Scoperta una città perduta nella giungla dell'Honduras

29/mag/2012 10.11.58 Ufficio Stampa PRESS Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Buongiorno,

di seguito invio con piacere il comunicato stampa relativo alla scoperta di
una città perduta nella giungla dell'Honduras. Rimango a disposizione per
eventuali chiarimenti.



Grazie e a presto,





Elisabetta Imbrogno
PRESS - Ufficio Stampa & PR
Via Simone D'Orsenigo, 15 - 20135 Milano - tel. +39 0255196846 - mail
e.imbrogno@presstudio.com







Header banner definitiva-ok







SCOPERTA UNA CITTÀ PERDUTA NELLA GIUNGLA DELL'HONDURAS





- Si pensa possa appartenere alla leggendaria Città Bianca degli indios
Pech.



- Gli esperti parlando come della "scoperta del secolo".





Il Ministro degli Interni dell'Honduras, Africo Madrid, ha riferito nei
giorni scorsi della scoperta di resti archeologici nella giungla della
Moskitia, situata a est del Paese, che potrebbero appartenere a un'antica
città maya.



Il sito è stato individuato durante le riprese aeree realizzate per un
documentario relativo alla zona conosciuta come "Città Perduta" o "Città
Bianca."
Queste operazioni sono state effettuate utilizzando la moderna tecnica di
telerilevamento "Laser Imaging Detection and Ranging" dato che le rovine si
trovano in una zona di difficile accesso, immersa nella lussureggiante
giungla.



Questi resti potrebbero appartenere alla "Città Bianca", un luogo sacro e
centro principale del regno di un'antica civiltà precolombiana che, secondo
la leggenda degli indios Pech che vivono nella zona, comprendeva enormi
costruzioni in pietra bianca con imponenti raffigurazioni di figure umane e
di animali.



L'archeologo americano Steve Helkins ha commentato che questo ritrovamento
apre la strada a importanti ricerche archeologiche e scientifiche sul luogo,
secondo l'esperto si potrebbe comunque trattare della scoperta del secolo.



"È ancora troppo presto per fornire dati più precisi, le operazioni di
ricerca sono ancora in corso e ci vorrà del tempo prima che si concludano a
causa della posizione poco accessibile del sito in cui si trovano
numerosissimi alberi alti oltre 70 metri. L'arrivo al punto esatto e le
successive ricerche cominceranno tra due o tre mesi" ha dichiarato
l'Istituto Hondureño di Antropologia e Storia (IHAH).

L'Honduras, con l'importante sito archeologico di Copán, è uno dei Paesi che
formano il cosiddetto "Mondo Maya". Tuttavia, si stanno scoprendo molti
luoghi con resti risalenti ai maya, nella sola giungla di Moskitia si pensa
siano presenti più di 200 siti archeologici. In generale, in Honduras sono
presenti più di 40 mila chilometri quadrati di aree protette.













Agencia de Promoción Turística de Centroamérica

c/ Capitán Haya 56; 1º D. 28020 Madrid

info@visitcentroamerica.com -
www.visitcentroamerica.com

Ufficio Stampa in Italia

Press - Via Simone D'Orsenigo, 15 - 20135
MILANO

Tel. 02 55196846 - p.colla@presstudio.com




blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl