La Svezia abbassa l’aliquota Iva sui servizi di ristorazione al 12%

La Svezia abbassa l'aliquota Iva sui servizi di ristorazione al 12%.

Luoghi Svezia, Stoccolma
Argomenti commercio, economia, ristorazione, gastronomia

27/dic/2011 14.36.50 GuidaStoccolma.eu Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Dal primo gennaio i turisti italiani mangeranno più a buon mercato durante la loro visita a Stoccolma

 

A partire dal primo gennaio in Svezia l’IVA viene ridotta dal 25% al 12% sui servizi di hotel, e ristorazione tra cui bar, caffè e ristoranti. Conti alla mano mangiare al ristorante costerà il 10% in meno. Il governo Svedese motiva questa scelta di diminuire l’aliquota fiscale dandone una motivazione legata alla politica del lavoro. Con questa mossa si spera che i prezzi dei ristoranti e bar si abbassino e che portino più clienti, aumentando quindi la necessità di assumere più personale e quindi aumentare i posti di lavoro in questo settore. Ovviamente questo incide anche nei costi dei turisti che visitano Stoccolma o le altre città svedesi, e probabilmente gli italiani in visita troveranno questo paese meno caro. È stato calcolato che i pasti sono la spesa che incide di più sui viaggi.

GuidaStoccolma.eu per celebrare questo sgravio fiscale che smentisce il mito della Svezia come paese poco economico ha creato un pacchetto weekend per gli amanti della buona cucina e delle specialità tipiche locali. L’offerta vuole mettere a disposizione un personal guide che suggerirà direttamente sul posto i ristoranti più idonei ai singoli turisti che vengono a Stoccolma non solo per la visita della città ma anche per assaggiare la gustosa cucina tipica e tradizionale svedese a base di carne di renna, alce e pesce come salmone o aringa.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl