L'ACQUA LINDOS AL CONGRESSO NAZIONALE AIOM DI BOLOGNA

L'ACQUA LINDOS AL CONGRESSO NAZIONALE AIOM DI BOLOGNA Presentata ufficialmente l'acqua al magnesio delle Terme di Bognanco per il settore medico Un successo!

Persone Piero Angela, Carlo Angela, Carlo Alberto Zaccagna, Roberto Galante
Luoghi Italia, Bologna, Torino, Milano, Piemonte, San Lorenzo, Bognanco, provincia di Verbano-Cusio-Ossola
Argomenti medicina, anatomia, fisiologia, farmacologia, psicologia

Allegati

08/nov/2011 13.38.14 FONTI DI BOGNANCO - VERBANIA - PIEMONTE Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

L’ACQUA LINDOS AL CONGRESSO NAZIONALE AIOM DI BOLOGNA

Presentata ufficialmente l’acqua al magnesio delle Terme di Bognanco per il settore medico

 

Un successo! Oncologi da tutta Italia hanno partecipato all’ XIII Congresso Nazionale di Oncologia Medica che si è svolto a Bologna dal 5 al 7 Novembre 2011 (www.aiom.it) ed hanno potuto apprezzare le qualità terapeutiche dell’Acqua Lindos delle Terme di Bognanco, rivolta a tutto settore medico e farmaceutico grazie al suo elevato contenuto di magnesio (356 mg/L). “E’ un eccezionale rimedio naturale per le persone che hanno problemi di ipomagnesemia dovuta alle forti cure chemioterapiche e che hanno necessità di integrare il magnesio perso con l’assunzione di parecchi farmaci”, questo è stato il commento di numerosi oncologi, dopo aver assistito alla presentazione ed assaggiato l’acqua delle storica fonte San Lorenzo. “E’ davvero straordinario poter usufruire di un’acqua alcalino-magnesiaca nel settore medico, un aiuto naturale per chi prende già parecchi medicinali” sembrava una frase coniata su misura dai principali primari di oncologia, provenienti da tutte le regioni, per commentare l’Acqua Lindos. E’ stata davvero tanta la curiosità e l’interesse per via del suo elevato contenuto di magnesio, che trova applicazione per la cura e la prevenzione di numerose patologie. Come ci spiega il Dott. Roberto Galante di GamFarma, la Società che gestirà in esclusiva il prodotto a livello nazionale: “molti farmaci utilizzati in chemioterapia, dai derivati del Platino alle nuove terapie mirate (inibitori del recettore dell’EGF) provocano ipomagnesemia e sull’argomento ci sono molte pubblicazioni scientifiche; è importante poterla correggere con un prodotto che contiene naturalmente il magnesio alle dosi necessarie“. Sappiamo che il magnesio è responsabile di molti processi metabolici essenziali e partecipa a circa 300 reazioni enzimatiche: infatti combatte l’ipomagnesemia da chemioterapia, l’osteoporosi, l’acidosi metabolica, la pressione arteriosa, lo stress, l’ansia e la depressione, la stipsi, la cellulite e la sindrome premestruale. Sviluppa la sensibilità all’insulina, potendo così intervenire in patologie come il diabete e le malattie cardiovascolari. E’ fondamentale per il corretto funzionamento delle cellule nervose, la trasmissione degli stimoli elettrici, e la produzione di energia. Il magnesio contrasta l’effetto stimolante del calcio e svolge un ruolo importante per le contrazioni neuromuscolari, è dunque utile nei crampi e nella tensione muscolare di origine nervosa. E’ anche considerato un ottimo modulatore dell’umore: la carenza di magnesio provoca stanchezza e nervosismo . Stimola l’assorbimento e il metabolismo di altri minerali, quali il calcio, il fosforo, il sodio e il potassio e migliora l’utilizzo delle vitamine del complesso B e le vitamine C ed E. È importante per la formazione di ossa e denti. Il magnesio è presente in molti prodotti alimentari, ma la cottura ne riduce la disponibilità fino al 75% e, per questa ragione, oggi si parla di costante carenza di magnesio e delle relative conseguenze. Ecco perché le acque minerali magnesiache hanno un ruolo fondamentale per la nostra salute, dovremmo sceglierle guardando l’etichetta e capirne il reale contenuto. Grazie alla Prof.ssa Bamonti dell’Università di Milano ed al Prof. Carlo Alberto Zaccagna di Torino erano già stati effettuati numerosi screening presso il laboratorio mobile al Festival della Salute alla fine di Settembre. Questo è il loro pensiero: “avere in Italia fonti ricche di proprietà curative e soprattutto preventive, grazie al magnesio ed altri sali minerali fondamentali per il metabolismo, è una peculiarità che ci differenzia dagli altri stati europei ed andrebbero valorizzate maggiormente in campo medico anche dagli Enti e dalle Istituzioni. La gente non ne conosce l’importanza e l’esistenza”. Ma torniamo all’Acqua Lindos della fonte San Lorenzo, ultima nata delle Terme di Bognanco, che dagli inizi di Dicembre sarà commercializzata nelle farmacie di tutta Italia per il settore medico (curativo e preventivo) e per i settori della dietologia, naturopatia, omeopatia e nutrizionisti. La fonte San Lorenzo è storicamente considerata un autentico miracolo della natura: alcalina, ricca di sali minerali, bicarbonato-solfato-terrosa ed effervescente naturale. Chiamata anche “la sorgente di magnesio” è l'acqua fondamentale per la Cura idropinica di Bognanco, convenzionata con l'ASL. A differenza di altre acque minerali con proprietà curative analoghe, l’Acqua Lindos è gradevole al gusto, è fresca e, grazie all’abbondanza di bicarbonato che genera anidride carbonica libera, è effervescente naturale. Le sue proprietà diuretiche (e talvolta lassative) non sono che gli effetti manifesti di assai più complesse e benefiche attività farmacologiche. Non determina fenomeni di intolleranza salvo che non si ecceda nell’utilizzo. INDICAZIONI: Digestione, malattie dello stomaco, duodeno, fegato e vie biliari, intestino tenue e crasso. Particolarmente indicata per il recupero di sali minerali è consigliata a chi fa attività fisica, alle donne e tutti i casi di ipomagnesemia. Durante i soggiorni curativi i medici delle terme stabiliscono la posologia della cura specificando quale deve essere la dose da ingerire, quali gli intervalli tra un bicchiere e l'altro, quale il regime dietetico da integrare con il trattamento idrominerale a seconda del disturbo in atto, nonché alle condizioni singole concomitanti (funzionalità cardiaca, circolatoria, renale, epatica, ecc.) sempre diverse caso per caso. Conservando inalterate le sue proprietà anche in bottiglia è possibile consumare l’acqua della fonte San Lorenzo (con il marchio Lindos) anche fuori stagione, a casa propria, lontano dalle Terme di Bognanco. In vista del 150° anniversario (1863-2013) alle terme sono pronti per proseguire il lavoro iniziato a suo tempo dal Prof. Carlo Angela, padre di Piero Angela, direttore sanitario per molti anni a cavallo tra le due guerre.

 

Terme di Bognanco, Verbania - Piemonte

www.bognanco.it  - info@bognanco.it

Tel. +39 0324 23 41 09

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl