DICEMBRE, TEMPO DI MERCATINI NATALIZI

Anche passeggiando con un clima polare, poco si pensa al freddo se si è impegnati a rovistare tra prodotti artigianali, sorseggiando vin brulé.

02/dic/2010 09.09.29 Movolo Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Dicembre vuol dire Natale, e Natale significa preparativi! Per immergersi in quell’atmosfera che rende così unica l’attesa del Natale, non c’è niente di meglio che passeggiare tra i mercatini natalizi, con i suoi oggettini, i dolci e l’odore di zucchero filato, nocciole e vin brulé.

Sarà per i canti, per le luci, per i regali, le candele, il camino acceso, ma la l’attesa del Natale è forse ben più suggestiva del 25 Dicembre in sé. Si comincia a preparare tutto sin dai primi giorni di Dicembre, a volte, ammettiamolo, addirittura da Novembre.

Tappa immancabile per ogni preparazione natalizia che si rispetti, è la tradizionale passeggiata per i mercatini: tra ghirlande, addobbi e decorazioni più o meno originali, la rincorsa del Natale comincia proprio dalla miriade di bancarelle che sfidano il freddo delle grandi città e dei piccoli borghi europei. Anche passeggiando con un clima polare, poco si pensa al freddo se si è impegnati a rovistare tra prodotti artigianali, sorseggiando vin brulé.

L’Alto Adige è ogni anno una delle mete più ambite, soprattutto per i mercatini di Bolzano e Merano, ma in Europa sono tante le destinazioni famose: Salisburgo, Praga e Riga sono solo un esempio.

Bolzano, tra i suoi monti, è una meta stupenda, resa ancor più suggestiva dall’aria natalizia che si respira girovagando tra oggetti lavorati a mano, giocattoli in legno, stoffe e sete impreziosite da ricami. Qualche chilometro più in là, Merano potrebbe essere eletta meta natalizia perfetta per i bambini: qui i più piccoli si cimentano nella preparazioni di classici dolci e possono ascoltare la storia del cioccolato nella fabbrica cittadina … magari assaggiando varie leccornie.

La Repubblica Ceca, in particolare la sua capitale Praga, sono un’ottima meta anche per il palato: tra le bancarelle del mercatino in Piazza Venceslao, mentre si sceglie un regalo in prezioso cristallo di Boemia,  non si può certo rinunciare alla carpa fritta, tipico piatto nazionale.

Subito al di là dei confini, ci si può dedicare allo shopping natalizio tra i mercatini di Salisburgo. In tutta la città ci si può immergere nell’atmosfera natalizia anche assistendo ai numerosi concerti, come quello di Turmblasen, il concerto di trombette, ogni Sabato in Piazza della Residenza.

Nella incantata capitale lettone, Riga, Livu laukums e Doma laukums, le piazze principali della città vecchia, sono stracolme di bancarelle, piste di pattinaggio e un’alta ruota panoramica per i meno freddolosi,  il tutto sotto il magico effetto della neve.

Non dimenticando i piaceri del palato, tra un biscotto allo zenzero o alle mandorle, il conto alla rovescia per il 25 Dicembre, è ufficialmente cominciato.

La Redazione,

Movolo.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl