COMUNICATO STAMPA: TUTTI I CAMPANILE DELLE PARROCCHIE DI NOLA E CIMITILE HANNO SUONATO PER L'INIZIATIVA "SUONIAMO I CAMPANILE D'ITALIA PER SOSTENERE I DIRITTI UMANI"

10/dic/2009 22.43.03 Associazione Meridies Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

COMUNICATO STAMPA

TUTTI I CAMPANILE DELLE PARROCCHIE DI NOLA E CIMITILE HANNO SUONATO PER L'INIZIATIVA "SUONIAMO I CAMPANILE D'ITALIA PER SOSTENERE I DIRITTI UMANI"
(11.12.2009)

Nola- L’Associazione Meridies e l’Ufficio Beni Culturali della Curia Vescovile di Nola, ringraziano di vero cuore i parroci e le comunità parrocchiali di Nola e Cimitile per aver aderito con gioiosa e convinta partecipazione alla manifestazione nazionale SUONIAMO I CAMPANILE D'ITALIA PER SOSTENERE I DIRITTI UMANI, indetta dall’Associazione Gruppo Campanari di Arrone (Terni). Infatti, alle 21.00 di ieri 10 dicembre 2001, tutti i campanili di Nola e Cimitile hanno fatto sentire la propria "voce" all'unisono (e idealmente con quelle di numerosi campanili italiani, a partire da quello di Arrone) in favore dei diritti umani nel mondo. Nola e Cimitile sono state così inondate del suono delle campane, delle quali San Paolino da Nola è per tradizione l'inventore e il protettore dei campanari, in un suggestivo concerto per testimoniare la presenza della città di Paolino in difesa dei diritti umani. "Siamo molto felice della riuscita di tale iniziativa - ha sottolineato Angelo Amato de Serpis, Presidente di Meridies -, anche perchè proprio ieri siamo tornati da Arrone dove siamo stati ospiti dei campanari di quel bellissimo paese. Abbiamo ricevuto un'accoglienza calorosissima e la possibilità di assistere ad una suggestiva sonata del campanile della Chiesa di San Giovanni Battista e all'abilità dei maestri campanari di Arrone. A breve speriamo di poter ospitare a Nola gli amici di Arrone e, magari, verificare la possibilità di una sonata del campanile della Cattedrale di Nola. Ci piacerebbe riportare a Nola la tradizione campanaria antichissima che si è oggi persa con l'aiuto, in primis, dei Campanari di Arrone. Nel paesino vicino Terni, alla presenza anche dell’artista Vittorio Avella e dell’antropologa Katia Ballacchino, abbiamo avuto modo di emozionarci al suono delle campane e per la bravura dei maestri campanari di Arrone, con il desiderio di portare anche a Nola presto tale emozione. Un ringraziamento per l’accoglienza ricevuto anche da parte del sindaco Loreto Fioretti, dell’assessore alla cultura Matteo Orsini e di tutti i cittadini di Arrone". 

 

 

Nola lì 08.12.2009

 

 

Nola lì 08.12.2009

 

 

INFO: www.areanolana.it

 

Hai ricevuto quetsa mail in quanto iscritto alla mailing list dell'Associazione Meridies. Se non intendi ricevere informazioni e comunicato dal sito www.areanolana.it di Meridies puoi cancellare il tuo indirizzo di posta elettronica dalla nostra lista rispondendo alla newsletter ricevuta con oggetto "cancellami". I dati in possesso dell'Ufficio Stampa sono trattati in rispetto all'art. 7 del codice della Privacy  (d. lgs 196/2003), sulla tutela dei dati personali e saranno utilizzati al fine di aggiornarti sulle notizie da te prescelte.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl