PREMIO BOGNANCO 2012, A FINE MARZO IL TERMINE DELLE ISCRIZIONI

PREMIO BOGNANCO 2012, A FINE MARZO IL TERMINE DELLE ISCRIZIONI Suddiviso in tre sezioni: Narrativa, Poesia e Fotografia con "mostra finale" A pochi giorni dallo scadere del termine per l'invio degli elaborati alla prima edizione del "Premio Letterario di narrativa e poesia Bognanco Terme" abbiamo intervistato il Presidente della Giuria, Elisa Contardi, giovane pavese da sempre legata alla Val Bognanco.

Persone Gian Luca Paglino, Ruggero Orlandi, Enzo Fabiani, Roberto Sanesi, Curzia Ferrari, Margherita Guidacci, Giuseppe Possa, Elisa Contardi
Luoghi Val Bognanco, Italia, Pavia, Bognanco, provincia di Pavia
Argomenti letteratura, politica, lavoro, economia

19/mar/2012 12.58.48 FONTI DI BOGNANCO - VERBANIA - PIEMONTE Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

PREMIO BOGNANCO 2012, A FINE MARZO IL TERMINE DELLE ISCRIZIONI

Suddiviso in tre sezioni: Narrativa, Poesia e Fotografia con “mostra finale”

 

A pochi giorni dallo scadere del termine per l’invio degli elaborati alla prima edizione del “Premio Letterario di narrativa e poesia Bognanco Terme” abbiamo intervistato il Presidente della Giuria, Elisa Contardi, giovane pavese da sempre legata alla Val Bognanco.

Come è nata l’idea di organizzare il Premio e perché un Presidente lombardo, di Pavia? L’idea del Premio è nata da me, in seguito ad una presentazione dei miei romanzi, proprio a Bognanco, nell’agosto del 2009. Ne parlai successivamente con il Dottor Giuseppe Possa, bognanchese d.o.c., che mi raccontò dell’esistenza di un importante Premio di poesia a Bognanco, agli inizi degli anni settanta, che aveva annoverato tra i vincitori nomi importanti quali Enzo Rocca, Margherita Guidacci, Curzia Ferrari, Roberto Sanesi ed Enzo Fabiani e tra i membri della giuria Ruggero Orlandi. Il progetto è stato favorevolmente accolto anche da Gian Luca Paglino, presidente della Pro Loco, e dai vertici delle altre associazioni locali, che partecipano alla realizzazione del Premio stesso.  

Il tema dominante del concorso è “la montagna”. Qual’ è il motivo di tale scelta? Bognanco si trova in una delle valli più belle del nostro paese, anche se purtroppo in questi ultimi anni ha perso un po’ l’attenzione del turismo. “La montagna” è da sempre una risorsa vitale, e durante le mie escursioni estive, attraversando le piccole frazioni della Val Bognanco ho pensato a quanto patrimonio culturale, quante leggende e storie di vita si nascondono in questi luoghi. L’intento del nostro premio è proprio quello di dar voce a tutti gli scrittori e amanti della fotografia che hanno saputo raccogliere e dar vita a tali preziosi tesori.

Lei che è nata e cresciuta in provincia di Pavia, che cosa la lega alla Val Bognanco? I ricordi d’infanzia, momenti magici trascorsi durante le ferie estive a Bognanco, gli amici che ritrovo ogni volta che ritorno. Il Premio è anche un modo per far riscoprire i tesori di questo luogo.

Quindi anche per chi parteciperà senza vincere, può essere un motivo per visitare Bognanco? Assolutamente sì. Non sarà un lavoro facile, per noi membri della giuria, scegliere la rosa dei vincitori, in quanto siamo sicuri che la qualità dei lavori che perverranno sarà sicuramente alta. Consiglio a tutti i concorrenti di presenziare in ogni caso alla giornata della premiazione, che sarà ricca di sorprese e si svolgerà una domenica di luglio. Sarà un’occasione anche per scoprire le proprietà benefiche delle acque, per le quali ricorrerà nel 2013 il 150° anno della scoperta, i sentieri immersi nella natura incontaminata, le cento cascate, l’ottima cucina locale...

Che significato acquisisce un premio di tale entità, nel contesto culturale poetico italiano, e soprattutto nel contesto economico, di sempre maggior crisi? Rispondo partendo dall’ultima parte della domanda. Ho espresso il desiderio di un concorso gratuito, che non richiedesse alcuna tassa di lettura, per permettere a tutti di partecipare e dare al concorso solo valore culturale e non economico, con eventuali premi in denaro. In Italia vengono organizzati tanti concorsi letterari e sono altrettanto numerosi i poeti e gli scrittori validi che meritano occasioni per esprimere la loro bravura. Scrivere è un modo per trasmettere le proprie emozioni e in un momento dove siamo tutti schiacciati dalla pesante situazione economica, in cui tergiversa il nostro paese, ritengo fondamentale dare alla gente la possibilità di trasmettere ancora dei messaggi positivi.

Torniamo al Premio Bognanco, entro quando devono essere inviati gli elaborati e le fotografie? La scadenza del concorso è il 31 marzo 2012. Per sopperire a eventuali disguidi postali verranno presi in considerazione i lavori giunti non oltre il 7 aprile, per permettere alla giuria di svolgere il lavoro di selezione.

Quando e dove avverrà la premiazione? La premiazione avrà luogo a Bognanco Terme indicativamente verso la prima metà di luglio. La data è ancora da stabilire, sarà probabilmente domenica 15 luglio.

Per concludere a chi rivolge l’invito a partecipare al concorso? A tutte le persone che conservano delle foto della Val Bognanco, una poesia o uno scritto che parli della montagna. Sono già pervenuti diversi elaborati e noi membri della giuria rimaniamo in piacevole attesa di riceverne ancora: premiobognanco@libero.it

FOCUS Il Premio Bognanco ha una Sezione Fotografica con mostra finale a Luglio Per la giuria le tre sezioni (Narrativa, Poesia e Fotografia ndr) hanno eguale importanza. Sarà interessante partecipare alla sezione fotografica, in quanto le opere verranno esposte al pubblico, durante la giornata della premiazione e permetteranno di visionare luoghi della Val Bognanco a molti sconosciuti. Un’occasione in più per scoprire nuove meraviglie di questa valle.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl