Lo spettacolo di Jan Fabre proposto in Italiano in esclusiva nazionale al Teatro La Fenice di Senigallia (3 e 4 marzo)

28/feb/2007 12.10.00 Ufficio Stampa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

COMUNICATO STAMPA

 

Lo spettacolo di Jan Fabre proposto in Italiano in esclusiva nazionale al Teatro La Fenice di Senigallia (3 e 4 marzo)


Posti limitati per lo spettacolo di Jan Fabre in esclusiva nazionale sul palco del teatro La Fenice di Senigallia il 3 e 4 marzo, “Angel of Death”, che sarà proposto in italiano. Vivamente consigliato l’acquisto dei biglietti in prevendita. Info: fenicesenigallia.it


Pochi spettatori alla volta potranno entrare nella dimensione teatrale totale di “Angel of Death” (L’angelo della morte) pensata dallo sperimentatore belga Jan Fabre, sabato e domenica 3 e 4 marzo rispettivamente alle 21 e alle 17, sul palco del teatro La Fenice di Senigallia.

Il lavoro, proposto nell’ambito del cartellone della prosa 2006-07 a cura di Comune (Assessorato alla cultura), in collaborazione con Amat e For.Ma, arriva in esclusiva nazionale a Senigallia in versione italiana, per poi tornare nella città natale di Fabre, Anversa. Due sole le tappe di questa tournée, dunque. “Angel of Death” è elaborato per un numero limitato di spettatori alla volta, che dovranno ripensare lo spazio della rappresentazione e il loro coinvolgimento nel gioco delle parti teatrali. Per assicurarsi la presenza a questo evento è dunque vivamente consigliato l’acquisto dei biglietti in prevendita. Il teatro di Jan Fabre mette in discussione, non rassicura, non lascia il pubblico fuori dal tempo dell’arte, ma lo coinvolge e con lui si interroga sul senso dell’essere e dell’artista, sull’identità, le sue manifestazioni e le sue metamorfosi a ogni livello, fisico e spirituale. In questo lavoro prodotto nel 2003 a partire dall’omonimo testo del 1996, scritto da Fabre riflettendo sulla figura di Andy Warhol, l’angelo della morte è incarnato da una giovane donna, qui la danzatrice croata Ivana Jozic, che danza, provoca a parole e interagisce con la musica e le immagini video su quattro grandi schermi che circoscrivono uno spazio quadrato. Su quei pannelli agisce e danza e parla il ballerino, coreografo William Forsythe, cui il lavoro è dedicato.

Le riprese sono state effettuate all’interno del Museo di Anatomia di Montpellier. La musica dal vivo è eseguita e ed è stata composta dal sassofonista Eric Sleichim. Danza, performance, videoinstallazione, musica si fondono in un’opera multidimensionale, a partire dall’incontro di tre soggetti e tre artisti diversi ma simili: Fabre, Forsythe, Warhol. Il sottotitolo del lavoro è “un monologo per un uomo, una donna o un ermafrodito”.

Biglietti
Si consiglia di acquistare i biglietti in prevendita alla biglietteria del teatro in via Battisti 19. Il telefono è 071.7930842, quello per le prenotazioni 393.9567505 - Info e acquisti on-line
info@fenicesenigallia.it - www.fenicesenigallia.it


Teatro La Fenice di Senigallia

Ufficio Stampa
Alessandro Piccinini Comunicazione
338.4169263 - 071.7922244




blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl