Convegno pubblico a CESENATICO: Il progetto MARIMED: quale impatto sulle politiche di settore?

06/giu/2006 10.26.00 Pierluigi Papi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Cogliamo l'occasione per invitarvi a partecipare al convegno,
o quantomeno a seguire alcuni degli interventi in programma dal momento
che la giornata di lavoro è molto lunga.
 
Cordialità
 
Pierluigi Papi

via della Costituzione 1/d
48012 Bagnacavallo (Ra)
tel. 0545 61141 - 338 3648766
fax aut 02700414712
ppapi@racine.ra.it  pep@agenziastampa.ra.it
 
 
 

CONFERENZA FINALE

Il progetto MARIMED: quale impatto sulle politiche di settore?

Cesenatico, 7 - giugno - 2006

 

 

Cosa:                         Conferenza finale PROGETTO MARIMED

Dove:                         Sala Convegni Centro Ricerche Marine, Via Amerigo Vespucci, 2 Cesenatico

Quando:                     mercoledì 7 giugno 2006, dalle ore 9 alle 16.30

Ingresso:                    Aperto al pubblico

 

 

La conferenza finale sul Progetto Marimed - La pesca come fattore di sviluppo del turismo sostenibile è l’ultimo passo di un percorso finalizzato all’integrazione tra i settori del turismo e della pesca, che ha sperimentato un modello innovativo di qualificazione dell’offerta turistica per la valorizzazione del patrimonio naturale, culturale e sociale delle Marinerie del Mediterraneo. Mediante la creazione di una rete formata da realtà pubbliche e private sono state condivise e maturate strategie comuni di sviluppo del turismo sostenibile nel rispetto delle caratteristiche dei territori e del patrimonio socio-culturale delle diverse Marinerie.

La conferenza finale del Progetto Marimed presenta i risultati raggiunti e offre l’opportunità di un confronto tra i protagonisti della pesca e del turismo.

 

Il Progetto Marimed nasce da una serie di obiettivi condivisi tra i partner coinvolti: qualificazione, diversificazione e destagionalizzazione dell’offerta turistica; creazione di opportunità di sviluppo economico e professionale per gli operatori della pesca; valorizzazione di territori a rischio di marginalizzazione, in quanto poco conosciuti ma ricchi di risorse e cultura; creazione e sviluppo di validi prodotti turistici “integrati” nell’ambito della valorizzazione delle tradizioni della pesca; diffusione della conoscenza dei settori della pesca e dell’acquacoltura fra i turisti ma anche fra i residenti delle aree coinvolte; sensibilizzazione di tutta la popolazione per quanto riguarda temi d’importanza fondamentale come l’inquinamento ambientale in generale, e del mare in particolare. Tutto ciò attraverso l’analisi del mondo della pesca professionista e dei porti adibiti alla pesca che rappresentano un patrimonio storico, culturale, gastronomico, sociale e naturalistico di primo piano e con grandi opportunità di sviluppo che potrebbe contribuire a rafforzare e migliorare l’offerta turistica, fornendo, da una parte, nuove risorse lavorative per un settore in crisi come quello della pesca, dall’altra, nuove opportunità per il turismo marittimo, allungando le stagioni oltre il solo periodo estivo.

La conferenza finale vuole confrontare gli obiettivi di partenza e i risultati raggiunti.

Dopo i consensi ricevuti per la progettazione e gli argomenti affrontati, visto il successo di pubblico e l’interesse manifestato dai media, registrati nel corso delle attività svolte al fine del raggiungimento degli obiettivi prefissati dal progetto stesso, è necessario e dovuto ampliare l’argomento e gli interventi attraverso una conferenza. Territorio, globalizzazione e tradizioni: temi di estrema attualità che coinvolge e interseca il futuro di una delle più importanti attività produttive del nostro Paese, quella della pesca, correlata alle attività delle Marinerie. 

Queste due realtà con la loro storia faranno da perno per tutti i relatori che metteranno a confronto i risultati raggiunti tra i diversi territori italiani coinvolti e in relazione a quelli europei.

Approvato e finanziato nell’ambito del Programma di Iniziativa Comunitaria INTERREG IIIB - MEDOCC (Mediterraneo Occidentale) e con l’apporto del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) il Progetto Marimed ha coinvolto numerosi partner, soggetti pubblici e privati, di diversi Paesi che si affacciano sul Mediterraneo: Regione Emilia-Romagna (Capofila del progetto), Regione Siciliana, Comune di Porto Torres (SS) e Comune di Carloforte (CA) per quanto riguarda l’Italia; Regione Andalusia, Regione Murcia, Provincia di Girona, Comune di Torroella de Montgrì per la Spagna; Comune di Marsiglia per la Francia.

 

Dopo i saluti dei rappresentanti dell’Amministrazione del Comune di Cesenatico, alle ore 9.30 apre il convegno Maura Mingozzi, responsabile del Progetto Marimed per la Regione Emilia-Romagna, che relazionerà sui risultati del progetto, mentre Juan Pizarro Rios referente della Regione Andalusia affronterà il tema “Francia, Italia e Spagna: tre realtà a confronto con Marimed.”

Sarà Morena Diazzi, Direttore Generale delle Attività Produttive del Commercio-Turismo della Regione Emilia-Romagna ad affrontare l’argomento che introduce il piano d’azione Marimed, inteso come nuova proposta per la qualità del turismo.

Chiudono la mattinata: Luciano Rottino, della Direzione generale Turismo del Ministero dei Beni Culturali e Turismo in Italia, che interverrà sul tema “Nuovi prodotti per lo sviluppo del turismo, Massimo Marchesi, della Commissione Europea Rappresentanza in Italia di Milano, e Andrea Zanzini, Direttore dell’Eurodesk - Ufficio informativo dell’Unione Europea -  che interverranno su “I nuovi scenari delle politiche comunitarie di settore”.

Alle 14,30 si aprirà una tavola rotonda sulla “Valorizzazione dei luoghi della pesca quale innovazione dell’offerta turistica”. Coordina il giornalista Mario Cobellini e partecipano i rappresentanti delle Associazioni di categoria del turismo e della pesca dei Paesi Partner di Marimed.

Infine, alle ore 16,30 circa, saranno tessute le conclusioni dall’Assessore Regionale al Turismo e Commercio della Regione Emilia-Romagna, Guido Pasi.

 

 

Informazioni per il pubblico: www.euro-marimed.org

 

 

 

Ufficio Stampa: Coop. Aleph rif. Pierluigi Papi tel. 0545 61141 - 338 3648766 papi@coopaleph.it

                                                       Tatiana Tomasetta tel. 338 9179905 tomasetta@coopaleph.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl