Passo Sella e Cles, due splendide mete invernali

Grazie alla grande varietà di piste, differenti per grado di difficoltà e livello, a Passo Sella diventa molto semplice riuscire ad accontentare i gusti più disparati dei turisti.

29/ott/2010 23.08.43 Sara Borsari Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Complici le temperature in picchiata, l’inverno sembra sempre più vicino. Guanti, cappelli, sciarpe, maglioni e cappottini; tutto sembra congiurare, universalmente e in pieno accordo, per ricordare costantemente che il freddo è alle porte e il tempo degli smanicati e della gola al vento sono finiti. A meno che non si voglia trascorrere una settimana a letto, preda di febbre e dolori articolari. Gli amanti del caldo sono ormai pronti ad archiviare il loro entusiasmo e a cadere in un leggero letargo della durata di qualche mese. Diversamente, gli appassionati della neve e degli sport invernali stanno per vivere entusiasticamente la loro stagione preferita.

Ecco quindi che già ora è tutto un rincorrersi di prenotazioni per viaggi nelle più ambite mete turistiche invernali. Scelte come le vacanze al Passo Sella nelle Dolomiti sono un must per gli sciatori, di qualsiasi livello essi siano. Grazie alla grande varietà di piste, differenti per grado di difficoltà e livello, a Passo Sella diventa molto semplice riuscire ad accontentare i gusti più disparati dei turisti.

Restando in Trentino e spostandosi leggermente, una delle località più caratteristiche e sicuramente imperdibile per un turista invernale (ma non necessariamente tale) è Cles: trascorrere le vacanze a Cles nella Val di Non, infatti, permette ai turisti di sperimentare direttamente le atmosfere magiche di un posto che sorge sulle sponde del lago artificiale di Santa Giustina e che secondo la tradizione vedeva la riunione di tutte le streghe prima del compimento da parte loro dei malefici. Ma si racconta anche che sul burrone del rio di Santa Giustina riuscì a volare l’asina in groppa alla quale un barone stava scappando.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl