Il Consorzio Vini di Romagna si è riaggiudicato la gestione della "nuova" Cà de Bè di Bertinoro

Il Consorzio Vini di Romagna si è riaggiudicato la gestione della "nuova" Cà de Bè di Bertinoro Il Consorzio Vini di Romagna si è riaggiudicato la gestione della "nuova" Cà de Bè di Bertinoro A condurre lo storico locale per conto del Consorzio saranno due giovani cervesi Nella primavera del 2011, dopo una serie di significativi lavori di restauro e di riqualificazione attualmente in corso, riaprirà la Cà de Bè di Bertinoro.

10/lug/2010 12.43.58 Pierluigi Papi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

Il Consorzio Vini di Romagna si è riaggiudicato

la gestione della “nuova” Cà de Bè di Bertinoro

A condurre lo storico locale per conto del Consorzio saranno due giovani cervesi

 

Nella primavera del 2011, dopo una serie di significativi lavori di restauro e di riqualificazione attualmente in corso, riaprirà la Cà de Bè di Bertinoro. Lo storico locale, uno dei simboli dell’enogastronomia romagnola, sarà ancora una volta gestito dal Consorzio Vini di Romagna che si è aggiudicato in questi giorni la gara d’appalto indetta dal Comune di Bertinoro.

 

«Dopo la positiva esperienza degli anni passati, abbiamo deciso di partecipare nuovamente alla gara d’appalto indetta dal Comune dal momento che il vecchio contratto era giunto alla scadenza naturale - commenta Giordano Zinzani, Presidente del Consorzio Vini di Romagna - Per i prossimi venti anni saremo quindi alla guida dalla “nuova” Cà de Bè che si ripresenterà al pubblico con un rinnovato assetto strutturale e con un nuovo arredamento, salvaguardando l’armonia del luogo e le sue peculiarità storico-architettoniche. Abbiamo già individuato anche i gestori, il Sommelier Simone Rosetti e Michele Baldini, con i quali abbiamo condiviso la volontà di ampliare e qualificare ulteriormente l’offerta enogastronomia, nel rispetto delle nostre tradizioni romagnole».

 

«Il forte legame con il territorio sarà la prima peculiarità della Cà de Bè - sottolineano i due neo gestori del locale, Simone Rosetti e Michele Baldini, sommelier il primo, ristoratore il secondo, entrambi cervesi - Da noi sarà possibile degustare ed acquistare tutti i vini delle aziende aderenti al Consorzio Vini di Romagna che faremo “sposare” con la gastronomia locale. A partire ovviamente dalla piadina accompagnata da salumi e formaggi, ma anche primi piatti fatti a mano, dolci caserecci ed altre pietanze di qualità. Nel corso dell’anno proporremo inoltre serate a tema con originali e gustosi abbinamenti cibo/vino, corsi di avvicinamento e di approfondimento sul vino e sulla gastronomia romagnola e molti altri appuntamenti che stiamo studiando in vista dell’apertura».

 

 

 

Ufficio stampa, per ph5:

P&P di Pierluigi Papi tel. 338 3648766 pep@agenziatsampa.ra.it

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl