DIANO, UNA DOCG AL SAPORE DI DOLCETTO

08/mag/2012 09.19.14 Livio Copywriter Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

La Cantina Abrigo Giovanni racconta
l’emozione della vendemmia e l’attesa della nuova annata in bottiglia

 

Un paese e la sua Docg: un’unione indissolubile, nel nome del Dolcetto. Un vitigno piemontese che qui trova terroir, microclima e condizioni favorevoli per esprimere al meglio le sue caratteristiche di freschezza e di grande bouquet di profumi.
Il Dolcetto di Diano Docg è un vino di buona struttura, fruttato, molto gradevole durante i pasti. La Cantina Abrigo Giovanni crede molto in questo vino rosso e ci racconta l’emozione della vendemmia e l’attesa della nuova annata in bottiglia.

LA VENDEMMIA ED I SUOI SEGRETI

Giorgio Abrigo, titolare dell’azienda con la moglie Paola, precisa che per una buona vendemmia sono importanti due fattori su tutti: «Il clima dell’anno e la mano dell’uomo sono due aspetti che si devono unire per ottenere il massimo della qualità durante la vendemmia. Nel periodo pre-raccolta lasciamo le foglie grandi a protezione del grappolo che può maturare ricevendo il sole in modo graduale. Nelle annate di siccità, come quella del 2011, questo metodo è determinante per non stressare gli acini». La foglia come una mano che protegge il Dolcetto, un’immagine che rende l’idea del lavoro di Giorgio Abrigo, indirizzato ad ottenere qualità fin dal vigneto. «Il giusto diradamento – prosegue Giorgio – porta a selezionare i grappoli migliori che vengono lasciati maturare senza ulteriori interventi. Per noi il Dolcetto di Diano Docg è un vino di qualità che non può e non deve competere con i vini da tavola, pur essendo considerato facile da bere».

 

DOLCETTO DI DIANO DOCG, UN VINO SORPRENDENTE

Un aspetto importante così specificato: «Chi ama bere bene  durante i pasti, deve scegliere un vino di qualità come il Dolcetto di Diano Docg. Si lavora per questo in ogni fase, in vigna ed in cantina. Degustare un bicchiere del nostro vino, vuol dire aprirsi ad un mondo ricco di profumi fruttati, di freschezza. Il Dolcetto di Diano Docg è profumo del territorio!». Caratteristiche che durano negli anni: «Grazie ai suoi 12°-13°/Vol. è un vino facile da bere, economico, moderno, attuale, ottimo durante i pasti. Ma quello che sa regalare va oltre la pronta beva: il nostro Dolcetto viene imbottigliato a quasi un anno dalla vendemmia. Questo è per noi indice di un vino dalla buona struttura, capace di essere apprezzato a medio termine, anche dopo due o tre anni dall’annata di raccolta».

 

NUOVA ANNATA: QUATTRO MODI DI BERE DOLCETTO DI DIANO DOCG

Il Dolcetto di Diano Docg è quindi una denominazione di tutto rispetto, dal gusto unico, ottenuto in un territorio dove Giorgio Abrigo differenzia la produzione in base ai vigneti: «Si parla di Söri, cioè di vigneti piantati in zone esposte al sole, dove il caldo dei raggi è determinante per ottenere vini di grande qualità. Crediamo così tanto nel Dolcetto che ne produciamo ben quattro versioni: il Dolcetto di Diano d’Alba Docg, il Diano d’Alba Docg Söri Crava, il Diano d’Alba Docg Garabei, e L'ANCONTRARI Diano d'Alba Docg». Una produzione mirata e studiata in base alla temperatura climatica, all’altitudine degli impianti, ed agli anni dei ceppi, per proporre all’appassionato quattro tipologie di questo vino: nell’ordine dal più giovane fino al più adatto all’invecchiamento a medio termine.
Ed ogni anno l’attesa della nuova annata è spasmodica: «Ogni annata è unica, un banco di prova per testare il nostro lavoro. Dopo la pigiatura soffice ed il controllo delle temperature durante la fermentazione, le degustazioni di controllo, i numerosi travasi per mantenere pulito il vino ed evitare sgradevoli odori dalle fecce, la qualità che cerchiamo viene giudicata dagli appassionati. E per noi soddisfare le aspettative del cliente è il punto d’arrivo: il gusto del Dolcetto di Diano Docg è stato condiviso». Un legarsi ad un gusto particolare, testimone di un territorio dove il Dolcetto trova la sua naturale evoluzione. Profumi e sapori nella mente e nel cuore.




blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl