CS_Trend Ponti Primavera_Touring Club & Agriturismo.it

"L'offerta delle aziende agrituristiche - afferma Massimiliano Vavassori - Direttore del Centro studi del Touring Club Italiano - non si limita all'alloggio in una casa contadina.

Persone Ilaria Cappelletti, Fabrizio Begossi, Massimiliano Vavassori
Luoghi Italia, Olanda, Puglia, Lazio, Veneto, Germania, Lombardia, Trentino Alto Adige, Francia, Belgio, Cusano Milanino, provincia di Milano
Organizzazioni PREMIAWEB, ISTAT, Touring Club Italiano
Argomenti economia, turismo, strutture turistiche, agricoltura

26/apr/2012 16.35.58 Agriturismo.it Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

COMUNICATO STAMPA

 

Dopo un pessimo inizio anno turismo previsto in crescita per i prossimi ponti primaverili

 

La Toscana rimane la meta preferita seguita Puglia e Trentino.

 

Oltre la metà dei turisti in Italia sono stranieri

 

Milano, 26 aprile 2012 –  Alla vigilia del ponte primaverile del 1° maggio da una analisi congiunta del Centro studi del Touring Club Italiano e Agriturismo.it risulta che, nonostante un inizio di anno negativo (-20% rispetto al 2011), la domanda di vacanze in agriturismo sul web è cresciuta, tornando agli stessi livelli dello scorso anno.

Dai dati risulta che il numero di aziende agrituristiche in Italia è raddoppiato passando da 9.718 del 1998 a 19.019 nel 2010 con un incremento del 90% (dato Istat). Gli agriturismi, rispetto alle strutture extralberghiere che compongono la variegata offerta del territorio italiano, pesano per il 14,3% del totale preceduto solo dagli alloggi in affitto e dai bed&breakfast (rispettivamente il 61,2% e il 18,8% delle oltre 116mila strutture complementari totali).

 

Concentrando l’attenzione sui dati relativi alle presenze registrate nelle strutture agrituristiche nel 2010 risulta che il 51% proviene dall’estero, dato ben al di sopra di quello medio nazionale, con una maggioranza di turisti provenienti dalla Germania (42,7% delle presenze) Olanda, Francia e Belgio. Il numero di italiani che scelgono gli agriturismi, invece, è stabile con una maggior concentrazione di turisti che scelgono questo tipo di offerta in Lombardia (20,8% delle presenze totali italiane), Lazio (13,4%) e Veneto (11,9%). È interessante segnalare che rispetto al 2000 il numero di presenze italiane negli agriturismi nel 2010 è passato da 1,9mln a 4,7mln.

 

“L’offerta delle aziende agrituristiche – afferma Massimiliano Vavassori – Direttore del Centro studi del Touring Club Italiano – non si limita all’alloggio in una casa contadina. Il turista, infatti, cerca anche offerte di ristorazione e altre attività, come ad esempio trekking, escursioni a cavallo e laboratori di cucina, per consentire un contatto più diretto con la natura e la cultura del luogo. Per questo l’offerta deve rispondere, sempre più, alla domanda di elementi quali l’accoglienza familiare, un’esperienza a contatto con la natura e con la vita di campagna, una cucina sana e cibi provenienti da filiere corte e la conoscenza delle tradizioni del territorio.”

 

Novità di questa primavera è, inoltre, la diversa distribuzione delle ricerche di informazioni via web: oltre all’anticipo del picco di traffico relativo alla Pasqua, nel 2012 le ricerche crescono anche in corrispondenza della combinazione 25 aprile – 1 maggio, penalizzata dal calendario negli anni precedenti.

Un dato interessante si ricava dal numero medio di aziende che i turisti valutano prima di prenotare: in un anno è cresciuto del 7%. Sembra quindi che ci sia una maggiore attenzione nella scelta della destinazione per le proprie vacanze.

Secondo i dati di Agriturismo.it, la guida all’agriturismo di qualità in Italia, la crisi economica si fa sentire e incide sul turismo ma sull’agriturismo pesa in maniera minore. “L’agriturismo registra volumi di ricerca positivi, in linea con l’anno scorso - spiega Fabrizio Begossi - Product Manager di Agriturismo.it – Chi sceglie la vacanza in agriturismo, infatti predilige soggiorni brevi, distribuiti durante l’anno e resta in Italia. La crisi sta spingendo anche gli altri turisti italiani a scegliere proprio questo tipo di vacanza”. Gli imminenti ponti primaverili dunque sono l’occasione ideale per i turisti che amano andare in vacanza in agriturismo. In base ai dati di Agriturismo.it il 15% di chi partirà in vista dei ponti soggiornerà in un agriturismo; con una preferenza per il 1 maggio e il 2 giugno, a discapito dell’appena trascorso 25 aprile.

 

Ilaria Cappelletti

Ilaria.cappelletti@premiaweb.it

Ufficio stampa Agriturismo.it

 

PREMIAWEB srl

Via Manzoni, 44

Palazzina A – ingresso I

20095 Cusano Milanino (MI)

Tel. 02.66406018; Fax. 02.66405439

Premiaweb.it | Agriturismo.it | Matrimonio.it | Travelfool.it

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl