La Jure Novo vi racconta la Sila Grande. www.jurenovo.it

29/nov/2004 22.00.02 maria grazia andali Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Sila Grande:la meta per ogni stagione
http://www.jurenovo.it/?action=detail&art_id=192&sez=4&ssez=17


A pochi chilometri dalla costa ionica e tirrenica, si trova una tale varietà
di boschi intervallati da praterie e pascoli, un’area ricca di torrenti e di
laghi, tanto da rendere questo vasto altipiano l’autentico cuore verde del
Mediterraneo.
E’ la Sila Grande.

Non è solo un nome.
Non è solo un luogo.
Non è solo montagna.
La Sila è.
E’ una visione che ferisce lo sguardo per l’eccessiva bellezza.
E’ contraddizione.
E’luce, sole, neve, passato nel presente, ombra, cielo.
E’colore, sapore, odore.
E’ memoria di gesti lenti, ridondanti di sapere.
E’ esperienza … un’esperienza da vivere.
Incanta per l’austerità dei paesaggi, per quel modo singolare con cui
l’intenso azzurro del cielo sposa i colori della terra. Un cielo giocoso
d’estate che si lascia solleticare dalle altissime cime dei pini.
Un cielo plumbeo d’inverno, che protegge in un abbraccio di neve i suoi
tersori.
Un cuore che pulsa, che vive, che ricorda.
Un cuore che incanta.




La Sila evoca immediatamente immagini di purezza, di incontaminazione, di
mistero, di libertà.
La chiave di lettura di questo territorio è il TEMPO.



Non è solo il Tempo della Storia, quella dei libri, quella che ci racconta
delle dominazioni succedutesi su questo territorio, delle
macrotrasformazioni avvenute, delle contaminazioni culturali.
E il tempo del microcosmo, della gente che qui vive.
Questo luogo, i suoi abitanti, le sue trasformazioni, sentono il ciclo delle
stagioni, il ciclo della luna e il ciclo della vita. Non è difficile sentire
i passi del passato: basta stare in silenzio ed ascoltare, basta fermarsi e
respirare la Sila.

Ogni stagione detta le sue leggi, e l’uomo ha saputo adattarvisi
sapientemente.
La saggezza popolare degli abitanti della Sila è stata il vivere in armonia
con i suoi tempi e i suoi dettami.

Ogni attività economica, ogni gesto, ogni scelta, ha il suo tempo. E’ fatta
per tempo, e viene tramandata. La storia qui ha un respiro ampio. Ciclico.
Immutabile.

Grazie alla distanza geografica che ha preservato questo luogo da precoci
evoluzioni, ancora oggi, nell’era di internet, in Sila il passato vive nelle
tradizioni, nella cultura, nei gesti lenti e ridondanti di sapere.
Vive nella coperta lavorata al telaio , nel vasetto di funghi, nel lento
lievitare del pane, nel caciocavallo, nella lavorazione della pietra, nella
manualità degli orafi, degli artigiani, nella trasformazione delle carni,
nella transumanza, nel sospiro del vento che attraversa i fitti boschi,
nell’ospitalità delle sue genti.


Le sue caratteristiche la rendono luogo ideale e destinazione preferita
degli amanti della natura.
Ma la Sila non è solo montagna!
Il Brigantaggio, l’arte dei tessuti e dei ricami, le tecniche culturali, il
folklore ed i riti legati alle festività e al passaggio delle stagioni e dei
Santi, il patrimonio architettonico, storico e culturale, il dialetto, i
canti ed i balli, sono solo alcuni degli elementi che danno forza al
prodotto Sila. Organizzare queste risorse in sistema, mettendo in rete gli
operatori, consentirà di destagionalizzare l’offerta turistica.

Gli accordi musicali delle antiche melodie che scandiscono i momenti della
vita, del lavoro, delle preghiere popolari tengono il tempo del pulsare del
cuore di questa terra.

Ed è sempre Tempo per visitarla: Sila, il Cuore Grande di Calabria.
tel 0984993054
info@jurenovo.it


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl