ROTONDA A MARE DI SENIGALLIA ECCO L'ESTATE 2007

04/lug/2007 16.49.00 Ufficio Stampa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Si è svolta oggi nella Sala del Trono di Palazzo del Duca la Conferenza Stampa di presentazione della "Notte della Rotonda" (14 luglio) per festeggiare il primo compleanno della celebre Rotonda a mare di Senigallia. Presenti tra gli altri l'Assessore alla Cultura Velia Papa che ha illustrato anche il calendario dell'estate 2007 della Rotonda a mare, il Dirigente dell'Assessorato al Turismo Paolo Mattei coinvolto per la Notte Bianca che seguirà lo spettacolo di apertura del 14 luglio curato dalla Compagnia di Valerio Festi di cui era presente la regista Monica Maimone. Tra i relatori anche il Presidente della società di servizi e promozione del territorio For.ma Andrea Nardella e la responsabile relazioni esterne della Collezione Enrico Maltoni Sabrina Marin.
Segue presentazione:
 
 

ROTONDA A MARE DI SENIGALLIA

Il 14 luglio 2007 la “NOTTE DELLA ROTONDA” scivola nella lunga

“NOTTE BIANCA” di Senigallia

 

Per celebrare il primo anniversario della riapertura del prestigioso edificio (1933, Unico esempio di architettura balneare degli anni 30 rimasto in Italia) che sorge sull’acqua, emblema delle Marche turistiche,tutta la città vivrà una notte di suggestioni veramente speciale, popolata da suoni, musica e iniziative culturali.

 

Nel calendario dell’estate 2007

> LA NOTTE BIANCA DELLA ROTONDA A MARE che si aprirà con il grande spettacolo di piazza a cura della Compagnia di Valerio Festi intitolato: “Al chiaro di luna”

> la mostra di macchine da caffè intitolata: “Espresso made in Italy: storia, cultura, design” che mette in scena la Collezione Enrico Maltoni. Considerata il maggiore archivio storico esistente al mondo dedicato alla macchina per caffè espresso italiana dalle sue origini ai giorni nostri.

> la rassegna RAMnoteingusto a cura di Alfredo Antonaros: che vedrà protagonisti: gli ambasciatori della Rotonda a mare Moreno Cedroni e Mauro Uliassi in una singolare performance intitolata “Il mare a tavola”; Tommaso Esposito con il Civico Complesso Bandistico “Giovan Battista Pinna” nelle “Note in pasta. Quante arie per i maccheroni”; il musicologo Dario Della Porta in “Musica da Tavola” breve storia universale dei brani musicali dedicati al vino e al cibo.

> i concerti di RAMinnote con il duo Francesco Cafiso e Riccardo Arrighini, Renato Sellani Quartetto e l’esibizione di Franco Califano

> RAMinballo Summer Jamboree dance ball

 

PER ULTERIORI INFORMAZIONI, IMMAGINI 300 DPI, ACCREDITI STAMPA

Rotonda a mare

Ufficio Stampa

Alessandro Piccinini Comunicazione

info@alessandropiccinini.it

338.4169263 – 071.7922244

Gloria Gasparrini ACCREDITI STAMPA

gloria@alessandropiccinini.it – 339.6829791

 

 

Acrobazie aeree, leggere apparizioni, spettacolari trasparenze e fuochi. Poi musica, teatro, danza, giochi, arte... Per celebrare il primo anniversario della sua riapertura torna la grande festa dell’estate della Rotonda a Mare di Senigallia. “La Notte della Rotonda 2007” contagerà tutta la città di Senigallia scivolando poi in una strepitosa “Notte Bianca” di spettacoli e attrazioni.

Tutta la città si accenderà poco dopo il tramonto per tornare a dormire soltanto con le prime luci dell’alba. L’attesissimo evento in programma per sabato 14 luglio inizierà alle 21.30 con il coinvolgente spettacolo “Al chiaro di Luna” che culminerà nei fuochi sopra la Rotonda a Mare e nell’avvio della “Notte Bianca”.

Piazza della Libertà e il Lungomare Alighieri si trasformeranno in luoghi da favola, ospitando creature magiche e bellissime mai viste prima. Presenze leggere sospese su fili e ali, magiche creature, apparizioni e giochi di luce, veli, proiezioni, corpi dipinti, meravigliose donne-uccello e fanciulle-fiore che danzano levandosi nella notte, velieri, sirene, storie d’amore e favole antiche, mare, fuochi. Su tutti, trionferanno i fuochi d’artificio lanciati dal tetto della Rotonda a Mare a chiusa dello spettacolo.

Anche quest’anno, il grande evento dell’estate della Rotonda a mare (splendida struttura balneare costruita nel 1933 e oggi rimasta l’unica nel suo genere in Italia), è affidato alla Compagnia di Valerio Festi (curatore dell’inaugurazione ufficiale l’anno scorso dopo il restauro e della cerimonia di apertura dei XX Giochi Olimpici Invernali di Torino 2006). Stavolta, Senigallia sarà dipinta con i bagliori della notte trasformandosi in “Città della luna”. Ogni cosa ruoterà intorno al dolce pallido astro notturno, soggetto e oggetto di una festa che andrà avanti per tutta la Notte Bianca.

 

14 luglio 2007

La Notte Bianca di Senigallia

 

Una notte incantevole e senza fine quella del 14 luglio 2007. Dodici luoghi urbani, dodici chilometri di spiaggia, un’intera città per quasi 10 ore di spettacoli e intrattenimenti e feste dal tramonto fino all’alba. Nella lunga “Notte Bianca” di Senigallia basterà lasciarsi guidare dai sensi. Aprire le orecchie e il naso e gli occhi e vagare per la città in cerca di uno spettacolo o di una parata, di acrobazie, di musica da seguire a ritmo latino, di un angolo dove sedersi e ascoltare una voce che recita o una voce che canta. Oltre alle iniziative ufficiali che scandiranno questa “Notte Bianca” 2007, i locali e i bagni sul lungomare potranno dare libero sfogo alla fantasia e accendere la musica per feste di ogni tipo per tutta la notte. Spazio dunque alle iniziative e alla curiosità di scoprirle. La “Notte Bianca” sarà aperta alle 21.30 in Piazzale della Libertà dallo spettacolo “Al chiaro di Luna” a cura della compagnia Valerio Festi. Spettacolo di mille suggestioni oniriche per festeggiare la grande Notte della Rotonda e introdurre la nuit blanche di Senigallia. Dalle 21.30 a mezzanotte, chiunque arrivi a Senigallia o la scruti dalla costa, vedrà luci e bagliori alzarsi sul mare. A naso in su, i presenti potranno seguire le performance poetiche di acrobati e ballerini sospesi nel cielo notturno, seguiranno i racconti e gli incanti di favole antiche che uniscono tutta l’area adriatica come quella dell’amore tra la fanciulla e il mitico rinocerotto (che un tempo si pensava fosse l’unicorno). Corpi dipinti e veli, luci e funambolismi. Due ore di stupori in una atmosfera tra magia, teatro, danza, circo, musica che ammalieranno grandi e bambini. Lo spettacolo si concluderà con la contesa tra il fuoco e la luna per stabilire di chi sia la luce più bella.

Di chiunque sia, il cielo di Senigallia sopra la Rotonda si illuminerà di colori e florilegi accendendo anche la “Notte Bianca”. Dopo i fuochi d’artificio, via dunque alla festa che terrà sveglia Senigallia fino all’alba, senza limitazioni di orario per attività e locali. Da mezzanotte alle 3, la Rotonda a Mare ospiterà le suggestioni jazz di Sabrina Angelini Quartet tra ballads e standard da applaudire e cantare. Mentre alle 00.30 dal Piazzale della Libertà partirà la briosa parata dei Mao Branca che contagerà di ritmi travolgenti tutta la città percorrendo via Bonopera, viale Leopardi, Piazza Saffi, Corso II Giugno, Piazza Roma, i Portici Ercolani e infine il Foro Annonario. Al Foro, fino alle 4.30 circa, così come in altre piazze centrali da Piazza Saffi a Corso II Giugno, da Piazza Roma ai Portici, ci saranno continui spettacoli d’arte varia e performance di artisti di strada che strapperanno applausi boati stupori e sorrisi. Atmosfere più intime alla Pescheria del Foro, dove dalle 2 alle 4.30, si potrà seguire il “Notturno tra ritmi e parole”, un singolare spettacolo per voce recitante e percussioni proposto da “Teatri Solubili” ovvero Mauro Pierfederici (voce) e Giacomo Sebastianelli (percussioni). Voglia di ballare? La “Notte Bianca” chiama a raccolta il popolo del rock and roll per una scaldata ai bacini e alle giunture con il “Summer Jamboree... parte... prima”, concerto e performance di ballerini a cui unirsi in piazza del Duca da mezzanotte alle 3 e poi in giro per il centro. in piazza del Duca si incontrerà anche una curiosa animazione in costume. In deroga agli orari di apertura definiti solitamente, la notte tra il 14 e il 15 luglio per questa divertente “Notte Bianca”, sarà anche possibile visitare la mostra fotografica dedicata a Giuseppe Cavalli e allestita a Palazzo del Duca, fino alle 3 del mattino. Ognuno potrà dunque scegliersi il suo percorso attraverso la “Notte Bianca”. L’appuntamento finale per tutti è con le suggestioni di un concerto tra i bagliori dell’alba sul mare. Alle 5.30 infatti, il Maestro Federico Mondelci, tra i migliori sassofonisti italiani, alzerà la bacchetta radunando la Italian Saxophone Orchestra per il concerto dell’alba alla Rotonda a Mare e il buongiorno all’estate 2007 o la buonanotte ai più resistenti della “Notte Bianca”. 

 

Il calendario dell’estate 2007 della Rotonda a mare:

La stagione estiva 2007 della Rotonda a mare si articola ancora una volta per temi. Musica, performance legate alla gastronomia, ballo.

Innovativo ciclo di eventi in programma ove si conciliano i sensi del gusto e dell’udito è RAMnoteingusto a cura del giornalista Rai Sat Gambero Rosso Alfredo Taracchini Antonaros. Ospiti immancabili tra gli altri, gli ambasciatori della Rotonda Mauro Uliassi e Moreno Cedroni. Cibo e musica dunque il 19, 28 luglio e il 6 agosto.  

Per RAMinnote tre prestigiosi appuntamenti previsti il 30 luglio, 8 agosto e 13 agosto. Il primo è affidato a Renato Sellani, raffinato pianista che ha scritto molte pagine della storia del jazz italiano, definito “il poeta” da chi suona con lui. Nato a Senigallia, non poteva non essere ospite della Rotonda per una serata dai colori mutevoli in cui si proporrà in quartetto. L’8 agosto, arriva invece il “Califfo” Franco Califano, intrattenitore esperto, frequentatore della Riviera e autore di alcune tra le canzoni più belle del repertorio italiano. Il terzo appuntamento è affidato invece al giovane Francesco Cafiso in duo con Riccardo Arrighini. Se qualche anno fa, Cafiso veniva definito la giovane promessa del jazz italiano, oggi è un giovane talento confermato del panorama internazionale che sta macinando esperienza in festival e session con i più grandi del jazz mondiale. Tre anche gli appuntamenti con RAMinballo, tutti concentrati ad agosto durante la settimana del “Summer Jamboree”, festival dedicato alla musica e alla cultura dell’America degli anni ’40 e ’50, con il “Summer Jamboree Dance Ball”, l’anno scorso, la celebre popolarissima kermesse del rock and roll era entrata alla Rotonda solo per una sera, in occasione del gran ballo in stile. La Rotonda si è prestata talmente bene che quest’anno si è dunque deciso di triplicare gli appuntamenti: 19, 21 e 22 agosto, incentrandoli tutti esclusivamente sul ballo.

Per i grandi eventi dell’estate il 14 luglio ci sarà la seconda edizione de LA NOTTE BIANCA DELLA ROTONDA A MARE che si aprirà con il grande spettacolo di piazza a cura della Compagnia di Valerio Festi intitolato: “Al chiaro di luna”.

Verrà inaugurata l’otto luglio invece la mostra di macchine da caffè intitolata: “Espresso made in Italy: storia, cultura, design”, 8 luglio / 2 settembre, che mette in scena la Collezione Enrico Maltoni. Considerata il maggiore archivio storico esistente al mondo dedicato alla macchina per caffè espresso italiana dalle sue origini ai giorni nostri.

INFORMAZIONI PER IL PUBBLICO: 071.6629350

 

 

IL PROGRAMMA DEGLI EVENTI NEL DETTAGLIO

 

LA NOTTE DELLA ROTONDA (14 luglio, a partire dalle 21,30 in piazza della Libertà)

Ideato dalla compagnia di Valerio Festi, lo spettacolo scelto per inaugurare la seconda stagione estiva della Rotonda a Mare si intitola “Al chiaro di Luna” e veste Senigallia da “Città della Luna”. Atmosfere rarefatte ed evocative si succederanno dalle 21.30 circa fino a mezzanotte, quando le visioni si sposteranno da Piazza della Libertà, sul Lungomare Alighieri, al cielo sopra la Rotonda a Mare. Magiche creature popoleranno la piazza, volteggiando leggere sospese in aria. Veli e magie, trasparenze, corpi dipinti e proiezioni. Un’atmosfera da favola che incanterà il pubblico di ogni età. Un momento onirico in cui non mancherà la delicata storia d´amore tra la fanciulla e il “rinocerotto” (scambiato per il mitico Unicorno), protagonisti di un racconto popolare che accomuna tutta l´area adriatica. Sirene e velieri incantati, piccoli passi e voli, acrobazie finché il fuoco non sfiderà la luna stessa per decidere di chi sia la luce più bella. Ed ecco che il cielo si accenderà e i fuochi d’artificio illumineranno la Notte della Rotonda, dando il via alla lunga Notte Bianca di Senigallia.

 

 

RAMnoteingusto (19 e 28 luglio e 6 agosto)

“RAMnoteingusto” sarà articolato in tre serate a tema scelto: 19 luglio, 28 luglio e 6 agosto. Tre appuntamenti in cui ripercorrere o scoprire il profondo rapporto tra cibo, musica e racconto, tra convivialità e cultura e identità e suoni, ospiti di un luogo come la Rotonda che fa dell’incontro tra culture e accadimenti, il suo senso. Muovendosi in ambito mediterraneo, il ciclo del gusto inizierà col raccontare la storia del piatto principe della tavola italiana e non solo, ovvero la pasta, per poi passare alla scoperta di come la tavola sia entrata in musica e infine raccontare il mare e il pesce tra gastronomia e letteratura. A introdurre le serate, lasciando poi la parola agli esperti individuati e ai sapori, sarà il giornalista di Rai Sat Gambero Rosso, Alfredo Taracchini Antonaros, curatore del ciclo di appuntamenti. Il primo dei tre appuntamenti di “RAMnoteingusto”, giovedì 19 luglio, è dunque dedicato a “La pasta”. Piatto divenuto bandiera del sapore italiano, che caratterizza il centro-sud della penisola nell’ambito del Mediterraneo, la pasta è celebrata anche in musica specie tra Sette e Ottocento. Sarà un’intera formazione bandistica a condurre i presenti attraverso musiche, canzoni e arie anche inedite che omaggiano i maccheroni. Lo spettacolo si intitola “Note in pasta. Quante arie per i maccheroni”, è ideato dal ricercatore partenopeo, nonché direttore del museo di Pulcinella, Tommaso Esposito ed eseguito dal complesso musicale “G.B. Pinna”, direttore Egidio Napolitano. Anche il secondo appuntamento del ciclo, previsto il 28 luglio, propone un viaggio attraverso brani musicali dedicati alla tavola, al cibo e al vino. Condotta dal musicologo Dario Della Porta (dell’Università de L’Aquila), “Musica da tavola” sarà una conversazione tra aneddoti, racconti, citazioni in cui scoprire il legame indissolubile tra convivialità e musica, oltre il noto brindisi di Traviata. Si andrà dall’antica Grecia a Verdi alla musica da tavola nel Medioevo. L’ultimo appuntamento, il 6 agosto, vedrà i due chef ambasciatori della Rotonda, Moreno Cedroni e Mauro Uliassi, nelle insolite vesti di narratori. La terza serata è dedicata a “Il mare a tavola” e, oltre a raccontare il mare attraverso le loro creazioni dedicate al Mediterraneo, i due chef  lo faranno a voce, leggendo brani da Dante, Kafka, Proust, Conrad e da numerosi altri autori contemporanei. Il mare, dunque, nelle più note pagine della letteratura mondiale. In ogni serata le performance vedranno tre brevi intervalli in cui saranno serviti piatti a tema e vini diversi del territorio.

 

RAMinnote (30 luglio, 8 e 13 agosto)

Immancabile l’appuntamento con la musica alla Rotonda a Mare che quest’anno porta a Senigallia un enfant prodige del jazz, un poeta che ne ha invece scritto la storia dalla fine degli anni Cinquanta e un cantautore che ha scritto pagine tra le più belle della canzone italiana. La serie “RAMinnote” si apre il 30 luglio con il tocco leggero ed esperto di un pianista storico del jazz italiano. Definito “il poeta” del jazz, Renato Sellani è già noto e amato dal pubblico di Senigallia, essendo tra l’altro proprio questa la sua città d’origine. Affidare l’apertura della stagione 2007 è dunque un piacere per le orecchie del pubblico. Il suo garbo e la sua raffinatezza, doti che ancora oggi conquistano chi ascolta e che sono maturate con collaborazioni prestigiose a livello internazionale, si adatteranno a quelle della Rotonda proiettata sul mare e sul suono delle onde. Alla Rotonda, Sellani arriverà in Quartet. Un altro “poeta”, ma nell’ambito della canzone, è sicuramente il vitale “Califfo” che si esibirà l’8 agosto. Personaggio carismatico altrettanto noto al pubblico sia per la sua arte che per le sue avventure rosa, Franco Califano non mancherà di intrattenere con alcune delle canzoni da lui scritte fino a oggi. Quelle che fino a pochi anni fa venivano interpretate da altri e che ora passano attraverso la sua voce acquistando in racconti e suggestioni di vita vissuta. Infine, il ciclo “RAMinnote” si chiude il 13 agosto con un musicista considerato l’enfant prodige del jazz. L’alto sassofonista Francesco Cafiso, classe 1989, ha già un curriculum impressionante di collaborazioni e sale internazionali. Nel 2003, Wynton Marsalis l’ha voluto con sé in tournée. Ha stupito la platea di Umbriajazz nel 2005. La sua facilità di fraseggio e la sua maturità tecnica si stanno inoltre arricchendo della capacità di raccontare con la voce del sax, quei sentimenti resi da struggenti ballad e standard jazz indimenticabili. Il giovane Cafiso arriverà alla Rotonda in duo con il pianista Riccardo Arrighini. 

RAMinballo (19, 21, e 22 agosto)

Summer Jamboree dance ball: le tre serate interamente dedicate al ballo dell’ottava edizione del Summer Jamboree. Attraverso il festival di musica e cultura dell’America degli anni ’40 e ’50 Senigallia, la spiaggia di velluto, e divenuta nel tempo la città del rock’n’roll. Basti pensare che soltanto durante lo scorso inverno sono stati oltre trecento i partecipanti ai corsi di ballo invernali del Summer Jamboree. Quest’anno durante la settimana del festival (18/26 agosto) verranno riproposti i corsi gratuiti di balli d’epoca, e per i più entusiasti ci sarà anche il Dance Camp una full immersion di cinque giorni di lezioni di Jive. Queste iniziative curate dall’Associazione Culturale Summer Jamboree negli anni hanno creato un nutrito parterre di persone animate dal desiderio di scatenarsi nei balli più sfrenati evocati da questa straordinaria musica. Le tre serate intitolate Summer Jamboree dance ball sono state costruite appositamente per permettere a tutti gli appassionati di ballare il Jive, il r’n’r lo Swing, il Boogie e il Lindy hop con la musica suonata dai migliori Djs internazionali. Tre notti di danze nel luogo più magico e suggestivo che esista per ballare.

 

LA MOSTRA (8 luglio / 2 settembre)

“Espresso made in Italy: storia, cultura, design” racconta la storia di ben cento anni della macchina da caffè espresso made in Italy. 16 modelli in mostra, provenienti dalla Collezione Enrico Maltoni, (considerata il maggiore archivio storico esistente al mondo dedicato alla macchina per caffè espresso italiana dalle sue origini ai giorni nostri), permettono al visitatore di ammirare e toccare con mano la storia che ha reso celebre e unico l’espresso italiano attraverso le più belle ed importanti macchine da bar di tutti i tempi, perfettamente restituite all’antico splendore. La storia di ben cento anni della macchina da caffè espresso made in Italy a Senigallia dal 8 luglio al 2 settembre.

Grazie alla collaborazione tra il Comune di Senigallia e la Collezione Enrico Maltoni, due grandi ed indimenticabili simboli dell’Italian Style, l’espresso italiano e la Rotonda a Mare, “sfileranno” insieme in questa estate 2007.

Dopo più di 20 anni di attente ricerche, assidui recuperi e pazienti restauri, Enrico Maltoni, appassionato, studioso e collezionista di macchine da caffè espresso d’epoca, ha saputo raccogliere negli anni alcune vere e proprie opere d’arte del design industriale, a firma di nomi celebri quali Gio Ponti, Bruno Munari, Enzo Mari, fratelli Castiglioni, Marco Zanuso, Pininfarina.

Forse molti non sanno che fu un ingegnere milanese Luigi Bezzera, nel 1901 a brevettare un sofisticato modello cilindrico detto “a colonna” per preparare l’espresso con acqua e vapore. Sarà poi la volta della storica casa costruttrice Rancilio fondata nel 1927 da Roberto Rancilio, a realizzare negli anni ’30 il modello “a colonna“ Ottagonale in perfetto stile Art Dèco, e Preziosa per la quale la casa di Milano investirà nella prima grande campagna pubblicitaria.

Nel secondo dopoguerra Gaggia con la Classica del 1948 sostituisce il modello “a colonna” con il funzionamento a pistone, e la bevanda che prima sapeva d’amaro e di bruciato diventa la moderna “crema caffè”. 

Marchi celebri come Rancilio, La Pavoni, La Cimbali, Gaggia, Faema, Victoria Arduino, sviluppano modelli rivoluzionari e d’estrema eleganza tanto da trasformare la macchina da caffè da bar in vera arte italiana per degustare il caffè espresso nel mondo. Ecco allora sfilare insieme alla prima macchina “a colonna” costruita nel 1905 nell’officina de La Pavoni a Milano proveniente da un caffè di Piazza S.Marco a Venezia, la Victoria Arduino modello Extra degli anni ’20 in puro stile Liberty, La Dorio modello Lineare del 1945, fino agli autentici gioielli del design italiano come la Modello 54 firmata dall’architetto Gio Ponti messa in produzione da La Pavoni, La San Marco del 1952, soprannominata “Lollobrigida” per le sue fattezze morbide e arrotondate, e ancora La Pavoni Concorso del 1956 disegnata da Bruno Munari ed Enzo Mari detta  “Diamante” per le sue forme sfaccettate, oggi richiesta dai musei di tutto il mondo come simbolo del design italiano della macchina da caffè espresso. Nel 1961 Faema dedica all’eclissi solare di quell’anno il modello E-61, e negli anni ’70 il grande designer Marco Zanuso firma per Rancilio la Z-8 che segna l’inizio di nuove forme decisamente più squadrate della macchina da caffè espresso. Di qui il passo è breve per giungere ai nostri giorni con il modello Classe 10 di Rancilio, che rappresenta l’evoluzione e il futuro dell’espresso insieme all’avveniristica B.L.U.E. LB 1000 (Best Lavazza Ultimate Espresso) design Pininfarina.

La suggestione aumenta attraverso due filmati che corredano scenograficamente la mostra: il primo, una panoramica delle più celebri “comparsate” del caffè espresso nelle pellicole più famose, come Casablanca, Accattone, C’era una volta in America, Roma, Amici miei, Guerre Stellari; il secondo, la storia delle macchine esposte attraverso le vive parole di chi ha ridato loro nuova vita, il collezionista Enrico Maltoni.

Il progetto di mostra itinerante è sostenuto dalla collaborazione con Lavazza, Rancilio ed Eat a Cup. Ogni macchina sarà poi accompagnata dalle storiche tazzine Lavazza, anch’esse firmate e legate a differenti mode e momenti della storia italiana del design.

Le 16 “signore d’acciaio” sono descritte in italiano ed inglese e sapientemente esposte nel progetto espositivo ideato e realizzato dall’architetto Karim Azzabi di Design Network Milano.

Un’esposizione che dopo oltre 30 tappe e 4 continenti toccati è diventata anche un libro unico nel suo genere, in vendita all’interno della mostra, che racchiude l’archivio storico composto di  brevetti, cartoline, e poster d’epoca e un singolare e ricchissimo sito internet, sorta di “Louvre digitale” della macchina da caffè espresso: www.espressomadeinitaly.com.

Ingresso: tutti i giorni delle 17.00 alle 24.00 – biglietto €  2.50 incluso un  caffè espresso. Inaugurazione domenica 8 luglio ore 19.00 ingresso gratuito. Per gli habituè ci sarà inoltre la possibilità di acquistare una carta fedeltà al costo di 10 €.

 

LA ROTONDA A MARE – Protesa verso il mare e aperta all’accoglienza, la Rotonda fa da cerniera simbolica tra l’idea di arrivo e l’idea di partenza, luogo di sosta accessibile a tutti dove incontrarsi. L’abbraccio del disegno a conchiglia che la caratterizza, realizzato con vetrate trasparenti, diventano il segno esplicito della socialità cittadina, attenta alle due direttrici della conoscenza: il dialogo necessario con se stessi e quello altrettanto necessario trasparente con l’altro.

La programmazione della Rotonda a mare è disegnata sotto il segno di una semplice “fruibilità” da parte del pubblico. La Rotonda è anche in qualche modo una “piazza” della città, e come una piazza pubblica diviene occasione di incontro e scambio tra chi la vive, luogo per il tempo libero, luogo dove incontrarsi. Polo e punto nevralgico in cui raccontare, descrivere e realizzare attività strettamente connesse alla contemporaneità in forma di incontri letterari, musicali, mondani, artistici e di intrattenimento. Il progetto di utilizzo della Rotonda si propone di fondere all’interno dello stesso spazio le funzioni di trattenimento e di promozione turistica dell’intera regione, imponendosi come spazio accessibile a tutti, vetrina delle proposte più interessanti che provengono dalla cultura contemporanea. Le arti visive e performative, la musica, la cultura nella più ampia delle sue accezioni, trovano a Senigallia un terreno fertile nel quale crescere e svilupparsi, godendo di uno spazio capace di alimentare un humus creativo e di attrarre ingegni e talenti dall’Italia e dall’estero. Questo perché la  Rotonda è luogo profondamente simbolico, nel quale i diversi elementi naturali si mescolano in un unico paesaggio e riescono ad esprimere l’unicum del linguaggio artistico.

 

 

PER ULTERIORI INFORMAZIONI, IMMAGINI 300 DPI, ACCREDITI STAMPA

Rotonda a mare

Ufficio Stampa

Alessandro Piccinini Comunicazione

info@alessandropiccinini.it

338.4169263 – 071.7922244

Gloria Gasparrini ACCREDITI STAMPA

gloria@alessandropiccinini.it – 339.6829791

 

 
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl