Napoli è... la Madonna delle galline a Pagani TV Campane 1 …la televisione della gente tra la gente

03/dic/2010 11.08.03 Gruppo Sassi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Domenica 5 dicembre alle ore 14.30, e in replica per l’intera settimana, l’ottava puntata “Napoli è… La Madonna delle galline”.

Pino Ecuba e Salvatore Piedimonte dedicano l’ottava puntata di “Napoli è...”, l’ormai nota trasmissione che va in onda sul gruppo televisivo TV Campane 1 & 2 e prodotta dalla Sassi Production srl, alla Festa della Madonna del Carmine detta delle galline che si svolge annualmente a Pagani.

Non è semplice esprimere cosa rappresenti la Festa della Madonna delle galline per i paganesi.  Non è la festa patronale o una festività che rievoca semplicemente tradizioni popolari, è una festa dai mille volti che rappresenta un momento particolarmente sentito dalla gente, un’occasione di ritrovo per tutta la comunità che vive in maniera appassionata quel mix di sacro e profano che soltanto un’occasione come questa riesce a regalare.

Il nome del rituale si riferisce a un episodio leggendario: nel 1500 nell’ottava di Pasqua alcune galline, razzolando, ritrovarono una tavoletta di legno su cui era raffigurata la Madonna del Carmine, probabilmente un’effige nascosta nel periodo iconoclasta intorno all’ottavo secolo o per preservarla alle incursioni saracene. La guarigione di uno storpio e altri numerosi miracoli ne accrebbero la devozione al punto che nel 1610 le fu dedicata una chiesa, successivamente elevata a santuario mariano. Si racconta che le galline si sentano chiamate e si dirigano spontaneamente in Chiesa in occasione della festa della Madonna per onorarla. La festa è caratterizzata da un lungo corteo che fin dalla mattina porta in processione, per le vie principali del paese, la statua lignea della Madonna, posta sopra un carro spinto a mano su cui è adagiata una pedana di ferro girevole, in modo tale che lo sguardo della Madonna possa posarsi su tutti i fedeli, rassicurati così da una certa protezione divina. Ai piedi della Madonna stanno appollaiati colombi, galline, pavoni, che non si alzano mai in volo, nemmeno al rumore dei botti di petardi che seguono la processione durante tutto il percorso.

Durante il tragitto la processione si ferma presso i cortili che ospitano i “Toselli”, costruzioni di carattere votivo, talora semplici altari, altre volte altari decorati con drappi, fiori, ceri, doni, ex-voto: restano esposti per sei giorni consecutivi così che tutti li possano ammirare. Protagoniste della festa sono anche le danze e la musica, in particolare la Tammurriata, appassionati di questa danza raggiungono Pagani da tutta Italia e non solo, per ballare, cantare e suonare fino a notte inoltrata.

Il progetto “Napoli è…” – che si avvale del patrocinio dell’Ordine dei giornalisti e dell’Asso stampa della Campania - nasce da una forte voglia e una tenace volontà da parte del Gruppo Sassi, gruppo sempre in prima linea per la difesa della cultura e delle tradizioni campane, di valorizzare tutti quelli che sono siti culturali, storici, artistici, religiosi, ritenuti secondari. 

«L’obiettivo principale della nostra trasmissione - afferma Salvatore Piedimonte - è quello di creare un percorso di conoscenza e promozione delle tradizioni, della cultura e dell’identità e memoria storica del nostro territorio e nel contempo valorizzare quei siti culturali, storici, artistici, religiosi, che ritenuti minori o secondari sono tralasciati dalle organizzazioni sia turistiche sia governative e spesso vengono anche derisi dalla mancanza di sviluppo.».

«Il progetto della nostra trasmissione - dice Pino Ecuba che è anche il regista – si snoda in due fasi essenziali, la prima è quella di seguire un itinerario “Mariano” cosa che stiamo già facendo attraverso dei reportage. La seconda è che si vuole accompagnare tale itinerario con una presenza più capillare sul territorio, dando ampio spazio agli “imprevisti” facendoli diventare “Extra”.».

Meravigliosa la sigla finale “Napule è” interpretata dal grandissimo Mario Maglione.

Storia? Tradizioni? Cultura? Conosci la tua Campania e vuoi portarla in Tv? …

Contatta la nostra redazione Napoli è… - napoli@grupposassi.it – 389-1530187

 

Ufficio Stampa

Gruppo Sassi La cultura è un sentimento

Joann Astarita

Tel. 081/5514487 - Fax 081/5424380 - ufficiostampa@grupposassi.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl