De Andrè, Gino Paoli, David Byrne e Felice Clemente per il “Grado Festival Ospiti d’Autore” di luglio.

16/giu/2009 16.52.24 Blu Wom Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Grande ritorno per il Grado Festival Ospiti d’Autore, giunto alla sua seconda edizione, che quest’anno regalerà quattro appuntamenti con la musica più ricercata, nella suggestiva cornice della Diga Nazario Sauro, location mozzafiato sul mare.

Musica d’autore quindi per raccontare l’estate 2009 di Grado, l’Isola del Sole, perla turistica dell’alto Adriatico, da sempre in grado di attirare turisti da tutta Italia e dai Paesi contermini di Austria, Germania, Slovenia e Croazia, particolarmente nota per il suo fascino. Ed è proprio sull’onda di questo fascino che il Grado Festival Ospiti d’Autore s’inserisce alla perfezione: la Diga affacciata sul mare, un palcoscenico e le poltrone bianche che ne danno risalto di notte, le note di artisti di fama internazionale a coronare una serie di serate uniche nel loro genere.

Ideato e prodotto da Azalea Promotion, in collaborazione con il Comune di Grado e la Regione Friuli Venezia Giulia – Ospiti di Gente Unica, il Festival è dedicato ad un pubblico quanto mai eterogeneo, sia per provenienza che per gusto e fascia d’età, accomunato dalla ricerca di qualcosa di nuovo e dalla voglia di trovare un modo diverso per passare una serata indimenticabile all’insegna della musica d’autore, in riva al mare.

“De Andrè canta De Andrè”: l’apertura ufficiale della seconda edizione del Grado Festival Ospiti d’Autore verrà affidata ad una serata all’insegna dei ricordi martedì 7 luglio con Cristiano De Andrè & band, omaggio di un figlio d’arte in occasione dei 10 anni dalla scomparsa del mitico Fabrizio. Lo spettacolo si comporrà di due momenti musicali distinti, il primo rock ed il secondo acustico nel quale De Andrè utilizzerà gli strumenti con i quali ha sempre accompagnato in tour il padre fin dal 1980 (chitarra, bouzouki, violino, ecc…). Un evento imperdibile già destinato a scrivere una pagina di storia della musica italiana: la rilettura di tutto il repertorio dell’indimenticabile Faber attraverso lo sguardo e soprattutto la voce del figlio Cristiano, in grado di riportare al presente canzoni e melodie rimaste un po’ nella memoria di tutti.

Sabato 11 luglio spazio ad un’altra pietra miliare della canzone italiana con Gino Paoli ed il suo “Storie d’estate”, tournée celebrativa dei 50 anni di carriera del cantautore genovese (ma monfalconese di nascita). Per il concerto di Grado, Paoli proporrà alcuni dei brani tratti dall’ultima fatica discografica intitolata “Storie”, raccolta di racconti musicali inediti narrati da “un bambino con i capelli bianchi che parla d’amore” (come spesso ama definirsi lo stesso cantautore), uscito lo scorso gennaio. Oltre alle nuove canzoni fra le quali spicca l’ultimo singolo “Due Vite”, riflessione sul viaggio che la vita stessa rappresenta, per accontentare anche gli ammiratori più affezionati non mancheranno comunque gli storici brani che hanno reso Gino Paoli popolarissimo come “Sapore di Sale”, “La Gatta” e tanti altri.

Appuntamento con la musica internazionale invece venerdì 17 luglio, quando a calcare il palcoscenico della Diga Nazario Sauro sarà David Byrne con una tappa del suo tour “Songs of David Byrne and Brian Eno”. Dal debutto come co-autori del loro primo album a quattro mani nel lontano 1981, l’ex membro dei Talking Heads Byrne è tornato a collaborare con l’ex Roxy Music Eno nel 2008 per l’album “Everything That Happens Will Happen Today”. Da qui il progetto live di Byrne, che proporrà con la sua band le canzoni più significative di questo lavoro che può definirsi di genere folk-elettronico-gospel, per il quale le parole e le melodie da lui composte ne accompagnano alla perfezione le singolari sonorità. Un miscuglio di generi così diversi deliberatamente lasciati allo stato grezzo ed armonicamente semplice in grado di dare vita sia a motivi positivi e di speranza, sia a scenari più oscuri ed enigmatici in grado di riflettere appieno il mondo complicato di oggi.

A conclusione di questo intenso viaggio musicale ricco di perle, un’ultima “chicca”: una serata ad invito martedì 21 luglio per apprezzare dal vivo la promessa del jazz italiano Felice Clemente in quartetto. Dal titolo particolarmente suggestivo vista la location in riva al mare, “Blue of Mine” è il frutto delle esperienze e degli incontri musicali che il giovane artista milanese ha accumulato durante la sua breve ma già intensa carriera. Accompagnato da quattro musicisti con i quali collabora da tempo e senza paura di mettersi in gioco, il concerto di Clemente si preannuncia come un dialogo tra pubblico ed artisti, accomunati in egual misura dalla passione per quella musica che è uno dei pochi elementi in grado di fare tutti noi partecipi di una sorta di “unicum” trascendente luoghi e culture.
 
La scelta della line-up ha tenuto in considerazione la possibilità di poter creare proposte di pacchetti turistici ad hoc fornendo una serie di facilities a coloro i quali intenderanno abbonarsi all’intera rassegna o solamente ad una serata. In quest’ottica il Grado Festival Ospiti d’Autore è stato inserito nell’ambito della promozione turistica “MUSIC & LIVE” (www.musicandlive.it), promossa dall’agenzia regionale TURISMO FVG e dalla Regione Friuli Venezia Giulia.










Azalea Promotion s.r.l.
Ufficio Stampa: Luigi Vignando
tel. +39 348.9007439 - luigi@azalea.it


BLU WOM srl
Resp. Ufficio stampa UD: Laura Elia
tel. + 39 345 2446081 - laura.elia@bluwom.com


 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl