Storia degli Stabilimenti Balneari di Rimini.

17/dic/2010 22.08.56 HotelStresa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

La spiaggia di Rimini città è lunga circa 7 chilometri a partire dal porto per finire a Rimini Terme, il tratto è diviso in "zone"piene di strutture alberghiere: Hotel Marina centro, Hotel Rimini mare, Hotel Bellariva, Hotel Marebello, Hotel Miramare e Hotel Rivazzurra convenzionati con le spiagge.
151 sono gli stabilimenti balneari siti sul tratto di spiaggia della Riviera di Rimini.
Tutti i Bagni sono punto di riferimento degli Hotel, i bagni sono situati sulla loro "linea", creando servizi di completezza anche alle strutture alberghiere, tante le offerte Hotel Rivazzurra grazie alle convenzioni con le spiagge.
Sono stati prima gli Egizi e successivamente i Romani a scoprire i benefici dell'acqua marina, organizzando delle "colonie" sul mare da usare per la cura ed il benessere del corpo e della mente.
Gli stabilimenti balneari meglio conosciuti in zona con il nome di "Bagni" sono la vera caratteristica di Rimini, ogni Hotel ha il propio "bagno" di riferimento.
I primi stabilimenti balneari veri e propri nascono come piattaforme posizionate direttamente sull'acqua come grandi zattere attraccate.
Intorno alla fine del '700 nascono le Beathing Machines (usate soprattutto in Francia e Olanda), cabine di legno dotate di ruote che trainate da somari venivano trasportate in mare, questo per tutelare la privacy soprattutto delle signore (arrivano a Rimini solo nei primi anni del '900).
Nascono successivamente i "camerini", hanno come caratteristica la sontuosità.
Nulla a che vedere con  una cabita atta a cambiarsi, infatti i primi camerini erano veri e propri villaggi mobili, dove si potevano trovare oltre agli spogliatoio privati anche punti di ristoro, posti di conversazione e spazi per le cure termali.
Dal camerino si scendeva direttamente in acqua, ovviamente con una  rigorosa e netta separazione tra zone destinate agli uomini e zone destinate alle donne.
Nascono nello stesso periodo i Kursaal ( traduzione letterale: sala per cura), ad appannaggio di nobili e ricchi borghesi diventano la meta ambita delle vacanze anche perchè all'interno dei kursaal si potevano trovare sale da gioco, soprattutto d'azzardo, concerti, location ideali per storie appassionanti e trasgressive. Sempre a fine ottocento Rimini costruisce il suo Kursaal, era uno stabilimento balneare immenso.
A Rimini una società milanese costruisce  nel 1908, il Grand Hotel, 200 camere, direttamente sul mare. Gli ospiti illustri sui Bagni della Riviera non si contano : i Reali di Casa Savoia, Napoleone Bonaparte, Giorgio IV d'Inghilterra, oltre a pittori come Picasso, Dalì, De Chirico... persino personaggi di fantasia sono stati ospiti dei Bagni di Rimini come il Sig. Bonaventura, un personaggio dei fumetti che per l'appunto possedeva un Bagno a Rimini.
I bagni di Rimini, ancora oggi sono tra i più attrezzati d'Europa e forse del mondo, nessuna costa ha l'accoglienza balneare con tutti i servizi come lsi trovasulla Riviera Romagnola.
I bagni oltre ad avere, ovviamente, ombrelloni, docce, cabine, si occupano anche del benessere e della comodità dei propri ospiti: palestre, baby club, punti di ristoro, vasche idromassaggio, campi da tennis e di beach volley, scuole di surf-vela-kitesurf-sub, e sono quasi tutti i 700 bagni della riviera compresa tra Torre Pedrera e Cattolica ad essere così attrezzati.
Il bagno UNO di Rimini è addirittura sede del famoso Delfinario.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl