Mostra a Castiglioncello "Da Corot ai Macchiaioli al Simbolismo"

13/set/2009 20.38.41 Toscana e Tirreno Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Mostra Nino Costa a Castiglioncello - Nino Costa e il paesaggio dell'anima.

Dal 19 luglio al 1 novembre 2009
Tutti i giorni: 9.00 - 19.00 Chiuso il lunedì
Castello Pasquini, Piazza della Vittoria - Castiglioncello (Livorno)
Biglietti: € 6,00; ridotto € 4,00

La mostra analizza il ruolo di mediatore culturale svolto da Nino Costa nel panorama europeo,
ripercorrendone l'intero arco creativo.
Grazie alla disponibilità di prestigiose collezioni pubbliche e di importanti raccolte private, saranno presentati a Castiglioncello dipinti mai visti prima nel nostro Paese, provenienti da esclusive collezioni inglesi, francesi e d'oltre oceano.
L'esposizione inizia dagli originalissimi studi sul paesaggio eseguiti da Costa dal vero negli anni '50 ad Ariccia e nella campagna romana, quindi prosegue sul sodalizio intellettuale con gli inglesi George Mason e Frederic Leighton, attraversando il periodo toscano, in cui il pittore venne a stretto contatto con il gruppo dei Macchiaioli. Seguiranno poi le opere eseguite durante i frequenti soggiorni inglesi, e caratterizzate sempre dalla progressiva trasformazione del "vero naturale" in "paesaggio dell'anima".
Circa 90 dipinti eseguiti nel corso della vita del pittore e numerose opere di altri artisti internazionali, documenteranno con un confronto diretto gli inflenze che legarono Nino Costa con Corot e i paesisti, gli inglesi Charles Coleman, Frederic Leighton, George Mason e infine gli artisti della Etruscan School, tra cui George Howard, pittore, amico e mecenate di Costa.
La mostra si articola in cinque sezioni.

leggi tutto

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl