Non solo sport nella Val di Non

08/nov/2010 09.31.01 Sara Borsari Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Il Trentino si offre al turista con una vasta gamma di attrattive, che spaziano dalla natura alla gastronomia, dal folklore alla ricettività alberghiera, dallo sport alla cultura.

Se siete affascinati dagli edifici storici, le vacanze a Brez in Val di Non vi permetteranno di camminare accanto ad alcune costruzioni di pregio, come Casa de Avancini, del 1697, interessante per la torre d'angolo a pianta quadra e la meridiana ivi posta, e Casa Ruffini, sulla cui facciata si può ammirare l'antico stemma di famiglia. Per rinfrancarsi dopo escursioni e passeggiate, non ci si può esimere dal gustare qualche piatto tipico presso i ristoranti del paese, come, ad esempio, la mosa, un piatto preparato con latte, acqua, farina di polenta e farina bianca, servito dopo una cottura di 40 minuti e cosparso con burro arrostito.

Diversi edifici pregevoli si offriranno al vostro sguardo se, invece, passerete le vostre vacanze a Cavareno in Val di Non, paese che, oltre ad essere dotato di numerose strutture sportive, commerciali e turistiche, presenta testimonianze della sua storia nobiliare. Fra tutti spiccano il Palazzo De Campi, del XVI secolo, e del Palazzo De Zinis, dello stesso periodo, attuale sede municipale. La Chiesa di S. Maria Maddalena è stata più volte rimaneggiata,ma ha conservato un bel campanile gotico; la pala dell'altare maggiore si deve a Giovan Battista Lampi, ritrattista di fine '700, famoso in tutta Europa. Dall'incendio che nel 1906 distrusse la parte più antica di Cavareno si è salvata la chiesetta dei SS. Fabiano e Sebastiano, che prese le dimensioni attuali nel 1480. Interventi di restauro rendono visibili al visitatore parti del pavimento originale e affreschi della fine del XV sec.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl