Parma - Il Centro di Solidarietà L’Orizzonte presenta “Famiglie e dintorni”

Parma - Il Centro di Solidarietà L'Orizzonte presenta "Famiglie e dintorni".

Persone Carlo Gabbi, Antonella Begani, Cristina Adravanti, Roberto Berselli
Luoghi Parma
Organizzazioni Antonella Begani ONLUS, Fondazione Cariparma Attiva, Centro
Argomenti sociologia

12/nov/2011 10.15.03 Francesca Maffini - Ufficio Stampa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Non lasciamo sole le nostre famiglie. Il Centro di Solidarietà L’Orizzonte presenta “Famiglie e dintorni”: un nuovo progetto per famiglie di Parma e provincia in difficoltà, con il contributo della Fondazione Cariparma

Attiva una help line, percorsi di terapia famigliare, gruppi di sostegno alla genitorialità, visite domiciliari,
laboratorio di teatro-terapia e laboratorio di psicodramma. Su richiesta: seminari tematici, serate a tema, gruppi di confronto  per genitori in scuole, parrocchie, centri di aggregazione giovanile.

 

 

PARMA, 3 novembre 2011 - Cosa significa essere “famiglia” oggi? E quali difficoltà incontrano i genitori nel loro cammino educativo con i figli? Le risposte sono molteplici. Le sfide altrettante, in una società che disgrega invece di unire, contrappone invece di favorire il confronto tra generazioni diverse. A tendere una mano ai nuclei famigliari di Parma e provincia “in crisi” è il Centro di Solidarietà L’Orizzonte che ha attivato un nuovo progetto dedicato interamente a sostenere le famiglie, intese come primario contesto di relazione. Si chiama “Famiglie e dintorni” ed è un momento di incontro dove le famiglie �“ su richiesta - possono confidarsi con esperti, psicologi, psicoterapeuti con esperienza pluriennale. Possono affidarsi ad una rete di persone che le sostenga nel proprio ruolo, laddove se ne evidenzi il bisogno. E’ realizzato grazie al contributo della Fondazione Cariparma,  da sempre partner sensibile del CSO. Il progetto nel concreto mette a disposizione dei genitori: una help-line (al  numero 331.6645529) attiva da lunedì a venerdì dove i famigliari trovano esperti pronti all’ascolto delle loro problematiche e all’analisi del percorso da intraprendere per cercare di risolverle; offre la possibilità di consulenza individuale o per nuclei familiari nella sede del CSO in via Testi, oppure in spazi messi a disposizione da scuole,  parrocchie e associazioni; propone visite domiciliari e percorsi brevi di terapia famigliare.

Le domande che spesso i genitori si pongono sono le più disparate: come porre i giusti limiti ai figli e come garantire loro uno sviluppo equilibrato aperto verso il mondo? Come affrontare eventuali difficoltà scolastiche? Come gestire l’adolescenza di un ragazzo, riconoscendo la forza di sogni e ideali? Come tenere lontani i figli da comportamenti rischiosi per se stessi e gli altri? Come affrontare il dubbio che il proprio figlio/a stia usando sostanze o abbia un rapporto problematico con il cibo? Come orientarli? Motivare una famiglia è possibile, accompagnando i membri e responsabilizzandoli a vivere fino in fondo il proprio ruolo.

Su richiesta verranno attivati inoltre seminari tematici, serate a tema per genitori in scuole, parrocchie, centri di aggregazione giovanile, gruppi settimanali di sostegno alla genitorialità, laboratorio di teatro-terapia e laboratorio di psicodramma.

Il Progetto “Famiglie e dintorni” mette, infatti, a disposizione pedagogisti ed educatori professionali, esperti nel trattamento dei comportamenti d'abuso e delle conseguenti dinamiche familiari;  consulenti negli interventi di prevenzione in collaborazione e dialogo con le realtà scolastiche e i servizi del territorio; volontari capaci nella conduzione di gruppi di auto-mutuo aiuto per genitori.

La scelta. “L’idea nasce dalla consapevolezza che, in una società difficile come la nostra, non è più possibile pensare che esiste un solo modello standard di famiglia, stabile e definito una volta per sempre �“ ha spiegato il presidente del CSO Roberto Berselli -  il concetto di famiglia, per di più in una realtà multiculturale, è legato alla cultura e alla struttura della società di riferimento. A maggior ragione in un mondo in continua e rapida mutazione come quello attuale, dove i modelli e i riferimenti valoriali sono molteplici, è innegabile da parte degli adulti un forte disorientamento che genera disomogeneità nei messaggi da dare ai figli e negli stili educativi. Da qui, raccogliendo i bisogni di Parma e provincia, leggendo le domande poste da chi forma il tessuto sociale �“ i cittadini �“ abbiamo sentito la necessità di creare un progetto dedicato proprio alla famiglia”.

Il Progetto, partendo sempre dalla dimensione dell’accoglienza, offre diverse opportunità per genitori, o nuclei familiari che attraversano un momento difficile nella relazione con i figli: siamo disponibili ad attivare percorsi sia nella sede del Centro di Solidarietà L’Orizzonte,  sia laddove vi sia una richiesta del territorio, ad esempio scuole, associazioni, parrocchie �“ hanno specificato Cristina Adravanti responsabile del  Centro Studi e la dottoressa Antonella Begani  - E’ nostro impegno creare contesti individuali, ad esempio per una famiglia, o contesti collettivi per un gruppo di famiglie con lo stesso problema:  le famiglie potranno sentirsi libere di affidarsi e confidarsi. E’ importante che si sentano considerate nella loro importanza, prese nella loro fragilità ed educate ad educare, riconoscendo, valorizzando e condividendo le proprie competenze e i "fattori protettivi" di cui sono portatrici”.

Il partner. Il progetto ha trovato l’adesione ed il sostegno della Fondazione Cariparma da sempre partner sensibile e attento del CSO: “Da sempre la Fondazione Cariparma riserva un’attenzione particolare alle fasce deboli ed alla famiglia �“ ha sottolineato il presidente Carlo Gabbi -: per questo crediamo sia importante favorire il benessere all’interno dei nuclei famigliari, troppo spesso messi a dura prova dall’assenza di un dialogo autentico tra genitori e figli, dalla mancanza di tempo per stare insieme, forzati da ritmi di vita imposti dal lavoro o spenti dalla crisi economica”.

 

Per informazioni e prenotazioni:  Dott.ssa Antonella Begani
ONLUS Centro di Solidarietà L’Orizzonte
Via Testi, 4/a �“ Parma
Help- line :  331 6645529
dedalo@csoparma.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl