PR Festival Partecipato sui Beni Comuni, prima edizione - preghiera pubblicazione

CON PREGHIERA DI SEGNALAZIONE Festival Partecipato sui Beni Comuni, prima edizione Parma, Teatro Due: venerdì 7 e sabato 8 ottobre 2011 partecipeRete - i laboratori dell'immaginario: "2037" Città bene comune: sospesi tra la città che sarà e quella che desideriamo Comunicato Stampa Non solo proteste.

Persone Carlo Quintelli, Annarita Ferrante, Gino Mazzoli, Cecilia Gallotti, Marco Boschini, Diego Fusaro, Danilo Procaccianti
Luoghi Italia, Bologna, Milano, Parma, Bicocca
Organizzazioni Comuni Virtuosi
Argomenti sociologia, economia, giornalismo, politica

16/set/2011 16.55.02 Francesca Maffini - Ufficio Stampa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

CON PREGHIERA DI SEGNALAZIONE

Festival Partecipato sui Beni Comuni, prima edizione

Parma, Teatro Due: venerdì 7 e sabato 8 ottobre 2011

partecipeRete - i laboratori dell’immaginario: “2037” Città bene comune: sospesi tra la città che sarà e quella che desideriamo

 

Comunicato Stampa

 

Non solo proteste. A Parma si terrà il primo innovativo Festival partecipato sui Beni Comuni, venerdì 7 e sabato 8 ottobre, nel prestigioso contenitore culturale del Teatro Due sede storica dell’avanguardia teatrale in Italia. Il Festival è promosso da partecipeRete movimento che raggruppa oltre 20 realtà tra associazioni, partiti e gruppi di impegno.

 

La città, desiderata e da progettare insieme, è il tema centrale su cui verranno declinati i "dialoghi del futuro" e "i laboratori dell'immaginario" con artisti, scrittori, sociologi e filosofi. “2037 - Città bene comune: sospesi tra la città che sarà e quella che desideriamo”, è il leitmotiv del Festival.

Gli studenti si confronteranno sui giornali del futuro. I cittadini si interrogheranno su “Futuro, bene comune” e “Città, bene comune” tra wireless, tempi di lavoro, spazi di vita e piazze di convivenza. Tutti in gruppi di max 30 persone potranno fare “Esercizi concreti di futuro”, laboratori coordinati e moderati da accademici, esperti, sociologi.

 

L'avvio, dopo un evento pre-festival nel pomeriggio dedicato all’Acqua cui seguiranno "improvvisazioni sul futuro", sarà venerdì 7 ottobre alle 21.00 con un dialogo a più voci, condotto da Danilo Procaccianti, giornalista di Presa Diretta-RaiTre, tra la scrittrice "nuova italiana" Igiaba Scego, il giovanissimo filosofo Diego Fusaro e il presidente dell'associazione Comuni Virtuosi, Marco Boschini.

Sabato 8 ottobre i laboratori dell'immaginario. Al mattino "futurel@b2037" e laboratorio di scrittura creativa. Al pomeriggio, dalle 15, i gruppi, che approfondiranno cinque temi su conoscenza, lavoro, tecnologia, uso del territorio e luoghi comunitari. La partecipazione, affinché sia proficua, è limitata a 30 partecipanti per ciascun gruppo. Le iscrizioni, gratuite, sono già aperte tramite il sito web www.parteciperete.it

Chiusura alla sera di sabato 8 ottobre con la presentazione e stampa dell’instant book del festival che restituirà al pubblico e ai parmigiani un’idea unica di Città.

Buffet a chilometro Zero suggelleranno il legame tra città urbana, periferia e campagna.

Info, programma completo, aggiornamenti e prenotazioni: www.parteciperete.it

--

I Laboratori dell'Immaginario (Esercizi concreti di futuro)

Sabato 8 ottobre, ore 15.00 - Teatro Due

(max 30 partecipanti - iscrizioni sul sito www.parteciperete.it)

 

  • “La città plurale: quale formazione e quale cittadinanza cosmo-polita nel futuro?” conduce Cecilia Gallotti (Antropologa, Milano Bicocca)

 

  • “Lavoro, cura, tempi liberati nel 2037. Quale lavoro e quale welfare?”  conduce Gino Mazzoli (Sociologo)
  • “La città a rovescio: come ripensare lo spazio urbano e i territori che lo circondano?” conduce Annarita Ferrante (Architetto, Università di Bologna)
  • “Cultura & Progresso: il progresso tecnologico, i Beni Comuni e la conoscenza” conduce Aluisi Tosolini (Pedagogista)
  • “ll luogo comunitario nell'architettura dello spazio urbano” conduce Carlo Quintelli (Architetto, Università di Parma)






blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl