che è di fatto tecnica raffinata , gli consentono di realizzare scatti che oggi verrebbero definiti “selfie” o “panoramiche”, apparentemente alla portata di tutti con l’uso per esempio dei nostri smartphone, ma con risultati difficilmente raggiungibili per il gusto artistico e la ricerca, che li rende unici ancora oggi.
Questo lungo tragitto di straordinaria quotidianità immortalata da “Scossa” racconta mille storie e tante vite con estrema generosità ed eleganza.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl