Alla scoperta di Avignone

14/giu/2011 08.50.00 Silvia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Avignone, la splendida città della Francia, è un vero museo a cielo aperto, dichiarato dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità. Nota soprattutto per essere stata la città dei papi dal 1309 al 1377, è un vivace centro artistico e culturale, che ogni anno attrae oltre 4.000.000 di visitatori.
È la città dell’arte, continuamente animata da festival, esposizioni, spettacoli e concerti. L’appuntamento principale della vita culturale cittadina, è il Festival d’Avignon In & off, che per tutto il mese di luglio, anima strade e piazze con canzoni, spettacoli teatrali e folclore provenzale.
A calamitare da sempre l’attenzione dei visitatori, è il sontuoso palazzo dei papi, il monumento principale della città. I suoi 15.000 metri quadrati, ne fanno il più grande e forse il più bello tra tutti gli edifici gotici.
La sua architettura austera e monumentale, si deve essenzialmente a due pontefici: Benedetto XII, che fece erigere il Palais-Vieux, secondo i suoi gusti semplici ed essenziali, e Clemente V, di orientamenti più mondani e raffinati. A quest’ultimo deve la costruzione del Palis-Nouveau, in cui sfarzo ed eleganza, sono estesi anche agli interni, abbelliti con i raffinati affreschi di Simone Martini e Matteo Giovannetti.
Cuore della struttura, è l’ampia Cour d’Honneur, dalla quale si accede ai vari ambienti pubblici e privati della corte dei pontefici.
Gli interni, semplici e quasi del tutto privi di arredi, colpiscono per la solennità degli spazi. Tutte le sale meritano una visita, in particolar modo quella dell’artiglieria, che oggi ospita “La bouteillerie du Palais des Papes”, la più aristocratica enoteca d’Europa.
L’antico palazzo arcivescovile, ospita il Musée du Petit Palais, con una vasta raccolta d’arte medievale.
Poco distante, c’è il Rocher des Domes, splendida oasi cittadina e suggestivo punto panoramico che offre una vista mozzafiato sul Rodano, attraversato dal pont St-Bénézet, l’altro emblema cittadino. In origine presentava ventidue arcate, ridotte a quattro, con la cappella di St. Nicolas, da alcune gravi piene che ne provocarono il crollo.
A sud, la cinquecentesca collegiata di St. Pierre, ha una bella facciata in stile gotico fiammeggiante e l’interno ornato di pregevoli sculture.
Rue de Marchands, conduce a Place de l’Horloge, una delle piazze più frequentate e vissute della città, incorniciata dai plantani e animata da numerosi caffè.
Gli appassionati d’arte, troveranno piacevole la visita ai tanti musei cittadini, in particolare al Musée Angladon, che custodisce opere di grandi artisti, tra i quali Degas, Manet e Van Gogh.
Cerca con expedia gli alloggi attrezzati come gli hotel a Parigi, per vivere la magia di questa splendida città.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl