A San Marino arrivano tre Titani del jazz

19/lug/2011 13.59.00 HotelStresa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Dopo il successo della prima edizione del 2010, che ha attirato migliaia di spettatori provenienti anche dall'estero, torna il San Marino Jazz Festival nelle serate del 22, 23 e 24 luglio, e sono tanti gli hotel Rimini 3 stelle che hanno proposto offerte all inclusive luglio rimini legate all'evento musicale proposto dalla repubblica del Titano. E come per lo scorso anno, il programma è stato realizzato puntando sulla qualità artistica e sull'internazionalità dell'evento. I concerti si terranno alle 21.30 nella cava antica del cento storico di San Marino (che solitamente ospita il parcheggio n°6) e inizieranno il 22 luglio con Billy Cobham e la sua band. Cobham, nato a Panama ma cresciuto a New York, è uno dei migliori batteristi del mondo, è il fondatore della Mahavishnou Orchestra e ha alle spalle collaborazioni di grande rilievo tra cui si ricorda quella con Miles Davis che li ha portati a registrare numerosi album insieme. Sabato 23 luglio si esibirà la star italiana del piano, Stefano Bollani (accompagnato da sax, clarinetto, contrabbasso e batteria) e raggiungerà con questa partecipazione al festival sammarinese un'ulteriore significativa tappa in un 2011 che l'ha visto vincitore del premio "Musicista dell'anno" conferito dalla rivista Musica Jazz a pochi giorni dalle 50.000 copie vendute per "Rapsodie Blue", registrato insieme a Riccardo Chailly e alla prestigiosa Orchestra del Gewandhaus di Lipsia. Mike Stern, uno dei primi chitarristi jazz-fusion e compositori della sua generazione, concluderà il festival domenica 24 suonando insieme alla sua band fondata nel 2008 sulla base di una particolare unione tra jazz, fusion e rock. Sarà così possibile ammirare ed ascoltare, oltre al chitarrista, musicisti d'eccezione come Didier Lockwood al violino, Tom Kennedy al basso elettrico e Dave Weckl alla batteria che sapranno sorprendere gli spettatori facendo loro scopire quando il jazz sia realmente senza confini. Lo spirito del San Marino Jazz Festival è quello di coinvolgere sia gli appassionati del genere, sia tutti coloro che vorranno trascorrere una piacevole serata in un clima speciale anche perchè come ha sottilineato Billy Cobham: "E' senz'altro il feeling la cosa più importante, la tecnica viene sempre dopo". Tra le novità di quest'anno l'anteprima nel pomeriggio del 22 luglio alle ore 15 con il tributo a Pat Metheny eseguito da Roberto Monti, Simone Nobili con Alessandro Bosco (ingresso libero) e l'iniziativa Calici&Jazz prevista ogni sera alle 20 in collaborazioni del Consorzio Vini tipici di San Marino.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl