AGOSTO A TUTTA MUSICA CON LE STRADE BLU. Concerti imperdibili a Modigliana, Faenza, San Mauro, Gatteo, Casola Valsenio

I Giant Sand sono una creatura a più teste capace di passare dal country ortodosso al punk, dal blues al garage, dal jazz pianistico al ragtime fino alla musica concreta, al noise all'ambient.

27/lug/2006 09.48.00 Pierluigi Papi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

AGOSTO A TUTTA MUSICA CON LE STRADE BLU

Concerti imperdibili a Modigliana, Faenza, San Mauro, Gatteo, Casola Valsenio

 

venerdì 4 agosto - Modigliana, Arena La Palma 21,30

ARIZONA AMP AND ALTERNATOR A VERY SPECIAL NIGHT

FEAT: HOWE GELB, ISOBEL CAMPBELL, ROBYN HITCHCOCK,

JIM McCULLOCH

ingresso 5 euro

Howe Gelb, genio e sregolatezza. Uno nessuno centomila. Capitolo primo. “Questa banda non ha membri” scrive nei credits del bellissimo disco a nome AAA. A guardare da vicino sembra piuttosto che, di membri, questa banda non ne abbia mai abbastanza. Arizona Amp and Alternator è un progetto nato con il preciso scopo di lasciare la porta spalancata agli incontri più impensabili. Questa volta, in un accostamento studiato appositamente per Strade Blu (che già sorprende ed emoziona) tocca alla splendida Isobel Campbell dividere palco e canzoni con il Nostro. Lei, già acclamata protagonista dei Belle e Sebastian, già delicata solista, già metà di Mark Lanegan nel recente Ballad of the Broken Seas, a giocare la parte di una Nancy Sinatra pronta ad agire di contrasto e addolcire gli spigoli del Lee Hazlewood di turno. E pure a invertire i ruoli, quando serve. Dietro, una buona parte dei Giant Sand e il fido Jim McCulloch, tradizionale spalla di Isobel.

 

Ospite specialissimo, Robyn Hitchcock. Sembra ieri quando Hitchcock lasciatosi alle spalle l’esperienza dei Soft Boys, ha deciso di imboccare la strada che nel giro di qualche anno lo ha portato a realizzare un album memorabile come I Often Dream Of Trains, e raccogliere in certo qual modo l’eredità del Syd Barrett solista. Oggi l’Hitchcock della maturità somiglia sempre più a un cantautore americano, quasi dylaniano, preso a tirar fuori dalla chitarra acustica grandi canzoni di matrice folk e country. Non a caso i brani che compongono l’ultimo disco sono stati registrati a Nashville con il contributo di Gillian Welch e David Rawlings. Permane una gustosa vena surreale, liriche di alto livello e la classe di sempre.

 

 

sabato 5 agosto - Faenza, Piazza Molinella 21,30

GIANT SAND AND FRIENDS

ingresso 5 euro

Howe Gelb, genio e amico. Uno nessuno centomila. Capitolo secondo. Rock and roll e altre storie. L’entità mutante del rock americano. I pionieri del deserto. Secondo Pj Harvey semplicemente “il miglior gruppo del mondo”. In realtà l’esperimento più longevo e tradizionalmente rock di Gelb. I Giant Sand sono una creatura a più teste capace di passare dal country ortodosso al punk, dal blues al garage, dal jazz pianistico al ragtime fino alla musica concreta, al noise all’ambient. Tutto, tutto bene, tutto con gran personalità. Lasciati ai Calexico i vecchi compagni Burns e Convertino, i nuovi Giant Sand tengono un piede fisso nella vecchia Europa e spaziano fra suoni e tradizioni con l’irriverenza dei giorni migliori. Premesso che ogni concerto dei Giant Sand è un pezzo unico, questo è anche l’unico in Italia dell’anno.

 

 

domenica 6 agosto - San Mauro, Piazza Mazzini 21,30

DIRK HAMILTON and The Bluesmen

ingresso gratuito

 

In arrivo da Pistoia, dove ha aperto per Bob Dylan, Dirk Hamilton quest’estate porta a spasso per l’Italia il suo primo amore: il blues. In molti lo hanno conosciuto negli anni '90 quando le sue apparizioni live in Italia hanno cominciato a farsi sempre più intense. Il suo esordio discografico risale però al 1976, quando illuminato da alcune delle stelle più brillanti del firmamento musicale, Van Morrison e Bob Dylan ma anche CSN&Y, Dirk ha cercato di dire la sua nella ricca scena di quei magnifici anni. E ci è riuscito. Con il suo approccio genuino alla musica, con la sua voce fortemente personale e un pugno di canzoni magiche, forse ancora in cerca di un suono omogeneo, ma così sincere da destare molte attenzioni. Da allora una carriera dentro e fuori il mainstream, di un’onestà impagabile. Un grande cantautore, che non poteva mancare sulle Strade Blu.

 

 

sabato 12 agosto - Gatteo, Corte del Castello 21.15

NOLA Serenade - una notte per New Orleans

ingresso gratuito

 

 

lunedì 14 agosto - Casola Valsenio, Piazza Sasdelli 21.15

39 STRANGERS and friends

ingresso gratuito

Da qualche anno a questa parte 39 Strangers è un'entità misteriosa e affascinante. Che fiorisce ogni estate, va in letargo d'inverno e poi ritorna con la bella stagione. Un supergruppo aperto nato spontaneamente intorno alla figura di Danny Montgomery (già batterista di Ray Charles e JJ Cale). La formazione mette vicini musicisti di tutto il mondo di passaggio in Italia, che si ritrovano informalmente nei day off delle tournèe per dedicarsi alle loro passioni più sincere: il folk, il blues, il jazz, il rock e l'improvvisazione. Il gruppo negli anni ha visto alternarsi sul palco musicisti di tutti i tipi, compresi alcuni elementi della band di Neil Young, di Elliott Murphy, dei Grateful Dead. Quella che non cambia mai è la qualità e la passione della musica. Per la serata finale del mini-percorso Dalla Via Emilia a New Orleans, che coincide con la prima di Strade Blu a Casola Valsenio, intorno a 39 Strangers si riuniscono molti dei musicisti che hanno preso parte al progetto in questi anni. Una serata imperdibile, dedicata a tutte le sfumature della musica americana. E ai suoi incroci più o meno inconsapevoli con i suoni della Romagna.

 

 

 

Per informazioni: 320 037 4633 www.stradeblu.org

 

Ufficio stampa: Pierluigi Papi tel. 338 3648766 ppapi@racine.ra.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl