Crociere ecologiche: i primi passi verso un turismo ecologico attraverso i mari

23/dic/2011 10.10.37 Giannina Initi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Se sei un viaggiatore responsabile e preferisci non viaggiare in crociera perché ritieni che questo tipo di turismo non sia rispettoso nei confronti dell'ambiente, in questo articolo troverai qualcosa che forse potrà sorprenderti: le crociere ecologiche. Grazie a uno standard di qualità chiamato Green Star, le crociere ecologiche garantiscono di operare nel rispetto delle norme a tutela dell'ambiente e realizzano vari sforzi necessari per ridurre la contaminazione ambientale.

 

I viaggi in crociera rappresentano un'opzione sempre più popolare che consente di trascorrere vacanze rilassanti e di visitare diversi luoghi in poco tempo. Ma, indubbiamente, questi mega Resort galleggianti sono anche grandi contaminatori dell'ambiente. Si sa che le navi che viaggiano per mare producono ogni anno una gigatonnellata di monossido di carbonio, un gas che non solo è dannoso per l'atmosfera, ma anche per la salute umana.

Inoltre, è stato stimato che una nave da crociera con una capacità di 3.000 passeggeri genera da 200.000 a 400.000 metri cubi di rifiuti al giorno. Questi rifiuti non contengono solo materiali biodegradabili, ma anche sostanze tossiche nocive per gli ecosistemi marini, soprattutto per quelli che hanno un equilibrio particolarmente fragile come le scogliere coralline. Fortunatamente, sono sempre più numerose le compagnie di crociere che hanno preso coscienza di questo problema e che cercano di implementare sulle proprie navi varie strategie per ridurre il proprio impatto ambientale.

Un unico obiettivo: diverse iniziative

Per ridurre e contrastare gli effetti della contaminazione ambientale, le crociere mettono in atto vari tipi di strategie, alcune tanto semplici come l'installazione di lampade a basso consumo, altre di più vasta portata come il patrocinio di progetti di riforestazione o di tutela dei mari. Ovviamente, le misure più importanti sono quelle che vengono applicate a bordo di ciascuna nave, dato il loro carattere preventivo.

Ad esempio, attualmente sulla maggior parte delle navi di recente costruzione vengono installate delle turbine a gas che riducono le emissioni in atmosfera fino al 90%. Altre compagnie cercano di ammodernare le vecchie navi incorporandovi dei motori ibridi il cui funzionamento viene in parte sostenuto dall'energia elettrica prodotta da pannelli solari. Gli impianti per il riciclaggio o la desalinizzazione dell'acqua, così come la raccolta delle acque pluviali nella coperta superiore, sono altre iniziative dirette a ridurre gli sprechi di risorse naturali.

Un altro problema associato alle crociere è rappresentato dall'erosione delle coste. Quando queste navi immense attraccano nei porti, si creano enormi onde che agevolano l'erosione del terreno e la sedimentazione, un fenomeno particolarmente dannoso per i fiumi in grado di provocare alterazioni all'ecosistema e inondazioni. Per minimizzare questi danni, in alcune navi moderne sono state incluse delle modifiche alla prua specificamente concepite per ridurre l'emissione di onde.

Un'altra forma curiosa per promuovere il turismo responsabile ed ecologico è rappresentato dall'inclusione, a bordo delle navi da crociera, dei ristoranti Slow Food. In effetti, lo Slow Food è una tendenza che non solo implica la riscoperta del piacere del cibo, ma mira anche allo sviluppo locale promuovendo i prodotti più autentici nel rispetto dei ritmi naturali della terra.

Come sapere se una crociera rispetta l'ambiente?

Le crociere che osservano tutte le norme di tutela dell'ambiente portano il contrassegno “Green Star”. L'appartenenza a questa categoria viene concessa dalla RINA, una delle associazioni di classificazione e certificazione navale più antiche del mondo e di portata internazionale, che attualmente si dedica completamente alla lotta contro la contaminazione dei mari.

Per ottenere la certificazione Green Star le navi da crociera devono aver installato, come misure minime, un impianto di raccolta differenziata dei rifiuti solidi e un impianto di desalinizzazione per ottenere acqua potabile. Devono inoltre dimostrare di aver ridotto le emissioni elettromagnetiche e il costo energetico e di carburante. Ovviamente, bisogna fare ancora molta strada prima di poter parlare di crociere veramente ecologiche; ma almeno i primi passi sono stati realizzati.

Anche se questo tipo di crociere sono di recente introduzione, su Internet potrai trovare offerte di crociere ecologiche e pacchetti tutti incluso. Un agente di viaggi specializzato in crociere sarà la persona ideale che potrà consigliarti il miglior tipo di crociera in base ai tuoi interessi e al tuo budget.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl