In montagna con i bambini

15/lug/2012 09.27.37 Sara Borsari Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Una vacanza in montagna è molto benefica per i bimbi, a patto che si rispettino alcune regole. I bambini piccoli non dovrebbero andare ad un’altitudine maggiore di 1.500 m e, se piccolissimi, dovrebbero arrivarci per gradi, con frequenti soste ad altezze intermedie; il soggiorno non deve essere inferiore alla settimana, perché questo è il periodo di tempo di cui il piccolo organismo necessita per adattarsi al nuovo ambiente.

Anche nel caso di bambini più grandicelli, ricordarsi di dar loro qualcosa da succhiare (ciuccio, caramella, chewing gum) se si sale in funivia, in modo da proteggere il timpano.

Veniamo ai benefici per la salute: la montagna rinforza il sistema immunitario, allevia le allergie da acari, previene le malattie da raffredamento, stimola la produzione di globuli rossi, induce ad aumentare l’attività fisica.

Il paesaggio montano, inoltre, è molto rilassante per la vista, grazie ai colori predominanti ed alla maggiore motilità per la messa a fuoco (alla vista non fa bene guardare oggetti sempre alla stessa distanza, come quando si è al computer o quando si studia) e anche per l’udito, che trova un po’ di pace dai rumori assordanti ai quali lo costringiamo.

Se a tutti i vantaggi per la salute riusciamo ad abbinare attività ludiche e di scoperta, potremo essere sicuri di aver fatto il massimo per le vacanze dei nostri figli. Dovremo quindi documentarci sulle proposte a tema “montagna per bambini”, in modo da trovare le attività che più ci convincono. Dopo un giro su Internet, potete chiedere maggiori informazioni scrivendo o telefonando alle aziende di soggiorno o agli hotel con pacchetti per famiglie.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl