Due settimane a vela tra le isole Croate

Prima tappa a Pola (si consiglia di fare la traversata durante la notte, in modo da godersi l'alba mentre si arriva sulle coste dell'Istria).

18/mag/2011 20.41.07 SergioL Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.


Due settimane tra le acque e le coste più delle dell'Adriatico, quelle della Croazia, che offrono un labirinto di isole unico in tutto il Mediterraneo. È quanto propone Adriacharter, le cui barche da anni realizzano il sogno di tanti velisti italiani.

 

Si parte da Grado, delizioso paese incastanato tra la pianura friulana e l'alto Adriatico il cui porto mantiene tutto il fascino delle origini medievali.

 

Prima tappa a Pola (si consiglia di fare la traversata durante la notte, in modo da godersi l'alba mentre si arriva sulle coste dell'Istria). Città con oltre tre millenni di storia, Pola saprà affascinarvi col suo mix di cultura e vivacità.

 

Nell'isola di Lussino incontrerete il primo "vero" mare croato, con in più la possibilità di fare il bagno coi delfini (è stata la prima isola riserva protetta dell'Adriatico)

E quando arriverete di fronte alla piccola e selvaggia Ist, vi sembrerà di fare un viaggio indietro nella storia. I suoi fari vi guideranno sicuri come fanno coi pescatori che navigano queste acque da secoli.

 

Più a sud si apre il "labirinto" delle Kornati, oltre 140 isole dalla conformazione unica, quasi disabitate, il luogo ideale dove poter apprezzare le possibilità offerte da un tuor in barca a vela per la Croazia.

 

Gli amanti del vento troveranno piena soddisfazione arrivando a Brac (siamo ormai di fronte a Spalato), isola famosa per il paesaggio mutante delle sue spiagge, continuamente rimodellato dal vento e dal mare.

Mentre  a Vis consigliatissima una visita a terra al monastero francescano e ad altri antichi villaggi.

A Lastovo meritano due meravigliose lagune e una miriade di vicine isole disabitate dalla bellezza incontaminata.

 

Infine, per chi vuole concedersi un pò di vivacità e mondanità, la famosa Hvar offre spiagge e cittadine ricche di vita e divertimenti notturni. Ma anche ottime trattorie dove assaggiare cibi e vini locali, e bellissimi monumenti medievali e rinascimentali.

Per chi invece vuole ancora trovare spiagge accessibili solo dal mare, la costa meridionale di Hvar non deluderà.

 

Per saperne di più:

AdriaCharter

www.adriacharter.it

adria@puntaspin.it

tel. 0431-80732

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl