Il Premio CerviaAmbiente a Jean-Paul Fitoussi sabato 16 ottobre all¹Hotel Aurelia di Milano Marittima: si parla di "Una nuova ecologia politica. Un nuovo fare concreto".

10/nov/2010 12.13.41 TatianaT Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
 
 


SARÀ’ IL PROFESSORE JEAN-PAUL FITOUSSI A RITIRARE IL PREMIO CERVIAAMBIENTE 2010.
 
Sabato 16 ottobre all’Hotel Aurelia di Milano Marittima


Come accade dal 1973 anche quest’anno sarà consegnato il primo Premio italiano CerviaAmbiente ad uno dei protagonisti internazionali, tra i più significativi impegnati negli studi e nelle ricerche sull’ambiente. Sabato 16 ottobre 2010, negli spazi dell'Hotel Aurelia di Milano Marittima, avrà luogo una giornata di lavori declinati all’ambiente dal titolo “Una nuova ecologia politica. Un nuovo fare concreto” durante la quale sarà assegnato l’illustre riconoscimento, gestito dalla Fondazione CerviaAmbiente, al professore Jean-Paul Fitoussi per insignire il lavoro svolto dall’accademico francese nell’ambito delle politiche economiche ambientali.
Il “Premio CerviaAmbiente” ha avuto negli anni una crescita notevole, diventando un premio internazionale, a cadenza biennale, riconosciuto come punto di riferimento per le personalità che si distinguono nel campo ambientale.La mattinata all’Hotel Aurelia (Viale 2 giugno – Milano Marittima) partirà alle ore 9,00 con il Convegno e la tavola rotonda sul tema: “Economia ecologica: dire, fare, cambiare”.
A seguire, alle 12.00, la consegna del Premio a Jean-Paul Fitoussi  che spiegherà in una lezione magistrale le sue osservazioni. Docente all'istituto di studi politici di Parigi dal 1982, Fitoussi presiede l'Osservatorio Francese delle Congiunture Economiche (OFCE) dal 1989. È membro del consiglio scientifico dell'istituto "François Mitterrand". I suoi lavori riguardano le teorie dell'inflazione della disoccupazione, le economie aperte e il ruolo delle politiche macroeconomiche. È un critico della rigidità di bilancio e monetaria, perché hanno un effetto negativo sulla crescita e l'occupazione. I suoi lavori recenti riguardano i rapporti tra democrazia e sviluppo economico. È presidente del consiglio scientifico  dell’I.E.P Conseil Inventaires Estimations et Partages di Parigi dal 1997 e membro del Consiglio di analisi economica del Primo ministro. È docente di International Economic Policy presso la LUISS di Roma. Dall'anno accademico 2010/11 parteciperà all'insegnamento della prima laurea magistrale in "International Relations" in lingua inglese della LUISS Guido Carli. Dal maggio 2010 è membro dell'advisory board del Barilla Center for Food & Nutrition.
 
La Fondazione CerviaAmbiente nasce nel 1973 all’interno dell’amministrazione comunale di Cervia con il compito di organizzare il “Premio Cervia”. Sin dagli esordi la sua attività si concentra sulla promozione e realizzazione di, di corsi di formazione e di itinerari di educazione ambientale cui si affianca la progettazione, gestione e valorizzazione dell’uso compatibile dei beni e delle risorse ambientali. Accanto a queste attività si sviluppano le iniziative a sostegno della ricerca, con l’istituzione di borse di studio e premi a favore di studenti e ricercatori, la ricca produzione editoriale, la costituzione di un centro di documentazione, la cura del Premio CerviaAmbiente.
Nel 1987 è stato firmato il primo statuto della “Fondazione CerviaAmbiente” da parte degli enti fondatori: Regione Emilia-Romagna, Provincia di Ravenna e Comune di Cervia; nel 1991 si insedia il nuovo Consiglio d’Amministrazione. Da quel periodo ad oggi numerose sono state le iniziative dedicate ai temi dell'ambiente e alla diffusione di una cultura attraverso gli strumenti dell’educazione ambientale, della formazione e dell’informazione tramite convegni ed iniziative. A supporto di questa attività è nata “FormaAmbiente”, struttura pensata per l’offerta formativa rivolta ai decisori pubblici; mentre il lavoro di educazione ambientale (CerviaAmbiente è un centro INFEA della Regione Emilia- Romagna) ha prodotto laboratori prestigiosi come i noti “itinerari azzurri”. Da quattro anni la Fondazione è punto centrale del progetto di Gestione Integrata delle Zone Costiere (GIZC).

Per informazioni: www.cerviaambiente.it.

  

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl