Trentino, nei palazzetti c’è anche il curling

16/set/2011 22.46.10 Sara Borsari Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Centri sportivi e palazzetti in Trentino non mancano di certo. In più occasioni turisti e residenti hanno potuto verificare personalmente il fatto che questa regione in quanto ad intrattenimento sportivo non ha nulla da insegnare al resto dell’italico stivale. Anzi, riflettendoci bene potrebbe porsi sullo scranno più alto e vantarsi di tutte le risorse che mette a diposizione delle persone che hanno la fortuna di viverci o visitarla, perché effettivamente la sua offerta in ambito sportivo è davvero variegata, con una ovvia predilezione, ma non troppo per gli sport invernali.

Arrampicate, mountain bike, canyoning: ve ne è davvero per tutti i gusti. Ma fate un piacere, cercate sul vostro motore di ricerca “fare curling in trentino”: scoprirete che anche questo particolare sport che negli ultimi anni ha conquistato l’attenzione ed il cuore del mondo interno è praticabile in Trentino in  strutture adeguate. Per coloro che ancora non lo conoscono cerchiamo di fare un breve riassunto di scopi e regole.

Il curling è uno sport di squadra giocato sul ghiaccio utilizzando delle pietre di granito levigato che debbono essere lanciate e raggiungere un particolare bersaglio posto alla fine della pista da gioco. I giocatori sono 4: l’ultimo a tirare è lo skip e solitamente ricopre il ruolo di capitano. Per aiutare la pietra a scivolare sul ghiaccio i giocatori non impegnati nel tiro “spazzano” la superficie di gioco in modo tale da favorire la scomparsa dell’attrito. Ne esiste anche una versione, conosciuta sotto il nome di “wheelchair curling” specifica per le persone in carrozzina.

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl