VENERDì 11 E SABATO 12 GENNAIO IL NOIR SI FA IN QUATTRO! IMMAGINANDO UN TRIO PER 2 + 2 GRANDI PERFORMANCE LIVE

IMMAGINANDO UN TRIO PER 2 + 2 GRANDI PERFORMANCE LIVE venerdì 11 e sabato 12 gennaio 2008 il live del NOIR active sound stage si "fa in quattro" con IMMAGINANDO UN TRIO ares tavolazzi vincenzo danise e massimo manzi Il trio guidato dall'ex-componente degli AREA di Demetrio Stratos sarà protagonista del week-end al locale di Vico Acitillo con 2 + 2 imperdibili live-performance_ Ritorna la grande musica live su palco del NOIR active sound stage, con due "doppi" appuntamenti live!

10/gen/2008 05.49.00 MFL comunicazione Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

venerdì 11 e sabato 12 gennaio 2008

il live del NOIR active sound stage si ‘fa in quattro’ con IMMAGINANDO UN TRIO

 ares tavolazzi

vincenzo danise e massimo manzi

Il trio guidato dall’ex-componente degli AREA di Demetrio Stratos sarà protagonista del week-end al locale di Vico Acitillo con 2 + 2 imperdibili live-performance…

 

Ritorna la grande musica live su palco del NOIR active sound stage, con due ‘doppi’ appuntamenti live!

Venerdì 11 e sabato 12 gennaio 2008 protagonisti dei due concerti saranno VINCENZO DANISE (pianoforte), ARES TAVOLAZZI (basso) e MASSIMO MANZI (batteria) con il progetto-live IMMAGINANDO UN TRIO.

e se due giorni non sono abbastanza… il locale di Vico Acitillo offre un’ulteriore possibilità al suo pubblico: due doppi appuntamenti con le sonorità del trio guidato da Tavolazzi: venerdì 11 e sabato 12 gennaio 2008 un primo concerto alle ore 22.15, e, in replica, durante la stessa serata, alle 23.45. Un’occasione in più per i nottambuli di non perdere il live-act! 

Ares Tavolazzi è uno dei maggiori bassisti e contrabbassisti jazz italiani. Ha studiato violoncello e contrabbasso al Conservatorio di Ferrara ed iniziato la carriera di bassista suonando nel gruppo beat Avengers. Nel 1969 forma, con Ellade Bandini e con il tastierista milanese Vince Tempera, il gruppo The Pleasure Machine con cui incide cinque 45 giri nei tre anni successivi. Con gli stessi musicisti inizia a lavorare come session-man nelle sale di registrazione milanesi partecipando al disco L’isola non trovata di Francesco Guccini e Terra in bocca de I Giganti. Dopo lo scioglimento dei The Pleasure Machine, entra - dal 1973 al 1983 - a far parte dei leggendari AREA, accanto a Demetrio Stratos, Patrizio Fariselli e Giulio Capitozzo: con gli AREA Tavolazzi registra oltre dieci LP e partecipa a numerose manifestazioni internazionali. Nello stesso periodo si avvicina alla musica jazz, frequentando l'ambiente jazzistico di New York. Porta avanti, in quegli anni, l’attività di session-man suonando in alcuni dischi di Mina, Eugenio Finardi, Paolo Conte, Vinicio Capossela e continuando (anche dal vivo a partire dal 1982) la collaborazione con Francesco Guccini.

Per tre anni consecutivi (dal 1984 al 1986) è primo in una speciale classifica dei bassisti italiani indetta da Guitar Club. Nel 1987 vince il premio A. Willaert come migliore musicista dell'anno. Dal 1990 ad oggi collabora in concerti live e registrazioni discografiche con numerosi musicisti italiani e stranieri, tra i quali Massimo Urbani, Enrico Rava, Stefano Bollani, Franco D'Andrea, Dado Moroni, Ermanno Maria Signorelli, Enrico Pierannunzi, Roberto Gatto, Danilo Rea, Carlo Atti, Paolo Fresu, Tino Tracanna, Gianni Basso e molti altri. Ha tenuto seminari sull'improvvisazione in tutta Italia, insegnando anche a in scuole jazz di Milano, Bologna, Ferrara, Rovereto.

 

Vincenzo Danise nasce a Napoli, e già a nove anni inizia lo studio del pianoforte classico. Nel 1996 viene ammesso al Conservatorio di San Pietro a Majella di Napoli. Parallelamente ad una solida educazione classica, da subito alimenta la passione per ogni genere musicale, attraverso svariate collaborazioni e con la partecipazione ai seminari di Joe Diario, Enrico Pierannunzi e Danilo Rea.

Vince nel 1997 una borsa di studio partecipando al concorso jazz per piano solo indetto dalla Yamaha. Da quel momento approfondisce la sua passione per il jazz: nel 1999 forma un trio con Aldo Vigorito e Ivo Parlati e suona anche con Sergio Di Natale, Pippo Matino, Daniele Scannapieco e Marco Zurzolo.

Dal 2004 partecipa a numerose rassegne musicali che lo vedono protagonista come solista e, due anni dopo, vince l’ambito premio per giovani talenti jazz ‘Chicco Bettinardi’, conquistando i favori della giuria e del pubblico; dal 2007 collabora con il musicista Marco Zurzolo.

 

Massimo Manzi si fa strada nella scena musicale romana a metà degli anni Settanta. Dopo alcune lezioni a Roma con i Maestri Iannaccone e Tommaso si trasferisce stabilmente a Senigallia dove tuttora vive. Nella prima metà degli anni Ottanta si perfeziona nel jazz drumming seguendo i seminari, a Ravenna, del grande Max Roach.

Frequenti le sue esibizioni in  formazioni come il Knowledge Tower Ensemble di Marco Omicini, e l’Orchestra Contemporanea diretta da Tony Fidanza e la Marche Jazz Orchestra (diretta da Bruno Tommaso). Ha inoltre preso parte a tutte le più importanti manifestazioni italiane: da Umbria Jazz (‘89/’90) ai festival di Ancona, Bergamo, Bologna, Catania, Milano, Pescara, Roma e Siena.

Svolge da oltre quindici anni un’apprezzata attività didattica con corsi fissi e clinics in varie località, ed è docente di batteria jazz ai corsi sperimentali del Conservatorio Martini di Bologna. Il batterista romano ha, inoltre, accompagnato in alcune trasmissioni radiotelevisive noti personaggi del mondo dello spettacolo con l’Orchestra ritmica della RAI Milano e con l’Italian Big Band.

 

Immaginando un trio… il live ‘si fa in quattro’ al NOIR active sound stage: venerdì 11 e sabato 12 gennaio 2008 (dalle ore 22.15 e in replica alle 23.45) con tre musicisti d’eccezione.

 

 

 

PER INFORMAZIONI ALLA STAMPA

MFL comunicazione

Info _ 081.5587404 | 081.2291167

e-mail _ info@mflcomunicazione.it

 

Questo comunicato le viene inviato ai sensi dell'art. 13 del codice sulla privacy (D.Lgs 196 del 30 giugno 2003). Qualora non intendesse più ricevere i nostri comunicati la preghiamo di inviare una e-mail di risposta con oggetto: cancella a questo stesso indirizzo.

 

 

 

 

 

              

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Next on stage

domenica 13 gennaio 2008

torna sul palco del NOIR

Swing kids…

consueto appuntamento che si arricchisce con una speciale

jam session!

  

 

 

 

 

 

 

 

 

 

NOir active sound stage   www.noirnapoli.com

vico acitillo, 58 |

adiacenze stadio collana  vomero | napoli

www.myspace.com/

noiractivesoundstage

info / prenotazioni

347.0512211 | 338.9073756

 

food & drinks 

Clotilde Cozzolino 347.0512211

direzione artistica

Fabio Scopino 392.1588758

 

 

 

 

 

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl