Comunicato Stampa 7a edizione Arts and Events

13/dic/2002 22.06.48 Giovanni Sonego Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

COMUNICATO STAMPA


Da Ferrara i biglietti d’invito per la settima edizione della “Borsa del Turismo delle 100 Città d'Arte d'Italia”, in programma dal 29 maggio al 2 giugno 2003, stanno già partendo.

Per consentire a tutti, organizzatori e partecipanti, di prepararsi al meglio per la sontuosa festa che animerà per cinque giornate il centro storico della splendida capitale estense.

Una festa da paragonare audacemente ai convivi e agli intrattenimenti che Cristoforo da Messisbugo, il gran provveditore ducale, approntava proprio cinque secoli fa per la principesca corte di Alfonso e della sua consorte Lucrezia Borgia.

Era l’Italia delle cento e più corti, che hanno profuso tesori d’arte e di cultura in altrettante città piccole o grandi, celebri o neglette, che oggi ripropongono le proprie attrattive a visitatori e turisti sempre più desiderosi di riscoprire luoghi e monumenti, ma anche memorie e origini delle diverse comunità, in un percorso completo che leghi ambienti e opere, uomini e mestieri, cultura e gastronomia.

 

L’offerta culturale e artistica nel nostro paese, pur mantenendosi sempre ad alto livello, esprime un ventaglio assai variegato, consentendo di puntare sulle specificità locali, valorizzando i percorsi e le attività di tanti centri storici.

Con particolare attenzione a quelli minori (riferendosi l’aggettivo alle dimensioni piuttosto che all’effettiva importanza) troppo spesso, e per motivazioni superabili, dimenticati dai tour operators e dai grandi flussi turistici.

Le conseguenze negative di questa colpevole miopia o pigrizia sono evidenti a tutti.

Le grandi e tradizionali città d’arte sono ormai congestionate, con gravi problemi sia per i visitatori sia per i residenti: difficoltà di accesso e di circolazione, scadimento dei servizi, lievitazione dei prezzi, ripetitività delle proposte.

Ciò provoca disagi e insoddisfazione, fino al rifiuto (si sono avvertiti nell’ultimo anno sintomi precisi, a cominciare da un certo calo di arrivi e presenze) e alla ricerca di alternative.

Per contro la motivazione culturale è decisamente preminente per i turisti dei paesi stranieri più interessati all’Italia, ma occorre un’azione di marketing più articolata e vivace, soprattutto con una maggiore integrazione tra i diversi attori del turismo.

In questo quadro “Arts and Events”, la borsa ferrarese del turismo delle città d’arte italiane promossa dalla Confesercenti con la collaborazione ed il patrocinio di ENIT, APT Emilia Romagna, Comune, Provincia, C.C.I.A.A. e Fondazione Cassa di Risparmio di Ferrara, propone per il settimo anno l’appuntamento tra gli operatori turistici dell’offerta italiana ed i tour operators della domanda estera (rispettivamente oltre 400 e oltre 100 nella precedente edizione)  che  si  incontreranno  nelle  sale del  complesso fieristico o  sotto i  gradevoli  stands

- allestiti nella grande piazza del “listone” a fianco della Cattedrale -  ove tante splendide città e località italiane offriranno un saggio non solo dei propri tesori ambientali, ma anche dei prodotti artigianali e delle produzioni enogastronomiche.

La formula adottata, che mette a contatto gli operatori dell’incoming nei vari workshop, ha dato lusinghieri risultati e caratterizza ormai la manifestazione: essa consente infatti di avviare concreti rapporti di lavoro sia agli operatori italiani sia ai loro partners internazionali.

E accanto offre naturalmente l’attrattiva della stimolante area espositiva e dei numerosi eventi e manifestazioni promozionali e spettacolari.

Sarà così anche nell’edizione del 2003, giunta al settimo sigillo, per la quale si annuncia già un incremento di partecipazioni ed un bilancio sempre più lusinghiero in termini di risultati.

L’appuntamento è dunque di grande importanza, né va dimenticato che nell’occasione Ferrara - riconosciuta nel 1997 dall’UNESCO patrimonio mondiale dell’Umanità - ospiterà per la terza volta il Forum dei siti europei che con la città estense condividono questo riconoscimento.

E sarà una perfetta occasione per promuovere uno sviluppo turistico rispettoso della tutela e della conservazione dei luoghi più belli e importanti del pianeta.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl