Una “Pepita” nel Cuore di Roma. La Nuova Iniziativa dei Fratelli de Martino

Dopo i grandi successi di Montecarlo, Parigi, Bogotà e Bangkok, Luca e Riccardo de Martino si riaffacciano sulla scena romana con una nuova iniziativa che, c'è da scommetterci, li renderà ancora più amati: il ristorante "Pepita" in Via dei Banchi Vecchi 140a, nel cuore della Roma barocca.

21/dic/2009 14.23.36 Diritto d'Immagine Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Roma 21 dicembre 2009. Dopo i grandi successi di Montecarlo, Parigi, Bogotà e Bangkok, Luca e Riccardo de Martino si riaffacciano sulla scena romana con una nuova iniziativa che, c’è da scommetterci, li renderà ancora più amati: il ristorante “Pepita” in Via dei Banchi Vecchi 140a, nel cuore della Roma barocca.

 

Ma chi sono i de Martino?

 

Luca, il maggiore, è un affascinante enigma anche per chi lo conosce da anni. Geniale e continuo re inventore di se stesso, dotato della forza e della determinazione di una tigre, Luca ha animato per anni eventi ed iniziative, soprattutto nelle località di mare come Porto Santo Stefano, Porto Ercole, Porto Venere, Bahia e Cap d’Antibes, che hanno fatto epoca. Sua la leggendaria iniziativa dei Concerts Sur l’Eau in Costa Azzurra. Riflessivo, empatico, esplosivo.

 

E che dire di Riccardo (detto “Ricca”)? Dagli indimenticabili anni Novanta, nei quali la sua figura e quella del Piper Club di Roma coincidevano negli occhi e nel cuore delle centinaia di fanciulle che lo frequentavano, al più serioso ma anche più impegnativo compito di organizzatore degli eventi del Warner Village del Parco de’ Medici, Ricca è la quintessenza del bon vivant del Duemila. Semplice, elegante, efficace.

 

Adesso, Luca e Ricca hanno individuato un piccolo gioiello architettonico nei pressi di Via Giulia, e lo hanno adattato ad accogliere il loro sogno di sempre: far conoscere a tutti gli amici le prelibatezze del cosiddetto “pesce povero”. Infatti branzini, orate, sogliole, pescatrici, dentici e altri pesci "alla moda" hanno monopolizzato e standardizzato il nostro menu, a casa e al ristorante, a scapito di pesce azzurro e di altre specie cosiddette povere ma ugualmente saporite, che hanno lo stesso valore nutrizionale e sono addirittura più economiche. Una mission, più che un ristorante, quella di Luca e Ricca, che presentano un menu composto di alici, sgombri, latterini, sugherelli, sciabole, alose e chi più ne ha più ne metta, per restituire al palato degli amici romani la semplice genuinità del pesce “vero”. La genialità? La presentazione al cartoccio. La vera Pepita d’Oro di questa storia: una semplicità apparente, che è come oro grezzo.

 

Il ristorante dei fratelli de Martino, Pepita, è nato per essere il punto di incontro delle migliaia di amici che, nel corso degli anni, Luca e Ricca hanno saputo raccogliere intorno a loro, in uno spirito di grande semplicità ed eleganza d’animo. Chi ha già avuto la fortuna di frequentarlo, certamente, ne è uscito arricchito.

 

Per informazioni: Ristorante “Pepita”, Via dei Banchi Vecchi 140A, Roma. Telefono:  

+ 39 06 68807966

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl