Ma cos’è questa crisi? Se ne parla al “Discantinfesta” 2011. Dal 17 al 26 novembre incontri con gli autori, musica e gastronomia tra Bagnacavallo, Fusignano, Faenza, Bagnara

04/nov/2011 11.04.08 Pierluigi Papi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Ma cos’è questa crisi? Se ne parla al “Discantinfesta” 2011

Dal 17 al 26 novembre incontri con gli autori, musica e gastronomia tra Bagnacavallo, Fusignano, Faenza, Bagnara. Tutte le serate saranno aperte dalle lettura l’articolo 9 della Costituzione: «La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica».

 

Discantinfesta, in programma dal 17 al 26 novembre fra Bagnacavallo, Fusignano, Faenza, Bagnara di Romagna è la rassegna annuale che l’editore Discanti organizza sul territorio romagnolo: un’occasioni di incontro letterario, “impastando” il libro con il teatro, la musica, l’enogastronomia.

«Ma cos’è questa crisi?» canticchiava Rodolfo De Angelis (1893-1965), protocantautore futurista, nel 1933. Oggi, che stiamo attraversando una crisi sociale, morale e culturale, oltre che economico/finanziaria, le strofette di quella canzone possono servire come esorcismo.

Due appuntamenti di Discantinfesta sono legati alla presentazione delle novità editoriali pubblicate dalla casa editrice bagnacavallese: Alfredo Antonaros con il suo divertentissimo Romagnoli, che apre la collana editoriale dedicata al territorio curata da Giuseppe Bollosi (19 novembre a Faenza); e Silvia Golfera, lughese, autrice di un raffinato noir intimista, che si presenta sotto forma di reading e cena a seguire (22 novembre a Fusignano).

Alcuni appuntamenti festeggeranno il 150° anniversario dell’unità d’Italia, senza retorica, attingendo piuttosto all’originalità”. Ci sarà spazio intanto per due italiani illustri, dei quali ricorrono rispettivamente il centenario della morte e il centenario della nascita: Emilio Salgari e Nino Rota. Lo scrittore veronese, nella cui opera il saggista Goffredo Fofi ha ravvisato alcune analogie con la storia d’Italia («L’Espresso», 21 aprile 2011), sarà omaggiato in due appuntamenti: uno pensato per i più piccoli e l’altro per gli adulti. Nel primo (26 novembre a Bagnacavallo) ci abbandoneremo alla narrazione dell’altrove; nel secondo (20 novembre a Bagnara) Daniele Tassinari, Simone Repetto e Beatrice Tassinari imbastiranno un’intervista all’autore, mentre gli scrittori di ViaEmiliaVenticinque leggeranno i loro racconti, composti per l’occasione, sul tema del viaggio immaginario, perché �“ riprendendo le parole di Salgari �“ «scrivere è viaggiare senza la seccatura dei bagagli».

Nino Rota, compositore dalla straordinaria vena melodica, autore di musiche per il teatro, di brani cameristici e sinfonici, resta tuttavia nell’immaginario collettivo grazie alle colonne sonore scritte per Fellini, Visconti e Zeffirelli. E saranno proprio quelle colonne sonore a introdurci nel lussureggiante mondo musicale di Nino Rota (25 novembre a Fusignano).

Non poteva mancare anche una serata sull’opera lirica, uno dei più caratteristici patrimoni culturali italiani. Eseguita questa volta in una versione simpaticamente “diversa”: il belcanto senza il canto, per solo trio da camera; con un narratore intento a snocciolare i luoghi comuni del melodramma, per scoprire che attraverso l’opera si può anche parlare dell’attualità (17 novembre a Bagnacavallo).

Già, l’attualità, la crisi. Per tenere il timone puntato verso l’obiettivo, gli organizzatori del Discantinfesta faranno leggere a uno spettatore volontario, prima di cominciare ogni serata, l’articolo 9 della Costituzione: «La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica».

 

Programma dettagliato

 

Bagnacavallo, Chiesa del Suffragio, giovedì 17 novembre, ore 21

Peccati di gioventù. Brani d’opera e divagazioni letterarie. Con Elisabetta Sangiorgi (flauto), Maurizio Sangiorgi (chitarra), Nicoletta Bassetti (violino e viola), Michele Antonellini (voce narrante). In collaborazione con Associazione musicale Doremi. L’opera in una versione inedita, tra musiche, narrazioni, aneddoti e racconti. Musiche di Paganini, Rossini, Mozart, Verdi, Offenbach, Delibes, Albert. Testi di Procacci, Balatri, Verdi, Stendhal, Beckford, Antonellini.

 

Faenza, Bottega Bertaccini, sabato 19 novembre, ore 17.30

Alfredo Antonaros, Romagnoli. Guida sentimentale a una terra e al suo popolo. (Discanti 2011). Incontro con l’autore. Interviene Giuseppe Bellosi. Un’antropologia del romagnolo, divertente, ironica e frizzante. Per capire meglio la Romagna di un tempo e, soprattutto, quella di oggi. Alfredo Antonaros, giornalista e scrittore, ha lavorato con la Rai, con Gambero Rosso Channel e con diversi quotidiani e riviste. È autore di saggi e romanzi, molti dei quali tradotti all’estero.

 

Bagnara di Romagna, Rocca, domenica 20 novembre, ore 21

A me, uomini del mare…

La narrazione fantagiornalistica di un’avventurosa intervista a Emilio Salgari, grande scrittore d’avventura italiano nato a Verona, di cui quest’anno ricorrono i 100 anni dalla morte, avvenuta a Torino nel 1911. I misteri della jungla nera, Il Corsaro Nero, I pirati della Malesia, Le tigri di Mompracem… Salgàri (o Sàlgari, il dibattito è aperto) ha sfornato superbi sogni destinati a restare, generazione dopo generazione. Testo e conduzione di Daniele Tassinari. Con le voci recitanti di Daniele Tassinari, Simone Repetto e Beatrice Tassinari e i racconti di viaggi immaginari scritti dagli autori dell’associazione culturale imolese ViaEmiliaVenticinque.

 

Fusignano, Ristorante La Voglia Matta, martedì 22 novembre, ore 20.30

Silvia Golfera, La solitudine dell’animale (Discanti 2011). Reading per autrice, attore e violoncellista. Con Silvia Golfera, Gabriele Bersanetti e Alessandro Montanari. A seguire, cena a tema. Silvia Golfera è nata nel 1959 a Lugo (Ravenna), dove vive e insegna lettere.

 

Fusignano, Auditorium Corelli, venerdì 25 novembre, ore 21

Omaggio a Nino Rota. Concerto con Alessandro Guidi al pianoforte e Luca Calbucci al clarinetto. Interventi di Michele Antonellini. Dai ballabili del Gattopardo alla passerella di Otto e mezzo, dal tema del Padrino alla Dolce vita, da Rocco e i suoi fratelli all’immancabile Amarcord, alcune tra le colonne sonore più note della storia del cinema. L’omaggio a un grande compositore italiano nel centenario della nascita.

 

Bagnacavallo, Bottega Matteotti, sabato 26 novembre, ore 18

Le meravigliose avventure di Sandokan e del Corsaro Nero. Letture animate per giovani (e genitori, e nonni) tratte da Emilio Salgari (1862-1911). A cura di Daniele Tassinari.

 

Informazioni generali: Discanti editore, tel. 0545 63002

 

Tutti gli appuntamenti sono a ingresso gratuito/offerta libera, tranne il concerto del 25 novembre (ingresso € 7 �“ ridotto € 5: fino a 14 anni, invalidi, soci Coop). La cena del 22 novembre (€ 25 bevande incluse) si prenota al ristorante La Voglia Matta, tel. 0545 954034

 

Ufficio stampa: Pierluigi Papi, tel. 338 3648766, email info@pierluigipapi.com.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl