Al via il progetto "La Strada Romantica delle Langhe e del Roero"

27/ott/2005 18.38.31 Ideazione Srl - Ufficio Stampa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Entra nel vivo il progetto “La Strada Romantica delle Langhe e del Roero”, realizzato nell'ambito dell'Iniziativa Comunitaria Leader Plus - Coulture di Langa proposta dal GAL Langhe Roero Leader. È infatti ufficiale la lista definitiva degli undici Comuni che, dopo la complessa selezione operata dal GAL, hanno conquistato il titolo di "tappa" della Strada Romantica delle Langhe e del Roero e che potranno quindi beneficiare dei contributi comunitari e regionali per allestire l'area belvedere e di accoglienza della strada ed entrare così nel relativo circuito turistico.
 
La tappa iniziale sarà a Vezza d’Alba per poi proseguire in successione dal Roero sino all'Alta Langa attraverso i Comuni di Magliano Alfieri, Neive, Treiso, Trezzo Tinella, Benevello, Sinio, Cissone, Murazzano, Mombarcaro e Camerana.
 
 
 
UN PERCORSO INTEGRATO
 
"La Strada Romantica delle Langhe e del Roero" sarà uno dei primi casi in Italia di strada turistica intesa come percorso integrato. Non un semplice itinerario culturale, dunque, ma un vero e proprio percorso di "interpretazione emotiva del territorio" che consentirà ai visitatori di entrare a stretto contatto con i luoghi visitati, le bellezze artistiche e culturali e soprattutto il paesaggio. Sarà proprio questo aspetto, infatti, a fungere da "fil rouge" attorno a cui creare l’identità e la forza turistica della “Strada Romantica”.
 
 
 
LE TAPPE E I TEMI
 
Sarà proprio per ammirare il paesaggio che i turisti percorreranno la strada di tappa in tappa e sarà proprio per questo che le tappe principali saranno costituite dai punti belvedere, dai castelli, dalle torri che costituiscono il punto di forza del patrimonio culturale locale e da dove lo sguardo spazia sul territorio circostante.
 
Ciascuna  tappa principale rappresenterà in primis una porta d’accesso all’intero territorio ma sarà anche il punto in cui partiranno gli “anelli secondari della Strada” ovvero una o più “deviazioni”, così da permettere di conoscere e visitare i comuni limitrofi e promuovere gli altri sentieri e percorsi già esistenti.
 
Ad ogni tappa verrà abbinato un tematismo che, opportunamente sviluppato e raccontato sulla scenografica “quinta”, permetterà ai turisti di interpretare il territorio: tra i tematismi segnaliamo: Tartufo, cibi e sapori; I castelli di Langa; Un paesaggio di Alpi e colline; La Resistenza in Langa; L'uomo e la terra di Langa; Centinaia di orchidee e altri fiori; Storie di Langa; I boschi e i coltivi dell'Alta Langa; L'arte della vigna; Il mare; Una terra letteraria.
 
 
 
LA FASE  OPERATIVA
 
Si entra quindi nella fase operativa: mentre ora sono al lavoro i diversi progettisti, i Comuni avranno infatti tempo fino alla seconda settimana di gennaio per presentare il progetto esecutivo della cartellonistica di interpretazione del territorio e delle quinte segnaletiche, in modo che tutti i lavori possano terminare entro il 15 marzo 2006. Complessivamente sono stati attivati investimenti per il progetto per 389mila euro, di cui contributi in conto capitale per 180mila euro assegnati dal Leader Plus e 209mila euro quale quota a carico dei comuni beneficiari.
 
Un investimento importante, dunque, giustificato dall'ambiziosa finalità del progetto: mettere a disposizione del territorio di Langhe e Roero una delle prime esperienze italiane di strada turistica intesa come "percorso integrato", capace di offrire ai visitatori un'originale esperienza di "interpretazione emotiva del territorio".
 
Una volta allestiti i punti panoramici e inaugurata la Strada, partirà poi la campagna di promozione e comunicazione della "Strada Romantica delle Langhe e del Roero", che ha tutte le caratteristiche per diventare uno dei percorsi turistici più interessanti in Italia.
 
 
 
IL PROGETTO
 
In ogni tappa della "Strada Romantica" il turista potrà contemplare il paesaggio circostante, in una situazione di grande suggestione ed armonia, anche grazie ad un'accurata operazione di recupero e di abbellimento delle aree belvedere. Potrà inoltre visitare tutte le attrattive dei dintorni, fare trekking e cicloturismo, utilizzare i servizi turistici offerti nei dintorni.
 
Una delle linee principali e qualificanti di tutto il progetto Strada Romantica, poi, è che attorno ad ogni tappa sarà organizzata la lettura e la scoperta del territorio circostante. Attraverso un vero e proprio innovativo sistema di “interpretazione del territorio” si intende dare quindi la possibilità di “interpretare” il territorio circostante, di conoscere a fondo sia le caratteristiche fisiche del paesaggio (ciabot, rocche, cascine, vigneti e colture), sia la cultura  e la storia che ne stanno alla base, gli uomini che hanno vissuto e che vivono tuttora il nostro territorio e i prodotti agroalimentari che sono il frutto del lavoro di questi uomini.
 
 
 
SVILUPPO TURISTICO
 
I progettisti e il GAL concordano nel ritenere che il progetto della Strada romantica abbia tutte le potenzialità e le caratteristiche per rappresentare un’iniziativa di carattere strategico per il futuro dello sviluppo turistico e culturale del territorio - come accade alle “strade turistiche” europee - rimanendo attivo e, negli anni, ampliandosi e sviluppandosi, cercando di rinnovarsi continuamente per adattarsi agli andamenti della domanda e per cogliere le mutate tendenze del mercato.
 
 

Per ulteriori informazioni
e richiesta di materiale:
Ideazione Srl - Ufficio stampa
Alba (Cn) - Telefono 0173.440452
ufficiostampa@ideazionesrl.it
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl