GialloLuna NeroNotte 2011, 9a edizione: Fantomas contro Padre Brown

23/set/2011 10.14.10 Pierluigi Papi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

GialloLuna NeroNotte 2011, 9a edizione: Fantomas contro Padre Brown

 

L’autunno, a Ravenna, promette brividi e misteri. E mai come quest’anno dal momento che da 30 settembre al 9 ottobre 2011 scenderanno in campo addirittura il Bene e il Male assoluti, in uno scontro, ovviamente letterario!, “senza precedenti”.

Per la nona edizione, il festival GialloLuna NeroNotte si è trovato di fronte a una nutrita serie di centenari. Il 28 luglio 1911, a esempio, nasceva a Kiev da padre ucraino e madre italiana Volodymyr-Giorgio Šerbanenko, ovvero Giorgio Scerbanenco, scrittore prolifico e versatile, padre della generazione dei giallisti italiani degli anni Settanta. Ma nel febbraio dello stesso anno due scrittori francesi, Marcel Allain e Pierre Souvestre, avevano iniziato la scrittura di un romanzo che avrebbe cambiato il panorama del poliziesco europeo, Fantomas. Ancora: nel 1911 viene pubblicata “L’innocenza di padre Brown”, raccolta di dodici racconti di Gilbert Keith Chesterton, con protagonista il primo investigatore “per volere di Dio”.

 

Proprio “Fantomas contro Padre Brown” è il titolo di questa edizione di GialloLuna NeroNotte che, per caratteristiche, si sarebbe però potuta intitolare anche “Il giallo del debuttante”. Infatti, in questo 2011 il festival punterà molto sui giovani. Sia dal punto di vista anagrafico, sia da quello professionale. Giovani come esordienti e debuttanti nella società del romanzo di genere. Così praticamente tutti gli autori che si susseguiranno negli incontri di questa nona edizione presenteranno la propria opera prima. Molti hanno già completato il secondo romanzo e, in alcuni casi, si tratta di “sequel”; si attendono, infatti, il seguito de “Il diacono” di Andrea G. Colombo (7 ottobre ore 21 Casa Melandri), che forse si intitolerà “Enigma”; e gli altri episodi “Tu sei il male”, primo titolo della trilogia pensata da Roberto Costantini (sempre 7 ottobre assieme a Colombo). Anche “Sanctus”, dello scrittore inglese Simon Toyne (8 ottobre ore 21 Casa Melandri) apre una trilogia.

 

Il giallo del debuttante” è comunque proprio il titolo della serata tutta al femminile in programma il 1 ottobre alle ore 21 a Casa Malandri, che vedrà al centro le scrittrici Lorenza Ghinelli, Ilaria Milandri e Silvia Golfera.

E in questo quadro non potevano mancare autori ‘locali’, dove l’indicazione è esclusivamente geografica: dal significativo esordio di un intellettuale da sempre in prima linea nel mondo del cinema di qualità, come Franco Calandrini; al politico a tutto tondo, oltre a esperto “creativo”, Guido Pasi, unico di tutta la nona edizione a presentarsi con la conclusione di un ciclo di romanzi (entrambi il 6 ottobre ore 18 a Casa Melandri).

 

Ma il progetto GialloLuna NeroNotte è nato con la volontà di tener conto anche dell’attualità; così la serata inaugurale è stata pensata per rendere un omaggio particolare ai 150 anni dell’Unità d’Italia. Verrà presentato un volume particolare, una preziosa raccolta di racconti curata da Luigi De Pascalis e Luigi Sanvito per Hobby & Work: “Camicie rosse, storie nere”: tredici giallisti di fama, con un contributo di Andrea Camilleri. Alcuni sono amici del festival da anni (Giulio Leoni, Leonardo Gori), altri arriveranno per la prima volta: sono Diana Lama e Divier Nelli (30 settembre ore 18 Sala Melandri).

 

La declinazione del tema “giovani” ha prodotto un altro, importantissimo risultato. Gli incontri che si sono svolti durante l’anno scolastico 2010-11 nel liceo artistico Pier Luigi Nervi - istituto d’arte per il mosaico Gino Severini hanno portato decine di ragazzi a offrire alla città la loro visione del “giallo metropolitano”. E si deve rendere merito agli insegnanti di averli stimolati a realizzare quella che sarà la mostra principale della nona edizione del festival: L’anima gialla degli studenti”, alla Manica Lunga della Biblioteca Classense. L’inaugurazione è fissata per sabato 24 settembre alle ore 11 (rimarrà aperta fino al 10 ottobre).

 

Di mostra in mostra, “Da Fantomas a Fantomax è dedicata dai 100 anni del personaggio creato da Alain e Souvestre. Nella sala a piano terra dell’Autorità Portuale di Ravenna saranno esposte le copertine dell’edizione italiana dei romanzi, realizzate da Karel Thole; e tavole della graphic novel realizzata da Luigi Bernardi e Onofrio Catacchio, edita quest’anno. Inaugurazione 4 ottobre ore 18 (la mostra rimarrà aperta fino al 29 ottobre).

 

La serata di gala al Teatro Socjale di Piangipane (30 settembre ore 21), come da tradizione abbinerà musica e il conferimento del “Premio GialloLuna”. La musica sarà quella del Quartetto Randagio con il concerto “Omaggio a Fabrizio D’Andrè”. Mentre il Premio sarà conferito al grande regista Alberto Sironi, che ha firmato fra l’altro quasi tutte le serie del Commissario Montalbano.

 

Ad arricchire il programma, saranno proposte nuovamente le richiestissime Cene con delitto (5 ottobre Ristorante Cappello, 6 ottobre Ristorante La Gardela, 7 ottobre Ristorante Veranda delle Rose, tutti a Ravenna, 20 ottobre Ristorante la Casina di Lido di Classe, inizio sempre ore 21) alle quali si aggiungeranno alcune serate di “Cinema con Delitto” che “allungheranno” gli appuntamenti del Festival fino al termine dell’anno (alla Multisala Cinedream di Faenza l’11 ottobre, l’8 novembre, il 6 dicembre, sempre ore 21).

 

 

L’epilogo di GialloLuna NeroNotte

Martedì 6 dicembre, ore 21, al Teatro Rasi di Ravenna, nell’ambito della stagione teatrale Nobodaddy. La compagnia Babilonia Teatri mette in scena lo spettacolo “Pop Star”.

 

 

Per informazioni: tel. 335 6485088 www.gialloluna.it

La partecipazione agli incontri con gli autori e alle mostre è gratuita.

A pagamento: cene con delitto, cinema con delitto, spettacolo teatrale del 6 dicembre.

 

 

Ufficio stampa: Pierluigi Papi, tel. 338 3648766   ppapi@racine.ra.it

 

 

 

 

 

 

GialloLuna NeroNotte ringrazia:

Regione Emilia-Romagna, Provincia di Ravenna, Comune di Ravenna, Autorità Portuale, Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna, Assicurazioni Generali, Banca Popolare di Ravenna, Banca di Credito Cooperativo-Bcc, Chiara Bazzini, Hera Ravenna, Hotel Diana, Il Petalo, Istituzione Biblioteca Classense, I Viaggi di Mercatore, Ravenna Teatro-Nobodaddy, Reclam Edizioni e Comunicazione, S’A-Cooperativa culturale ‘Un paese vuole conoscersi’, Samorani Group Forlì, Teatro Socjale Club.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl