Arbatax, perla dell’Ogliastra

20/apr/2012 18.16.14 AlessiaWM Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Qualche anno fa, cercando qualche idea per le vacanze che sarebbero iniziate da lì a breve, mi ritrovai quasi per caso ad organizzare un viaggio in Sardegna. L'attuazione del "piano Sardegna" (così lo chiamammo io e l'amica che decise di tentare la sorte insieme a me) si rivelò più ardua del previsto e ad un certo punto ci trovammo anche su una strada secondaria praticamente deserta in pieno mezzogiorno e con una gomma a terra … ancora oggi, però, riguardando le foto del mare ad Arbatax, non vedo l’ora di poterci tornare.

Arbatax è una frazione di Tortolì, capoluogo (insieme a Lanusei) della provincia dell’Ogliastra. Lo Stagno di Tortolì è famoso per la produzione di bottarga, una prelibatezza molto apprezzata in tutta l’isola. La cittadina, invece, è nota soprattutto per essere un vero e proprio museo a cielo aperto: le piazze e le vie di Tortolì ospitano infatti opere di arte contemporanea, realizzate da diversi artisti di fama locale e nazionale.

La provincia dell’Ogliastra è ricca di siti archeologici che custodiscono tempi Megaron, tombe di giganti, le famose Domus de Janas (sepolcri preistorici), menhir e - ovviamente - i nuraghe. La provincia dell’Ogliastra ha vissuto lunghi periodi di isolamento, in parte causato dalla mancanza di infrastrutture ed in parte causato dal territorio aspro, in cui l'economia è ancora oggi prevalentemente agricola.

Non stupisce, quindi, che la costa dell’Ogliastra abbia conservato gran parte del fascino di un territorio selvaggio e che custodisca gelosamente tesori naturali. Le spiagge di Arbatax, ad esempio, sono tra le più suggestive di tutta la Sardegna. Cala Moresca, ad esempio, è un gioiello di mare incontaminato e sabbia candida incorniciato da rocce e macchia mediterranea. Celebri anche le rocce rosse di Arbatax, ovvero scogli di porfido scavati nel corso dei secoli dalle maree.

Arbatax è anche un ottimo punto di partenza per visitare le molte grotte naturali che si trovano lungo la costa. Il porticciolo di Arbatax, inoltre, è una meta quasi obbligatoria per chi naviga verso lo splendido Parco nazionale del Golfo di Orosei e del Gennargentu.

Arbatax è un vero e proprio angolo di paradiso, l'occasione di poter fare una sosta in un'oasi di tranquillità da cui osservare uno dei più bei mari d'Italia. Se potessi preparerei i bagagli oggi stesso!

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl