"Note in pasta. Quante arie per i maccheroni"! Inizia ?= =?iso-8859-1?Q?giovedì 19 luglio alle 22, l'atteso ciclo RAM - "RAM?= =?iso-8859-1?Q?noteingusto"?giovedì 19 luglio alle 22, l'atteso ciclo RAM - "RAM?= =?iso-8859-1?giovedì 19 luglio alle 22, l'

Musiche, canzoni e arie sono composte da Giovanni Battista Martini, insigne bolognese, musicologo e religioso settecentesco; da un anonimo cantore popolare napoletano; dal famoso scrittore di canzoni partenopee Pietro Labriola; da Venceslao Agretti, dimenticato cantante lirico umbro; da due noti musicisti, il parmense Giusto Dacci e il veronese Vincenzo Mela, tutti vissuti tra l'inizio del 1800 e il 1900 e da Egidio Napolitano.

18/lug/2007 13.00.00 Ufficio Stampa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

COMUNICATO STAMPA

 

“Note in pasta. Quante arie per i maccheroni”! Inizia giovedì 19 luglio alle 22, l'atteso ciclo RAM - “RAMnoteingusto” alla Rotonda a Mare di Senigallia. Biglietti disponibili alla Rotonda a mare negli orari di apertura. INFO: 393.9567505

 

Prende avvio “RAMnoteingusto”, percorso di tre tappe (il 19, il 28 luglio e il 6 agosto) tra gusto, musica, letteratura, aneddoti e sorprese alla Rotonda a Mare di Senigallia, tutto in un’unica serata. Stimoli musicali e narrativi si alterneranno ad assaggi di piatti raffinati e deliziosi. Il primo appuntamento, giovedì 19 luglio alle 22, è dedicato alla pasta. Dopo l’introduzione di Alfredo Taracchini Antonaros, giornalista di Rai Sat Gambero Rosso Channel curatore degli appuntamenti promossi dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Senigallia, si entrerà nel vivo di questo “concerto a tempo di assaggio”. La serata si intitola “Note in Pasta. Quante arie per i Maccheroni” ed è un vero e proprio omaggio alle glorie della pasta e in particolar modo ai maccheroni, simbolo del gusto e della cultura italiana. Uno spettacolo musicale sull’invenzione della pasta e la figura di Pulcinella e del mangiatore di maccheroni. Singolare percorso tra arie e canzoni composte tra il Sette e Ottocento, alcune dimenticate o mai eseguite, frutto della ricerca appassionata di Tommaso Esposito, studioso partenopeo anche direttore del Museo di Pulcinella a Napoli. La musica sarà eseguita dal vivo dall’ensemble “G.B. Pinna” di Acerra che ha collaborato alla realizzazione dello spettacolo, disponibile anche in cd. Il Civico Complesso bandistico “G.B.Pinna” di Acerra è diretto da Egidio Napolitano, Maestro Concertatore e Direttore d’ Orchestra. A Senigallia saranno presenti i cantanti Milena Maietta (soprano), Gennaro Pedagno (tenore), Giuseppe Mazzocca (baritono). Direttore artistico: M° Modestino de Chiara. Musiche, canzoni e arie sono composte da Giovanni Battista Martini, insigne bolognese, musicologo e religioso settecentesco; da un anonimo cantore popolare napoletano; dal famoso scrittore di canzoni partenopee Pietro Labriola; da Venceslao Agretti, dimenticato cantante lirico umbro; da due noti musicisti, il parmense Giusto Dacci e il veronese Vincenzo Mela, tutti vissuti tra l'inizio del 1800 e il 1900 e da Egidio Napolitano. Ogni brano che eseguiranno dal vivo sarà preceduto da una breve scheda storica introduttiva e aneddoti. Poi seguirà l’assaggio gastronomico. L’antipasto è chiaramente affidato a un brano dal titolo “Ouverture Tarantella”, di cui non si conosce però l’autore. Poi sarà un delizioso balletto tra cibi e note. Tra pesci mantecati, rigatoni, pasta soffiata croccante e tarantelle dedicate ai “cari carissimi maccheroni”. Tra insalate esotiche di pasta, le bollicine Garofoli Brut metodo charmat, il Bianchello del Metauro Fiorini "Tenuta Campioli" e Verdicchio Castelli di Jesi Classico DOC 2003 "Lorè" Laurentina, e stupefacenti arie marziali con coro scritte a metà Ottocento, dedicate immancabilmente ai maccheroni.

Ricordiamo che la serata avrà inizio alle 22 e che il costo dell’ingresso è di 10 euro. I biglietti per le serate del cartellone “RAM” e dei suoi percorsi “RAMnoteingusto”, “RAMinnote” e “RAMinballo” sono tutti acquistabili presso la Rotonda a Mare durante gli orari di apertura dalle 17 alle 24. INFO: 393.9567505

 

Il programma musicale “Note in pasta. Quante arie per i maccheroni” nel dettaglio

“Ouverture tarantella” di Anonimo, di Pietro Labriola (1820-1900) “I Maccheroni Tarantella”, di  Egidio Napolitano “Io sono lo Spaghetto”, di Vincenzo Giuseppe Mela (1821-1897) “Idol mio caro che maccheroni” e “O carissimi o cari maccheroni”, di Giovanni Battista Martini (1706-1784) “Come son boni li macheroni”, di Anonimo (sec.IX) “I maccheroni canzonetta napoletana”, di Giusto Dacci (1840-1915) “I maccheroni canzone popolare”, di Venceslao Agretti Spagnoli (1837-?) “I maccheroni aria marziale con coro” e di Anonimo (sec.IX) “I maccheroni” (versione strumentale).

 

 

PER ULTERIORI INFORMAZIONI, IMMAGINI 300 DPI, ACCREDITI STAMPA

 

Rotonda a mare

Ufficio Stampa

Alessandro Piccinini Comunicazione

info@alessandropiccinini.it

338.4169263 - 071.7922244

Gloria Gasparrini ACCREDITI STAMPA

gloria@alessandropiccinini.it - 339.6829791

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl