Le Perle Alpine nel Mese della Mobilità Dolce

L'impegno di Alpine Pearls Alpine Pearls è un'associazione internazionale di comuni che riunisce 25 tra le più incantevoli località dell'arco alpino, dalla Francia alla Slovenia.

Persone Camillo Benso Conte di Cavour, Perla
Luoghi Parco Nazionale Triglav, Val Roia, Alpi, Italia, Piemonte, Francia, Austria, Cuneo, cantone dei Grigioni, Slovenia, Ventimiglia, Limone Piemonte, Tenda, Diablerets, Obcina Bled
Organizzazioni Co.Mo.Do.
Argomenti trasporti, sport, ferrovia, turismo

10/mar/2016 12.08.38 ffby Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

La Giornata delle Ferrovie (non) Dimenticate è un appuntamento ormai tradizionale organizzato dall'associazione Co.Mo.Do. (Confederazione Mobilità Dolce), che dal 2006 coordina e unisce le realtà associative e istituzionali nazionali impegnate nella promozione della mobilità sostenibile e nel recupero delle vie di trasporto storiche. Giunta alla nona edizione, la Giornata si svolge nell'ambito del Mese della Mobilità Dolce (dal 6 marzo al 6 aprile 2016), durante il quale si susseguirà un ricco programma di iniziative in tutte le regioni d'Italia, dove il treno e le antiche linee regionali si faranno veicolo per riscoprire storie e territori dimenticati.

L'impegno di Alpine Pearls
Alpine Pearls è un'associazione internazionale di comuni che riunisce 25 tra le più incantevoli località dell'arco alpino, dalla Francia alla Slovenia. Per promuovere un turismo rispettoso dei delicati equilibri alpini e un'idea di vacanza sostenibile e senza stress, Alpine Pearls ha fatto della mobilità dolce e senz'auto un punto centrale della propria filosofia. Le località e le strutture che aderiscono al circuito Alpine Pearls sono raggiungibili con i mezzi pubblici e garantiscono ai propri ospiti la possibilità di spostarsi ovunque fruendo della rete di trasporto pubblico gratuitamente o a prezzi vantaggiosi, e utilizzando mezzi di trasporto ecologici e alternativi: treni locali, trekking-bus, biciclette, e-bike e fat bike, veicoli elettrici, ciaspole, carrozze e una fitta rete di aree e percorsi ciclopedonali ben segnalati e chiusi al traffico.

La linea Coira-Arosa e il fascino della Svizzera in treno
La Svizzera non è soltanto il regno di incantevoli montagne e immacolati ghiacciai. Da oltre un secolo i suoi idilliaci e sperduti villaggi alpini sono collegati da una fitta rete di collegamenti ferroviari nazionali e locali dove l'audacia dell'ingegneria si sposa perfettamente con il paesaggio, tracciando meravigliosi percorsi tra le vette, a un passo dal cielo. La Perla di Arosa sorge a quasi 1800 metri di quota, nel cuore dei Grigioni. Il suo centro storico è raggiunto dalla linea a scartamento metrico Coira-Arosa (Arosabahn), che dal 1915 collega le due rinomate località di villeggiatura attraversando impressionanti viadotti e stupende gole alpine. Un modo ecologico e spettacolare per iniziare la propria vacanza! L'incanto delle ferrovie alpine elvetiche può essere anche vissuto in un viaggio di Perla in Perla di sei giorni che tocca le Perle di Arosa, Disentis/Mustér, Interlaken e Les Diablerets, in un percorso alla scoperta delle alpi svizzere e dei suoi tesori - rigorosamente car free.

Il treno delle meraviglie a Limone Piemonte
Limone Piemonte è la più meridionale delle Perle Alpine. Già meta storica di villeggiatura e sport invernali della borghesia piemontese, è oggi una deliziosa cittadina turistica sospesa tra la montagna e il mare, e anche una delle pochissime località alpine italiane direttamente raggiunta dalla ferrovia. La linea Ventimiglia-Limone, il cui progetto fu avviato per volontà del conte Camillo Benso di Cavour a metà del XIX sec., è un tracciato di poco meno di 100 km che dal mare sale velocemente agli oltre 1.000 m del Col di Tenda, sul confine italo-francese, per poi entrare nel paese di Limone e da lì proseguire fino a Cuneo. Oltre a essere un'opera di rara perizia tecnica, il "treno delle meraviglie" percorre una delle valli più suggestive, selvagge e ricche di storia dell'intero arco alpino: la Val Roia, solcata dall'omonimo fiume, che per millenni ha rappresentato lo sbocco naturale tra il Piemonte e il mare. In questo ambiente ricchissimo di biodiversità l'uomo ha da sempre abitato e viaggiato, come dimostrano le quasi 40.000 incisioni rupestri del Monte Bego e le testimonianze che si possono oggi ammirare nel Museo delle Meraviglie di Tenda.

E-rally a Bled
La Perla slovena di Bled, con la sua pittoresca isoletta in mezzo al lago, la piccola chiesa e il castello medievale che domina dall'imponente sperone di roccia, offre uno dei paesaggi più belli e spettacolari delle Alpi. Questo gioiello turistico conosciuto in tutto il mondo, porta d'accesso al Parco Nazionale Triglav, ospiterà dal 31 marzo al 2 aprile 2016 un evento che celebra la mobilità sostenibile mettendo in competizione automobili elettriche e ibride in un E-Rally tra Austria e Slovenia. La manifestazione, organizzata nel rispetto dei requisiti FIA Alternative Energies Cup, ha il duplice scopo di sensibilizzare il pubblico verso l'utilizzo di motori alternativi e a basso impatto ambientale e di far conoscere la bellezza dei territori attraversati dal tracciato di gara. Sono previste diverse categorie di gara (AM - dilettanti e PRO - professionisti) e percorsi. L'iscrizione prevede la possibilità di pernottamento a Bled a prezzi vantaggiosi.

Ufficio Stampa Alpine Pearls Italia: OfficineKairos.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl