TRENTINO DOCG per Sport. Turismo, Enogastronomia e tant'altro ancora

Turismo, Enogastronomia e tant'altro ancora.

Persone Giuseppe De Girolamo, Rinaldo Dalsasso, Marketing, Romedio Menghini, Tiziano Mellarini, Aurelio De Lurentis
Luoghi Dolomiti, Alpi, Italia, Napoli, Trentino Alto Adige, Campania, Trento, Vesuvio, Lago di Garda, Commezzadura, Dimaro, Carciato, Val di Sole
Organizzazioni Methius, Dimano, UNESCO, Napoli, Enoteca provinciale
Argomenti sport, alimenti, enologia, politica

26/mag/2012 18.54.11 Miss Italia 71a edizione Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Elemento polarizzatore della tradizionale ed annuale conferenza stampa, che Il Trentino tiene al Grand hotel Vesuvio di Napoli, è stata l'ACN con il suo presidente Aurelio De Lurentis, tanto da spingere più volte lo stesso ad invogliare i tanti giornalisti presenti, per lo più dello sport, a parlare non solo del Napoli ma anche e principalmente del Trentino che ospita la grande squadra calcistica ed ora anche quelle minori per i ritiri precampionato. Alla conferenza sono intervenuti oltre a De Laurentis, l'assessore al Turismo e Sport della Provincia autonoma di Trento Tiziano Mellarini, il sindaco di Dimano Romedio Menghini ed il rappresentante di Trentino Marketing e della Val di Sole.

Nel corso del suo intervento De Laurentis ha affermato che è stato lungo conoscersi perchè con gli amministratori de Trentino, l'altro anno si è iniziato con un anno sperimentale e poi si è giunti ad un accordo triennale: “Abbiamo suggellato un patto articolato in un accordo scritto tra le parti che è un accordo che è partito con un po di diffidenza ma che in dirittura d'arrivo è arrivato con grande amicizia ma anche con grande professionalità. Devo dire che sono rimasto sorpreso da una piacevole partecipazione non di maniera ma spontanea, vera, verace per usare il termine partenopeo, di tutti loro persino Mellarini che è venuto a seguirci in tutte le partite importanti ed a dimostrare la sua amicizia” E De Laurentis continua affermando: "Mi son accorto poi che abbiamo a che fare con esperti non solo di turismo, ma anche di organizzazione di eventi sportivi. Vorrei che il Trentino diventasse la "casa estiva" del Napoli, anche se adesso trascorreremo solo 15 giorni estivi per il ritiro: vorremmo poter disporre della sede di Dimaro anche per giocatori che dovessero arrivare tardi, quindi completare il ritiro in modo differito".

Il Presidente è dell'ASCN è quindi molto contento dell'accordo triennale raggiunto. e come confermato anche dall'assessore al Turismo della Provincia autonoma di Trento Tiziano Mellarini, dal 10 al 23 luglio in Val di Sole ci sarà il ritiro della prima fase di riposo precampionato dell'Ascn, dal 14 al 27 luglio a Pejo i giovani della Primavera e gli allievi dal l4 al 27 agosto a Dimaro in località Carciato. In questo programma non mancano oltre alla garanzia di momenti di incontro con i tifosi della Prima Squadra tre imperdibili eventi serali. A tutto questo vanno aggiunte le attrazioni turistiche che spingeranno tanti tifosi a raggiungere il Trentino per poter vivere anche loro un periodo di vacanza nella terra scelta dalla loro squadra del cuore. Il Trentino è comunque stato scelto per vari motivi dagli sportivi ma è scelto costantemente e con grandi soddisfazioni, di poter passare un buon periodo di vacanze, da tanti e questo perchè ha tipologie di accoglienza ed ospitalità che soddisfano tutte le esigenze. Un'ospitalità di accoglienza radificata in questo territorio fin dal tempo in cui la nobiltà dell'impero austroungarico lo sceglieva per le proprie vacanze. Attualmente con il riconoscimento nel 2009 delle Dolomiti, da parte dell'Unesco, quale Patrimonio Naturale dell'Umanità, con il suo sistema uomo ambiente, somma alle altre virtù che i trentini hanno, la possibilità di offrire tanto turismo che spazia dalla neve all'arte allo spettacolo, alla cultura ed all'approfondimento sulla conoscenza di quella enogastronomia che con le sue bollicine di Prosecco accompagna un mondo da visitare e conoscere, in una terra dove la purezza dell'aria e la contaminazione ambientale sono elemento portante per scegliere questa, ad altre regioni, per un periodo di vacanza riabilitante per l'essere umano. Le famose bollicine, come il Methius riserva brut prodotto da Metius a Mezzacorona di Trentonon, seconde a nessuno e da fare invidia agli spumanti accompagnano l'eccellente e ricca gastronomia dai grandi sapori grazie agli naturali e validi prodotti della terra di cui il Trentino è ricco, il tutto accompagnato da grandi ristoranti con noti chef che mettono in gioco le loro abilità di assemblaggio dei prodotti per elaborare vere leccornie che attraggono sempre più il turista.

Le migliori occasioni per degustare i prodotti trentini sono senza dubbio gli appuntamenti organizzati sul territorio, eventi che mobilitano intere comunità locali e che presentano programmi articolati, fatti di assaggi, ma anche di seminari e momenti di festa.

La Mostra Vini, dal 18 al 21 maggio, giunta alla 76ª edizione, presenterà il panorama vitivinicolo trentino a 360° in un atteso appuntamento ospitato presso l'Enoteca Provinciale del Trentino, Protagonisti, accanto alle bollicine di Trentodoc, i vini del territorio e le grappe.

A luglio si celebra invece il Müller Thurgau, il vino bianco delle Alpi ed ogni anno, nel mese di Luglio, a Cembra viene organizzata la Rassegna dedicata a questo nettare, che prevede anche un concorso internazionale, oltre alle immancabili degustazioni.

Bollicine su Trento è invece il festival dedicato a Trentodoc, tra la fine di novembre e le prime settimane di dicembre.

Dopo i successi raccolti nel 2010 e nel 2011, viene riproposta anche nel 2012, l’iniziativa I Rifugi del Gusto, che prolunga oltre le date ordinarie l’apertura estiva di queste strutture a disposizione degli amanti della montagna. Dal 22 settembre al 7 ottobre 44 di esse diventeranno ristoranti in quota, terrazze affacciate sui panorami da cartolina dove verranno proposti i prodotti e le ricette trentine, abbinate a Trentodoc e reinterpretate dallo chef Rinaldo Dalsasso.

Molti altri eventi enogastronomici accompagnano i visitatori alla scoperta delle Strade del Vino e dei Sapori del Trentino, una serie di itinerari che si snodano all’interno della provincia, dove si intrecciano gusto, storia, natura e cultura. Protagoniste le eccellenze enogastronomiche di ogni ambito, dalla mela nonesa al Teroldego rotaliano, dai formaggi delle Dolomiti ai piccoli frutti della Valle dei Mocheni, passando attraverso salumi, pane e olio.

Nella patria della mountain bike, nei giorni 2 e 3 giungo si potrà assistere a Commezzadura e Daolasa in Val di Sole anche ad una tappa della Coppa del Mondo di categoria. Altra forte attrattiva di questa regione sono il laghi come quello di Garda ed i fiumi come il Noce sempre in Val di Sole. Non mancano i resort del benessere che propongono ai clienti trattamenti all'avanguardia ed un appuntamento da non perdere è certamente quello con i Suoni delle Dolomiti dal 30 giugno al 31 agosto che propone anche in questa sua 18a edizione i più noti ed apprezzati artisti a livello internazionale.

Ancora una volta il Trentino ha colto nel segno per poter attirare il turismo e questo scambio di località che porta a contatti e sprona sempre più i turisti anche attraverso lo sport a godersi le vacanze in Trentino come in Campania rappresentano il vero successo dell'unione dell'Italia dall'estremo nord al sud con uno scambio di montagna e mare, le Dolomiti e Napoli con le sue isole e la sua costiera, due territori diversi ma tanto desiderati da visitare e vivere da parte di tanti.

 

Giuseppe De Girolamo

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl