INCONTRO CON I POETI A CASA CONTI GUIDI. A Bagnacavallo si parla della poesia romagnola contemporanea

A Bagnacavallo si parla della poesia romagnola contemporanea

20/gen/2006 05.13.02 Pierluigi Papi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

INCONTRO CON I POETI A CASA CONTI GUIDI

A Bagnacavallo si parla della poesia romagnola contemporanea

 

Con l’appuntamento in programma martedì 24 gennaio, a casa Conti Guidi di Bagnacavallo (Via Boncellino, 113) alle ore 20.45 proseguono gli appuntamenti con la rassegna “Vecchi sapori e vecchie parole della Romagna”, ma viene anche inaugurato un ciclo di tre incontri dedicato alla poesia romagnola di oggi. Incontri che fanno parte di un progetto di valorizzazione e divulgazione della lingua romagnola realizzato con la collaborazione della Provincia di Ravenna e con il patrocinio del Comune di Bagnacavallo, e che si vorrebbe fare diventare un evento fisso annuale.

Per la prima serata, a cura dell’Associazione “Istituto Friedrich Schurr” e della scrittrice-giornalista Rita Giannini, sono stati chiamati tre poeti in rappresentanza di tre differenti aree geografiche della Romagna: Tolmino Baldassari (area folivese/cesenate), Giuseppe Bellosi (area ravennate) Gianni Fucci (area riminese). Tre autori/poeti conosciuti non soltanto nell'area regionale di appartenenza ma ormai affermati anche nel panorama nazionale della poesia contemporanea.

La curatrice del progetto, Rita Giannini, ha quindi inteso imprimere alla serata un carattere di approfondimento non solo sull'opera degli autori ma sulla conoscenza diretta degli stessi, offrendo così al pubblico la possibilità di ascoltare direttamente la voce dei poeti.

 

Rita Giannini, giornalista e scrittrice. Biografa e collaboratrice del maestro Tonino Guerra. Ha sempre seguito da vicino la scuola di poesia santarcangiolese e ha all'attivo diversi progetti di valorizzazione della poesia e della lingua romagnola.

Tolmino Baldassari. Nato a Castiglione di Cervia, vive dal '62 a Cannuzzo di Cervia. Scrive nel dialetto della sua terra natia. Il suo esordio è nel 1975 con la raccolta Al progni serbi (Le prugne acerbe). Seguono numerose raccolte tra cui E' pianafort del '77, La campena del '79, Al rivi d'eria dell' '86, Ombra d'luna, '93, I vidar del '95. Parla della sua poesia Franco Brevini nel saggio einaudiano Le parole perdute Dialetti e poesie nel nostro secolo del 1990. È presente in numerose antologie ed inserito in varie storie della letteratura italiana. Baldassari, inoltre, collabora con molte riviste tra le quali: Il lettore di Provincia, Pelagos, Diverse lingue, Lengua, Tratti, Graphie, Il parlar franco.

Giuseppe Bellosi vive a Maiano di Fusignano e si dedica alla poesia e all'attività di critico e studioso di poesia e lingua romagnola. Scrive in dialetto ravennate e in particolare in quello della sua terra. Moltissime sono le opere da lui pubblicate, che vanno da raccolte poetiche a saggi e studi sul dialetto e sulla cultura romagnola. Incomincia a pubblicare dal '73 quando esce D'int al ter. Seguono le mature raccolte dell'80 I segn e dell'82 E' paradis che ripubblicherà nel '92. Nel 2003 esce il volume Lei capisce il dialetto? Raffaello Baldini fra poesia e teatro. E' inserito in diverse antologie.

Gianni Fucci è nato in Francia da padre toscano e madre romagnola, vive a Santarcangelo di Romagna fin dalla prima infanzia. Giovanissimo, con gli amici Tonino Guerra, Raffello Baldini, Nino Pedretti, Rina Macrelli, Flavio Nicolini fece parte di un interessante gruppo culturale. Dapprincipio si è occupato di cinema collaborando alla realizzazione di alcuni documentari. L'esordio come poeta risale agli anni '70 ma la sua prima raccolta, La morta e e' cazador (La morte e il cacciatore) esce nel 1981. È presente in numerose antologie e saggi tra cui La poesia in dialetto. Storia e testi dalle origini al Novecento a cura di Franco Brevini (Mondadori 1999), Storia della civiltà letteraria italiana (Utet 1996). Ha scritto numerosi testi in lingua riferiti alla Storia della città di Santarcangelo, ai suoi protagonisti e si dedica alla stesura di un dizionario del dialetto santarcangiolese. Collabora alle riviste Il lettore di Provincia, Diverse lingue, Lengua, Tratti, Graphie, L'Ortica.

 

L’ingresso alle serate è libero. Per informazioni: tel. 0545 63094.

 

Ufficio stampa: Pierluigi Papi tel. 338 3648766  ppapi@racine.ra.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl