TRAGHETTI PER LA SARDEGNA: scendono le richieste? E chi lo dice?

TRAGHETTI PER LA SARDEGNA: scendono le richieste?

Persone Marco Forti
Luoghi Livorno, Sardegna, Olbia
Argomenti economia, commercio

23/ago/2011 12.39.14 www.traghetti.com Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Sono numerose le dichiarazioni da parte dei principali operatori del settore, su un presunto crollo delle richieste per i traghetti per la Sardegna nella stagione 2011.

A precisare la situazione è il portale www.traghetti.com , leader del settore, che quest’anno a differenza dell’anno precedente ha fatto segnare una crescita anche del 500% su alcune parole chiave, mentre i volumi di ricerca sono rimasti praticamente invariati dal 2010, generando in meno di tre mesi oltre 800.000 pagine viste.

“Sicuramente la comunicazione del caro prezzi ha influito notevolmente” dichiara Marco Forti amministratore di www.traghetti.com  “dimostrazione ne è il fatto che sono cresciute esponenzialmente le richieste su parole chiavi specifiche come traghetti low cost”.

“Possiamo quindi affermare che la richiesta per la Sardegna non ha conosciuto crisi, ma la crisi è stata generata principalmente dall’aumento dei prezzi che hanno reso la destinazione non più così appetibile” affermano dall’head quarter di traghetti.com

Traghetti.com fornisce anche dei dati sul caro prezzi per meglio specificare la situazione. Nel 2011 un biglietto per la Sardegna  per due adulti e 1 bambino da Livorno per Olbia e ritorno, acquistato a giugno  per una partenza di fine luglio con ritorno a metà agosto, costava  603 euro, nel 2010 il costo non superava i 500.

Altro dato a conferma di quanto sopra detto è il tariffario medio del low cost, che nel 2011 si aggira sui 143 euro, nel 2010 era di 114 euro, nel 2009 di 113 e nel 2008 di 127. Questi dati dimostrano una certa stabilità nel settore per il periodo 2009/2010, per tariffe più alte bisogna invece tornare al 2004, periodo ante “low cost philosophy”, dove il costo medio era di euro 231.98.

Tariffe decisamente più elevate anche rispetto ad oggi, ma in conclusione si può affermare che probabilmente la crisi economica attuale ha decisamente influito di più rispetto al caro prezzi!

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl