PRN: Il Museo Guggenheim e UBS lanciano un progetto interculturale senza precedenti

Il Museo Guggenheim e UBS lanciano un progetto interculturale senza precedenti [2012-04-12] NEW YORK, April 12, 2012 /PRNewswire/ -- - L'iniziativa globale dell'arte - Guggenheim UBS MAP Richard Armstrong, direttore di Solomon R. Guggenheim Museum and Foundation, e Jà rg Zeltner, CEO di UBS Wealth Management, hanno annunciato oggi un ambizioso progetto di collaborazione quinquennale che ha per obiettivo eseguire una mappatura dell'attività creativa e dell'arte contemporanea in tutto il mondo.

Persone June Yap Ã, Ubs Wealth Management, Hong Kong, Singapore, Richard Armstrong, April
Luoghi Medio Oriente, America del Sud, India, Afghanistan, Vietnam, Indonesia, Filippine, Bangladesh, Laos, Birmania, Cambogia, New York, Pakistan, Malesia, Thailandia, Nepal, Asia Meridionale, Sri Lanka, Singapore, Ho
Organizzazioni Institute of Contemporary Arts, UBS MAP, Unione delle Banche Svizzere
Argomenti arte, politica, musei, cinema

12/apr/2012 16.02.40 PR Newswire Turismo Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Il Museo Guggenheim e UBS lanciano un progetto interculturale senza precedenti

 
[2012-04-12]
 

NEW YORK, April 12, 2012 /PRNewswire/ --


- L'iniziativa globale dell'arte - Guggenheim UBS MAP

Richard Armstrong, direttore di Solomon R. Guggenheim Museum and Foundation, e Jürg Zeltner, CEO di UBS Wealth Management, hanno annunciato oggi un ambizioso progetto di collaborazione quinquennale che ha per obiettivo eseguire una mappatura dell'attività creativa e dell'arte contemporanea in tutto il mondo. L'iniziativa globale dell'arte Guggenheim UBS MAP mira a individuare e sostenere un network di curatori e artisti provenienti da Asia meridionale e Sudest asiatico, America Latina e Medio Oriente e Nordafrica nell'ambito di un ricco programma comprendente residenze per curatori, acquisizioni per la collezione Guggenheim, esposizioni internazionali itineranti e attività educative di ampio respiro. Guggenheim UBS MAP, che non conosce precedenti in termini di approccio e aree d'interesse, fungerà da catalizzatore per lo scambio creativo e cont! ribuirà ad ampliare il raggio d'azione geografico del Guggenheim e di altre istituzioni nel mondo promuovendo relazioni professionali durature tra curatori, artisti e docenti a livello regionale e globale.

Nel corso di cinque anni, il progetto si concentrerà di volta in volta sulle regioni selezionate a partire dall'Asia meridionale e il Sudest asiatico. Il Guggenheim inviterà un curatore di ogni regione a partecipare a una residenza concomitante di due anni a New York durante la quale lavorerà a stretto contatto con il personale del Guggenheim per individuare collezioni artistiche nuove o recenti che riflettono il discorso intellettuale e le pratiche culturali più salienti di ogni regione.

Le opere che entreranno a far parte dell'iniziativa globale dell'arte Guggenheim UBS MAP saranno inserite nella collezione permanente del museo e verranno presentate in occasione di mostre itineranti. Ogni mostra verrà quindi presentata nelle regioni selezionate e in un'altra capitale mondiale. La prima mostra, dedicata all'Asia meridionale e al Sudest asiatico, verrà trasferita in altre due sedi dopo l'esposizione inaugurale a New York nell'inverno 2013. Tra le città candidate Singapore e Hong Kong, dove le trattative sono attualmente in corso. In totale, tre mostre verranno organizzate in tre location diverse, per un totale ciascuna di nove esposizioni, ognuna delle quali verrà accompagnata da un corollario dinamico di iniziative educative modulate in funzione del pubblico target, sia presso le sedi espositive che online.

« La nostra concezione della storia dell'arte rimane perlopiù focalizzata sull'Occidente.  Attraverso questa iniziativa speriamo di cambiare questo approccio e far sì che gli orizzonti del mondo dell'arte si allarghino fino ai confini del mondo reale », ha dichiarato il direttore del Guggenheim Richard Armstrong. « È da tempo che ammiriamo l'impegno di UBS nel settore dell'arte visiva contemporanea; siamo dunque grati alla società per essersi unita a noi in questo progetto che forgerà e promuoverà legami importantissimi tra gli artisti, il pubblico e le comunità culturali più diverse, compreso lo stesso Guggenheim. Da quando è nato, il suo obiettivo è sempre stato quello di reperire le forme più avanzate di arte contemporanea al di là di ogni frontiera. Guggenheim UBS MAP ci consentirà di portare avanti la nostra missione imparando da artisti e curatori che sono al tempo stesso fonte d'ispirazione e protagonisti di quest'ini! ziativa e che ci indicheranno la strada per ampliare le nostre vedute. »  

« UBS e i suoi clienti hanno in comune un'autentica passione per l'arte; siamo orgogliosi di collaborare con un'organizzazione con la reputazione e la statura del Guggenheim », ha affermato Jürg Zeltner, CEO Wealth Management. « In quanto patrocinatori di lunga data dell'arte contemporanea, siamo molto lieti di avviare una collaborazione che sosterrà il talento creativo in molte regioni dinamiche in tutto il mondo. Quest'ambizioso progetto, lanciato al momento giusto, non soltanto favorirà gli scambi professionali e culturali ma contribuirà anche a far conoscere l'arte contemporanea a un pubblico più vasto e incoraggerà l'acquisizione e la presentazione di opere d'arte che schiudono nuove importanti prospettive a livello locale e internazionale. »

La prima fase del progetto si concentrerà sull'arte dell'Asia meridionale e del Sudest asiatico per la quale  June Yap è stata nominata curatrice di Guggenheim UBS MAP Asia meridionale e Sudest asiatico. Basata a Singapore, June Yap ha lavorato nei dipartimenti curatoriali di musei d'arte moderna e contemporanea, tra cui l'Institute of Contemporary Arts di Singapore e il Singapore Art Museum. Recentemente ha organizzato una mostra di Ho Tzu Nyen per il padiglione di Singapore alla Biennale di Venezia nel 2011.

June Yap ha appena iniziato a lavorare con lo staff di curatori del Guggenheim per definire insieme i parametri geografici della sua ricerca. Tra i Paesi che potrebbero essere inclusi nella prima fase di Guggenheim UBS MAP figurano Afghanistan, Bangladesh, Birmania, Cambogia, Filippine, India, Indonesia, Laos, Malaysia, Nepal, Pakistan, Singapore, Sri Lanka, Tailandia e Vietnam. Verranno selezionate opere d'arte, nuove o recenti, che rappresentano artisti, movimenti, collaborazioni e reti creative di particolare significato provenienti dai Paesi seleziona! ti; queste opere verranno quindi candidate all'accesso alla collezione permanente del Guggenheim e costituiranno la base per la mostra itinerante.

La seconda e terza fase del progetto verteranno rispettivamente su America Latina e Medio Oriente e Nordafrica. I nominativi dei membri del comitato di consulenza, i curatori, le città, le location, le date della mostra itinerante e altre informazioni specifiche su queste regioni verranno resi noti nel corso dell'anno.

Per la cartella stampa completa andare a:  http://www.guggenheim.org/new-york/press-room/releases/press-kits.
Per immagini pubblicitarie andare a:  guggenheim.org/new-york/press-room/images
User ID: photoservice
Password: presspass

guggenheim.org/MAP
twitter.com/guggenheim
facebook.com/guggenheimmuseum
youtube.com/guggenheim
flickr.com/guggenheim_museum
foursquare.com/guggenheim

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl